Recensioni libri

Alexandra David Neel

Alexandra David Neel biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20342

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

Biografia Alexandra David Neel
Alexandra David Neel
Modifica bioCronologia

Alexandra David-Néel Alexandra David-Néel nacque a Parigi il 24 ottobre 1868. Appassionata sin dalla primissima infanzia di libri di fantascienza decise sin da allora che la sua vita sarebbe diventata ancora più interessante di quella dei suoi eroi. Il suo senso dell?avventura la spinse a scappare da casa più volte anche durante l?adolescenza, ma fu sempre riportata in famiglia dopo mille peripezie in tutta Europa. Pur essendo un soprano promettente preferì gli studi esoterici al bel canto e nel 1888 si trasferì a Londra, dove studiò presso la Società della Gnosi Suprema. Lì conobbe Madame Blavatsky, la fondatrice della Società Teosofica, le cui idee la condizionarono in modo particolare. Nel 1889 ritornò a Bruxelles per riprendere i suoi studi di musica e poi a Parigi alla Sorbona, dove aderì a idee politiche radicali e perseguì il culto esoterico promosso da Sri Ananda Saraswati. Lo stesso anno partì per Ceylon e l?India dove si unì ai teosofi, diretti allora da Annie Besant, sotto la cui guida studiò il sanscrito. Ebbe contatto con alcuni dei maggiori maestri indiani, ma fu costretta a ritornare a Bruxelles per mancanza di fondi. Dal 1894 al 1900 provò a intraprendere una carriera musicale che non ebbe molto successo. Si ritrovò dunque costretta ad accettare un lavoro presso l?opera di Tunisi e lì conobbe Philip Néel, un ingegnere ferroviario che sposò nel 1904. Nel 1911 ripartì per l?India dove fu tenuta d?occhio dalla polizia per il suo comportamento eccentrico e per le idee estremiste.Prese parte a riti tantrici e perfezionò il sanscrito al punto da ottenere in loco un dottorato in filosofia. Nel 1912 giunse finalmente nel Sikkim, dove rimase affascinata dai monasteri locali e dove decise immediatamente di approfondire i suoi studi buddisti. Qui incontrò il principe Sidkeong, che divenne un?importante figura nella sua vita, e l?allora Dalai Lama in esilio, che la spinse a imparare il tibetano. Grazie al suo rapido perfezionamento di tale lingua poté diventare ben presto allieva del grande eremita Gomchen che la iniziò alla telepatia e a pratiche esoteriche quali la respirazione tumo, che consente di sviluppare un grande calore corporeo anche in climi estremi. Nel 1914 incontrò un giovane lama, Aphur Yongden, che divenne suo figlio adottivo e con il quale sviluppò uno dei più forti legami della sua vita. Con il figlio provò ripetutamente a penetrare in Tibet, con il risultato di farsi cacciare dal Sikkim nel 1916. La guerra era in corso in Europa e non potendo farvi ritorno decisero di tentare un difficile viaggio attraverso la Cina, il deserto di Gobi e la Mongolia. Vennero più volte attaccati dai banditi prima di raggiungere il monastero di Kum Bum dove finalmente sostarono per tre anni. Fu in quel periodo che Alexandra riuscì a creare un tulpa, un fantasma prodotto dall?intensa concentrazione e pratica di riti mistici molto particolari. Il fantasma inizialmente prese la forma sempre più consistente di un monaco e finì con accompagnarla nei suoi viaggi quasi come un essere umano normale. Dopo un certo periodo però l?aspetto del tulpa cambiò da quello di un monaco gioviale a una presenza sinistra che le creò enormi problemi fino a quando decise di liberarsene, impresa che le costò sei mesi di concentrazione mentale estrema e molte altre difficoltà. Nel 1921 Alexandra e Yongden travestiti da mendicanti intrapresero il loro viaggio verso il Tibet e in particolare la sacra città di Lhasa. Il viaggio fu un?epopea durata tre anni, durante i quali dovettero spesso cambiare rotta e piani a causa di banditi, animali feroci, e anche della chiusura totale del Tibet agli occidentali. Durante il percorso incontrarono mistici e personaggi di tutti i tipi tra cui i corridori lung-gom, che grazie a pratiche di meditazione e concentrazione riescono a muoversi a velocità immaginabili per gli esseri umani normali. A Lhasa rimasero in incognito per tre mesi e poi ripartirono inosservati.Nel 1925 fecero finalmente ritorno in Francia dove Alexandra si separò di comune accordo da Philip che la aveva aiutata moralmente e finanziariamente durante tutti gli anni dei suoi viaggi. A Digne, in Provenza, fece costruire nel 1928 la sua ?fortezza di meditazione?, Samten-Dzong, che lasciò nel 1937 per altri viaggi in Cina e India. Nel 1955 Yongden morì lasciandola profondamente scossa e addolorata. Nello stupore generale all?età di 100 anni si fece rinnovare il passaporto per poter continuare a viaggiare. Fino alla sua morte l?anno successivo non smise mai di scrivere o tenere conferenze ed ottenne grandi riconoscimenti sia in Francia sia all?estero, e fu dichiarata ufficialmente lama proprio in Tibet. (© Copyright 2003 by Brian A. Haughton - www.mysteriouspeople.com) Di Alexandra David-Néel Venexia ha pubblicato uno dei suoi testi più intriganti e meno conosciuti in Italia: Magia d'amore, magia nera, ordinabile su questo sito o presso le migliori librerie.

Alexandra David Neel I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

Hai un sito che parla di Alexandra David Neel?
Inserisci il link su zam.it

 
Ultimi libri pubblicati di
Alexandra David Neel
Initiations and Initiates in Tibet
Initiations and Initiates in Tibet
Magic and Mystery in Tibet [Lingua Inglese]
Magic and Mystery in Tibet [Lingua Inglese]
Lettres à son mari (11 août 1904 - 31 décembre 1940) : Journal de voyage
Lettres à son mari (11 août 1904 - 31 décembre 1940) : Journal de voyage
Grand Tibet et Vaste Chine : Au pays des brigands gentilshommes ; Voyage d'une Parisienne à Lhassa ; Sous des nuées d'orage ; A l'ouest barbare de la ... ; Le vieux Tibet face à la Chine nouvelle
Grand Tibet et Vaste Chine : Au pays des brigands gentilshommes ; Voyage d'une Parisienne à Lhassa ; Sous des nuées d'orage ; A l'ouest barbare de la ... ; Le vieux Tibet face à la Chine nouvelle
Mistici e maghi del Tibet (Confini)
Mistici e maghi del Tibet (Confini)
Il buddhismo del Buddha (Aleph)
Il buddhismo del Buddha (Aleph)

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Eugenio Barba e Julia Varley a incontri possibili
[08-04-2021]
Più libri più liberi torna a Roma dal 4 all’8 dicembre
[07-04-2021]

[11-03-2021]
Incontri possibili con Paola Barbato
[25-02-2021]
Primitivo la nuova personale di Simone Cametti
[14-01-2021]
Festival Bach Montreal 2020
[26-11-2020]
Grande successo del Festival Insieme
[05-10-2020]
L’AMO, LA LETTURA
[30-09-2020]
Leggi le altre News


Autori e film 20/04/2021

Nessun Risultato

Tutti gli autori dei film della settimana