Recensioni libri

Clemente Rebora

Clemente Rebora biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20336

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

Clemente Rebora biografia

Clemente Rebora Nato a Milano nel 1885, Clemente Rebora crebbe in un ambiente di intensi affetti familiari e di rigorosa moralità laica e risorgimentale. Si laureò in lettere a Milano con una tesi su Romagnosi, seguì i corsi di filosofia di Piero Martinetti. Collaborò con «La Voce» prezzoliniana. In guerra fu ufficiale di fanteria sugli altopiani di Asiago e Gorizia; uno scoppio di mina compromise il suo già labile sistema nervoso. Tornato a Milano ebbe una crisi religiosa fatta di Bibbia e autori orientali e mistici. Scelse di entrare nella congre gazione dei rosminiani (1931), divenne sacerdote (1936), con il voto segreto di «patire e morire oscuramente, scomparendo polverizzato nell'amore divino». Fece il sacerdote e l'educatore negli istituti rosminiani di Domodossola e Stresa. Nel novembre 1955 i primi sintomi della malattia che lo porteranno alla morte due anni dopo. Morì a Stresa nel 1957.

2) opere

I suoi Frammenti lirici (1913) ebbero nessun successo, a causa della novità dei contenuti e per la scabra concentrazione del linguaggio. Scrisse un saggio su Leopardi ("Per un Leopardi mal noto", 1910) e traduzioni dal russo (Andreev, Gogol', Tolstoj). Dopo la prima guerra mondiale, prima della conversione, scrisse Canti anonimi (1922). Il volume Canti dell'infermità (1957) raccoglie poesie scritte nel 1947-57 già riunite in piccole sillogi (Il gran grido, Curriculum vitae, Gesù il fedele, Il natale): testimonia la voluttà di dissolvimento, la ricerca spasmodica di una convergenza tra illuminismo razionalistico di cui era imbevuta la sua prima educazione, ansia di attivismo sociale irrealizzabile, e desiderio di segregazione. A ciò si aggiunge la lacerante assunzione della città e della campagna come entità simboleggianti il male e il bene. Anelito alla comunione totale con un dio di misericordia e giustizia, approdo confortante in cui solo è possibile l'elevazione dalla bruta animalità.
Sul piano del linguaggio poetico, l'aritmicità strofica, l'assunzione eccentrica di un lessico composto, sforzato a esprimere concetti inusitati nella tradizione letteraria italica (ad esclusione della concitata scrittura iacoponica) imprimono al messaggio ecumenico di Rebora il ritmo di una meditazione sconvolgente.
Rebora non è confinabile nell'ambito della produzioen poetica di matrice religiosa e cattolica, di cui del resto testimonia la forza e vitalità all'interno della regione italica. Considerato tra i maggiori poeti italiani del Novecento, Rebore è un poeta della contemporaneità, capace di interrogare il mondo e che ci interroga, di gettare un ponte tra visibile e invisibile, tra fisica e metafisica e da questo punto di vista accostabile a Hopkins, Eliot. Un "reborismo" presente anche in altri autori successivi come Pasolini, Luzi, Turoldo. Nella sua ricerca dell'essenziale, opera alla radice e all'origine della parola umana. Biograficamente si chiude, si mura vivo, ma continua a cercare drammaticamente le parole che dicano l'illegibile della realtà.

Da Antenati

A cura di dopamina

Modifica biografia

I Libri di Clemente Rebora

Poesie, prose e traduzioni2015
Curriculum vitae (Lyra)2015
Passione e poesia. Lettere (1954-1657) (Bibl. letteraria dell'Italia Unita)2012
Un vocabolario cristiano (Lampada ai miei passi)2011
Tra melma e sangue. Lettere e poesie di guerra (Biblioteca Piemonte orientale)2008
Frammenti lirici (Lyra)2008
Per veemente amore lucente. Lettere a Sibilla Aleramo (Poesia)2007
Gli spettatori dell'ultimo piano e alcuni brani dell'epistolario (Ocra gialla)2007
Diario intimo. Inedito (Passio)2006
Rosmini mistico (Passio)2006
Il tuo Natale. Lettere, poesie, pagine di diario e inediti (Nativitas)2005
Epistolario Clemente Rebora: 12005
Gli spettatori dell'ultimo piano e alcuni brani dall'epistolario2000
Scritti spirituali2000
Passione di Clemente Maria Rebora. Testimonianze rosminiane e poesie. Con una nota di Eugenio Montale2000
Dieci poesie per una lucciola (Millelire)1999
Le poesie (1913-1957) (Gli elefanti. Poesia Cinema Teatro)1998
La mia luce sepolta. Lettere di guerra (I funamboli)1996
Le poesie (1913-1957) (Collezione di poesia)1995
Le poesie (Gli elefanti. Poesia Cinema Teatro)1995
Arche di Noè. Le prose fino al 1930 (Di fronte e attraverso.Saggi di letterat.)1994
Rosmini. Tutti gli scritti «Rosminiani». L'incontro del poeta milanese con il filosofo roveretano1987
Lettere: 2 (Epistolari, carteggi e testimonianze)1982
Mania dell'eterno1967
ECCO DEL CIEL PIU' GRANDE1965
Canti dell'infermità1957
Canti anonimi (La biblioteca ritrovata)
Frammenti di un libro sulla guerra (I fuoricollana)
Per un Leopardi mal noto (Prosa)
Clemente Rebora I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

Hai un sito che parla di Clemente Rebora?
Inserisci il link su zam.it

 

Ultimi libri pubblicati di
Clemente Rebora
Poesie, prose e traduzioni
Poesie, prose e traduzioni
Curriculum vitae (Lyra)
Curriculum vitae (Lyra)

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Quando esce Orange is the new Black?
[21-07-2016]
Il grande naso e il grande cuore di Cyrano
[31-07-2014]
Una serata di ricette per genitori
[20-05-2014]
Leonardo. Un ariete nato troppo presto
[04-04-2014]
La Bologna Children's Book Fair per la prima volta apre le porte al pubblico
[31-03-2014]
Gli autori inseriti oggi
[09-02-2014]
Avere cinquecento anni e non dimostrarli!
[23-07-2013]
La ballata lirica
[21-05-2013]
Leggi le altre News