Recensioni libri

Luis Sepúlveda

Luis Sepúlveda biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20347

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

Biografia Luis Sepúlveda
Luis Sepúlveda
Modifica bioCronologia

Luis Sepúlveda è nato a Ovalle in Cile nel 1949; venuto al mondo già fuggitivo, come ama ricordare, perché partorito in un albergo durante la fuga d’amore dei suoi giovanissimi genitori. Viaggiatore e poeta, osservatore della realtà e sognatore, tradotto in quindici paesi, ha girato il mondo anche per conto dell'Unesco e di Greenpeace, lottando per i diritti dell'uomo e improntando la sua scrittura alle tematiche ecologiste. Ha cominciato prestissimo la sua attività di scrittore militante: a soli quindici anni entrò nella Gioventù comunista cilena, diffondendo i suoi racconti e poesie in riunioni sindacali, scioperi e manifestazioni. Fin da quel periodo ebbe rapporti difficili con la cultura ufficiale e intellettuale del suo paese, che aveva nei suoi confronti un atteggiamento snobistico, quando non proprio di attacco diretto. Ma il giovane Luis nel 1969 vinse comunque il Premio Casa de Las Américas con la raccolta di racconti "Crónicas de Pedro Nadie", evento che lo divise ulteriormente dai connazionali accademici, ma che gli valse la stima di uno dei pochi autori cileni che sempre riconobbe tra i suoi punti di riferimento, Francisco Coloane.

Nei primi anni ’70 si dedicò completamente all’attività politica, primo punto di riferimento dei suoi scritti del periodo, divisi tra teatro, programmi radiofonici e qualche racconto. Divenne membro attivo dell'Unità Popolare Cilena e nel ‘73 entrò nella struttura militare del Partito socialista, diventando anche membro della guardia personale di Salvador Allende. Neanche dopo il colpo di stato che lo costrinse prima al carcere e alla tortura, poi, a partire dal ’77, all’esilio, il suo spirito combattivo si rassegnò, partecipando alla guerriglia di altri paesi sudamericani. In Ecuador visse direttamente il mondo degli Indios, dai quali imparò la lingua, l’essenza della vera libertà e il rispetto per i delicati equilibri del pianeta. Questa esperienza segnò i suoi destini di scrittore e di militante totale in favore di una natura saccheggiata. Anni più tardi, da quel periodo trasse il suo libro di maggior successo internazionale," Il vecchio che leggeva romanzi d'amore". In seguito ha vissuto a lungo tra Parigi e Amburgo, e ora, dopo un periodo trascorso immerso nella natura della Foresta Nera, ha preso dimora a Gijón, in Spagna, dove si divide tra l'attività di scrittore e quella di ideatore e direttore del Salón del Libro Iberoamericano.

"Il vecchio che leggeva romanzi d'amore" (Guanda Editore), libro che lo ha consacrato al successo, racconta infatti una storia poetica ambientata nella foresta amazzonica. Il secondo romanzo," Il mondo alla fine del mondo" (Guanda Editore), dedicato ai pescatori dell'Antartide, descrive le malie della natura, il fascino inevitabile delle balene che cantano, la follia distruttiva dell'uomo che non vuole ascoltare la voce del pianeta. Con "Un nome da torero" (Guanda Editore) Sepúlveda sposa la biografia al thriller, l'azione alla geografia sconfinata (un investigatore privato rincorre una cassa di monete d'oro nascosta in Patagonia da due soldati della Gestapo) e con "La frontiera scomparsa" (Guanda Editore) affronta la tematica autobiografica della lotta, dell'esilio, della libertà. Avventura e utopia tornano nel libro seguente, "Incontro d'amore in un paese in guerra" (Guanda Editore), raccolta di racconti che spaziano nei labirinti della fantasia assoluta. Il leit-motiv della favola e della sua umanità si riverbera in tutte le opere dello scrittore, come in "Diario di un killer sentimentale "(Guanda Editore) e "Patagonia Express" (Feltrinelli), "Le rose di Atacama2 (Guanda Editore). Con "Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare" (Salani Editore), da cui è stato tratto il film d'animazione "La gabbianella e il gatto", diretto da Enzo D'Alò, Sepúlveda dipinge un delicato acquerello sul valore dell'amicizia e dell'uguaglianza, al di là delle razze e delle differenze. Nell’ultimo libro pubblicato per la Guanda, "Raccontare, resistere. Conversazioni con Bruno Arpaia", Sepúlveda si confida sul lato più avventuroso e intimo della sua vita: gli amici, gli incontri con i grandi scrittori come Francisco Coloane e Osvaldo Soriano, i momenti condivisi con i compagni, Hernan Rivera Letelier, Mario Delgado Aparain, Mempo Giardinelli e Mario Benedetti. Rivive i festival letterari, le occasioni d’incontro pubbliche e private tra Parigi, Santiago, Gijon, Guadalajara, Roma e le tante province italiane che ha visitato. Suo interlocutore Bruno Arpaia, egli stesso scrittore e conoscitore della letteratura sudamericana.

Nel 2000 ha partecipato al Seminario organizzato dal Collegio dei traduttori del Premio Grinzane Cavour , esperienza che ha portato alla pubblicazione, del racconto "Le cose dell’amore".

Luis Sepúlveda I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

Hai un sito che parla di Luis Sepúlveda?
Inserisci il link su zam.it

 
Ultimi libri pubblicati di
Luis Sepúlveda
Il mondo alla fine del mondo
Il mondo alla fine del mondo
Le favole di Luis Sepúlveda da colorare: 1
Le favole di Luis Sepúlveda da colorare: 1
Il mondo alla fine del mondo
Il mondo alla fine del mondo
La frontiera scomparsa
La frontiera scomparsa
Il vecchio che leggeva romanzi d'amore
Il vecchio che leggeva romanzi d'amore
Storie ribelli
Storie ribelli
Trilogia dell'amicizia
Trilogia dell'amicizia
Storia di una balena bianca raccontata da lei stessa
Storia di una balena bianca raccontata da lei stessa
Istoria de unu cau marinu e de su gatu chi l'aiat imparadu a bolare
Istoria de unu cau marinu e de su gatu chi l'aiat imparadu a bolare
Tutte le favole
Tutte le favole
Vivere per qualcosa
Vivere per qualcosa
La fine della storia
La fine della storia
Le rose di Atacama
Le rose di Atacama
Vivere per qualcosa
Vivere per qualcosa
Il vecchio che leggeva romanzi d'amore
Il vecchio che leggeva romanzi d'amore
Tutte le favole
Tutte le favole

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Premio Sulmona di giornalismo
[28-09-2018]
Mangia come scrivi: e la cena diventa spettacolo
[17-09-2018]
settimana dal 17 al 21 settembre 2018 a Fahrenheit
[17-09-2018]
La settimana di Fahrenheit
[11-09-2018]
Portoday 2018 una giornata dedicata alla scrittura a Treviso
[11-09-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedi 3 settembre
[01-09-2018]
Riapre il Cinema Spazio Oberdan di Milano dal 16 agosto. Il Programma
[17-08-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedì 13 agosto
[10-08-2018]
Leggi le altre News


Autori e film 15/12/2018

Nessun Risultato

Tutti gli autori dei film della settimana