Recensioni libri

Sihem Bensedrine

Sihem Bensedrine biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20339

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

Sihem Bensedrine biografia

Sihem Bensedrine   Sihem Benzedrine è una brillante giornalista a lungo perseguitata dal governo tunisino, per la sua lotta nella difesa della libertà di stampa e nella denuncia contro la violazione dei diritti umani, attraverso l'uso sistematico della tortura. Scrittrice di romanzi, redattrice di varie testate giornalistiche indipendenti, è ora in esilio in Germania. Dirige un giornale in internet, Kalima, tutt'ora proibito in Tunisia.   BIOGRAFIA Sihem Bensedrine è nata il 28 ottobre 1950 a la Marsa (Tunisi). Ha studiato in Francia all'università di Tolosa dove ha conseguito la laurea in filosofia. Nel 1980 diventa reporter per il giornale indipendente Le Phare e dopo la sua sospensione lavora per il giornale Maghreb, che verrà chiuso nel 1983. In questo stesso anno lavora come redattrice nella Gazette touristique e fonda l'Hebdo Touristique. Dirige anche il giornale di opposizione EL Mawkif, vicino al RSP (rassemblement socialiste progressiste). Nel 1999, fonda insieme ad un gruppo di intellettuali tunisini e europei una società di autori euromediterranea, le edizioni Aloès. Il 10 aprile del 200, in seguito ad un convegno sui diritti umani svoltosi nella seda della casa editrice, il governatore decide di chiudere la sede. Dal suo ritorno nel 1979 Sihem Bensedrine si impegna nel movimento per la libertà della stampa, dei diritti delle donne e umani, in quanto membro della Ligue des droits de l'homme (LTDH). Nel 1979 fonda con altre femministe le Club des femmes Tahar Haddad e partecipa alla rete "Femmes Maghreb 2002", animata da Fatima Mernissi. Aderisce all'associazione dei giornalisti tunisini (AJT) e nel 1980 partecipa alla crezione di una commissione di donne in seno all'AJT. Nel 1987 partecipa alla creazione del sindacato dei giornali indipendenti in seno all'UGTT.. Nel giugno del 1991, le autorità domandano le dimissioni dall'incarico di direttrice della LDTH, in seguito ad un dossier, in cui venivano denunciati gli innumerevoli casi di morte per tortura. Le LDTH rifiuta la domanda di dimissione di Sihem fatta da parte del ministero degli interni. Questo decide lo scioglimento immediato della LTDH, lanciando un campagna di diffamazione contro la SIhem. Il 10 dicembre del 1998 fonda le Conseil National pour les libertés en Tunisine (CNLT). Nel giugno del 2001, è arrestata all'aeroporto di Tunisi e imprigionata in seguito ad un'intervista rilasciata in una rete televisiva londinese in cui denunciava l'uso sistematico della tortura e la corruzione. Viene liberata dopo un mese e mezzo sotto la pressione di una grande campagna di solidarietà tunisina e internazionale. Nel 2002 è la fondazione di Amburgo per i perseguitati politici a volerla accogliere. Dal 2005 è in esilio in Germania, grazie all'appoggio di questa associazione di letterati PEN. SITOGRAFIA http://campaigns.ifex.org/tmg/ (sito ufficiale del Tunisia Monitoring Group, sulla libertà di espressione in Tunisia www.geocities.com (sito ufficiale del Conseil National pour les Libertés en Tunisie) www.amnestyinternational.it www.kalimatunisie.com (sito web del giornale Kalima, oscurato in Tunisia e di cui Sihem è capo redattrice) EVENTI NAZIONALI · Il 17 ottobre 2003, il centro culturale PEN club ha invitato Sihem Bensedrine nell'ambito del convegno "Le donne nella scrittura tra libertà di espressione e persecuzione" · Il 15 e 16 dicembre 2007 Sihem ha partecipato alla Fiera del libro delle donne di Salerno, organizzata dall'associazione Fenalc. EVENTI INTERNAZIONALI · Nel 2008 Sihem Bensedrine ha partecipato al convegno di informazione sulla Tunisia, organizzato dal Dunish Institute for Human Rights. PERCORSO DI LETTURA L'EUROPE ET SES DESPOTES Questo libro non è edito in Italia Libro scrito da Sihem e suo marito in esilio ; opera critica verso l'Unione Europea e il suo appoggio ai regimi autoritari nell'Africa del nord, in particolare contro la dittatura del presidente tunisino Zine El Abidine Ben Ali. Reporters sans frontière denuncia l'attitudine liberticida del presidente, puntando il dito contro una politica che ostacola in tutti i modi una libera espressione della stampa.  

Modifica biografia

I Libri di Sihem Bensedrine

Lettera a un'amica scomparsa in Iraq (Cronache)2006
Sihem Bensedrine I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

Hai un sito che parla di Sihem Bensedrine?
Inserisci il link su zam.it

 

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Il grande naso e il grande cuore di Cyrano
[31-07-2014]
Una serata di ricette per genitori
[20-05-2014]
Leonardo. Un ariete nato troppo presto
[04-04-2014]
La Bologna Children's Book Fair per la prima volta apre le porte al pubblico
[31-03-2014]
Gli autori inseriti oggi
[09-02-2014]
Avere cinquecento anni e non dimostrarli!
[23-07-2013]
La ballata lirica
[21-05-2013]
Quali sono i programmi Tv che parlano di libri?
[24-03-2013]
Leggi le altre News