Recensioni libri

Silvana Mauri

Silvana Mauri biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20340

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

Zam è anche

Recensioni Film
Canzoni
Programacion TV
Programme Tv
Programação TV
Tv Programm

Silvana Mauri biografia

Silvana Mauri Eclettica e generosa, sempre pronta a dare ascolto agli altri, amava la vita come un' avventura emozionale. Fu attiva testimone e protagonista della cultura milanese e italiana del secondo Novecento. Una donna schiva che visse e lavorò tra i libri e per i libri, ma che non aveva mai voluto scriverne uno fino a quest' anno, nonostante la sua propensione al racconto orale e la grande familiarità con la scrittura, che la portò ad annotare in lettere e diari i ricordi personali, le riflessioni, gli avvenimenti e i personaggi conosciuti e amati. Nata a Roma nel 1920, Silvana Mauri si trasferì con la famiglia a nove anni a Milano. Era figlia dell' avvocato Umberto, futuro presidente di Messaggerie Italiane, e di Maria Luisa, sorella dell' editore Valentino Bompiani. Frequentò il classico al «Parini», dove si legò in particolare con la compagna Franca Norsa, a cui il padre, contrario alla sua possibile carriera d' attrice, intimò di usare in ogni caso uno pseudonimo. Ci pensò Silvana, che in quei mesi leggeva le poesie di Paul Valéry, a trovarle un nome d' arte: così nacque Franca Valeri. Intanto, a soli 17 anni, Silvana fu chiamata dallo zio Val in casa editrice a correggere le voci del mitico «Dizionario delle Opere». Ma arrivarono le leggi razziali: l' amica Franca fu costretta a lasciare il «Parini» e a nascondersi in uno scantinato, mentre Vittorini inviava il manoscritto di «Uomini e no» in capsule di medicine. Per Silvana fu l' inizio di un lavoro in Bompiani, che durò più di quarant' anni e dove si trovò a contatto con i più noti scrittori: Quasimodo, Gatto, Alvaro, Zavattini, Moravia, Eco, Antonio Porta. E soprattutto Pasolini. Ai tempi della guerra si scrivevano quasi ogni giorno. Un rapporto di fratellanza di due giovani, che si consolidò nel tempo. In attesa dell' esito del referendum, la sera del 2 giugno 1946 Silvana conobbe in casa di amici lo scrittore Ottiero Ottieri. Si rividero poi a Milano e si sposarono nel 1950 ed ebbero due figli, Maria Pace e Alberto, e i nipoti Virginia, Leon e Gregorio. Negli ultimi vent' anni, dopo la vendita della Bompiani, Silvana si occupò della Scuola per Librai «Mauri» presso la Fondazione Cini a Venezia. È stata in ufficio fino all' ultimo giorno. Cedendo alle insistenze degli amici, Silvana ha recentemente pubblicato per l' editore Nottetempo il libro «Ritratto di una scrittrice involontaria», nel quale racconta mezzo secolo dell' editoria italiana. addii@francomanzoni.it

Modifica biografia

I Libri di Silvana Mauri

Ritratto di una scrittrice involontaria (Ritratti)2006
Silvana Mauri I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

Hai un sito che parla di Silvana Mauri?
Inserisci il link su zam.it

 

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Il grande naso e il grande cuore di Cyrano
[31-07-2014]
Una serata di ricette per genitori
[20-05-2014]
Leonardo. Un ariete nato troppo presto
[04-04-2014]
La Bologna Children's Book Fair per la prima volta apre le porte al pubblico
[31-03-2014]
Gli autori inseriti oggi
[09-02-2014]
Avere cinquecento anni e non dimostrarli!
[23-07-2013]
La ballata lirica
[21-05-2013]
Quali sono i programmi Tv che parlano di libri?
[24-03-2013]
Leggi le altre News