Autore Topic: le due parole  (Letto 16262 volte)

nihil

  • Mucchine
  • Drago
  • *****
  • Post: 5059
  • Karma: +72/-71
    • Mostra profilo
Re:le due parole
« Risposta #270 il: Marzo 07, 2017, 16:26:27 »
Non aveva più voglia di ripetere quel numero di lap dance: il palo le faceva girare la testa e dimenare il sedere davanti al quel pubblico di uomini ubriachi le provocava un senso di nausea. Poi però il pensiero di Sofia che dormiva a casa con la nonna le ridiede la forza di ricominciare e l'idea della cartamoneta negli slip la fece sorridere.

Caccia, aquilone
    corto ma molto umano

nihil

  • Mucchine
  • Drago
  • *****
  • Post: 5059
  • Karma: +72/-71
    • Mostra profilo
Re:le due parole
« Risposta #271 il: Maggio 30, 2017, 19:15:53 »
febbre, febbre, febbre e gioia, oggi non si va a scuola. Ma a scuola c'è Riccardo, oggi non lo vedrò. E se lui poi esce con Marisa? Quanto dura la febbre? Abbastanza giorni perchè lui mi scordi? febbre, febbre, febbre e nessuna gioia. Mi alzo e vado a scuola.



nuove parole: surf  Everest

nihil

  • Mucchine
  • Drago
  • *****
  • Post: 5059
  • Karma: +72/-71
    • Mostra profilo
Re:le due parole
« Risposta #272 il: Dicembre 13, 2017, 14:18:37 »
ohibò, qui si è fermato tutto. Prometto di abbassare le tasse, trovare posto di lavoro ai giovani, abbassare l'età pensionabile...basta che postiate ancora racconti. Vedo di riprendere il filo, a esempio di buona volontà.

SURF  EVEREST

Aveva comperato un surf nuovo, moriva dalla voglia di provarlo, ma lui abitava a Bergamo, il mare non c'è.
Si fece prestare l'auto da un amico, di quelle con il navigatore incorporato. Armeggiò un poco con i contatti e infine riuscì a inserire la destinazione desiderata.
Dopo giorni di girare a destra e prendere la seconda uscita dopo la rotonda e roba simile, arrivò. Non pensava che la Liguria fosse così lontana. Quando scese dall'auto ammirò una bellissima montagna, ma mare nessuno. Si mise gli occhiali , che non portava mai per vanità, e controllò il navigatore. Solo allora lesse EVEREST.


nuove parole    stagione  aghi

piccolofi

  • Mucca Razzo
  • *
  • Post: 1577
  • Karma: +48/-7
  • Buon vento !
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:le due parole
« Risposta #273 il: Marzo 31, 2018, 18:35:16 »
Cara Nihil, il problema è che la tua vena creativa, la tua così fertile e a volte bizzarra fantasia, pochi ce l'hanno. Dovresti scrivere racconti.
 

nihil

  • Mucchine
  • Drago
  • *****
  • Post: 5059
  • Karma: +72/-71
    • Mostra profilo
Re:le due parole
« Risposta #274 il: Aprile 15, 2018, 08:47:31 »
aghi di pino da tutte le parti, in mezzo ai maglioni, nei panini alla riccottra ( che schifo, la riccotta nei panini) , nei bicchieri. Ma chi aveva scelto quel posto per il pic nic? E poi ... che stagione è quella di novembre inoltrato per andare in montagna? nemmeno le formiche erano arrivate a gustare le bricciole. E poi arrivò lui, un cerbiatto, con lo sguardo pieno di dubbi, ma dolcissimo. E allora benedì gli aghi di pino, gli scoiattoli  e la riccotta. E di nascosto infilò nel panino una decina di fette di prosciutto, che si era portata appresso...perchè non si sa mai.
E al cerbiatto dette un bacio virtuale e una mela vera.



parole nuove:  matematica-arte


forza ragazzi, datevi da fare

Vault

  • Ippo Noob
  • *
  • Post: 28
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:le due parole
« Risposta #275 il: Maggio 11, 2018, 20:31:51 »
Si era iscritto da poco in quel forum, attratto dal promettente titolo, senza prima sfogliarne le pagine per farsi un’idea dell’utenza. Che diamine, certe cose (se non tutte le cose) si fan per sensazione, qual che sia… e poi, diciamocelo, in un consesso d’amanti della letteratura, la MATEMATICA  sarà sempre un’opinione… vuoi metter l’ARTE e la sua seducente promessa (vissi d’arte…)?

Con il trascorrere dei giorni e le scarne se non nulle risposte ai suoi interventi, si risolse a dar un’occhiatina al contesto… ahilui,  riscontrò che le parole di un utente lette in un post: siam rimasti quattro gatti… corrispondevano a verità. Risalendo gli ultimi post, per il mese che permetteva il programma, due mani eran fin troppe per tener il conto.

Per carità, sempre meglio che suonarsela e cantarsela da solo e poi quei quattro gatti rimasti si davano da fare per tener il locale aperto, ma, signori, un locale pubblico ambisce ai clienti come l’attore all’applauso, sarà anche commerciale ma occorrerebbe far qualcosa per incrementare il flusso… promozioni e cotillon (inteso come “piccolo regalo” e non la danza antesignana della quadriglia) per  rinvigorire l’antico spirito di gruppo (eh, 1108 potenziali ex-utenti, anche solo un 10 %...).

Cominciò a scrivere “Le RIFLESSIONI di un nuovo utente”, augurandosi venisse gradita la PRESENZA di un battitore fuori dal coro…


RIFLESSIONI & PRESENZA  of course… 


Vault