Recensioni libri

William Faulkner

William Faulkner biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20346

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

Biografia William Faulkner
William Faulkner
Modifica bioCronologia

Faulkner nacque come William Falkner (senza la "U") a New Albany, nel Mississippi. Fu fortemente influenzato dall'ambiente del profondo Sud degli Stati Uniti. Il suo bisnonno, William Clark Falkner, fu una figura importante nella storia del Mississippi. Aveva combattuto, con il grado di colonnello, nell' esercito confederato, aveva costruito una ferrovia e dato il proprio nome, Falkner, ad una città vicino alla contea di Tippah. Forse, però, la traccia più profonda che lasciò nella propria famiglia furono i molti romanzi che scrisse, insieme ad altre opere, dando così vita ad una tradizione letteraria tutta famigliare. Anni dopo, il colonnello Falkner sarebbe diventato fonte di ispirazione per la stesura del personaggio del colonnello John Sartoris, nei romanzi del bisnipote.

È comprensibile che il giovane Faulkner fosse stato influenzato ed avesse attinto dalla storia della propri famiglia e della regione dove era vissuto. Il Mississippi ha segnato il suo 'sense of humor', il suo sentire la tragica contrapposizione tra Neri e Bianchi, le sue caratterizzazioni nitide dei tipici personaggi del Sud ed i suoi temi ricorrenti, uno dei quali il concetto che dietro la facciata di gente semplice ed alla buona, si potessero trovare menti brillanti ed intelligenze fuori dal comune. Uno dei primi editori commise l'errore di scrivere il nome di Falkner come 'Faulkner' e l'autore decise di mantenere quel cognome.

Tra i romanzi più famosi di Faulkner, considerati generalmente capolavori, ricordiamo L'urlo e il furore (1929), Mentre morivo (1930), Luce d'agosto (1932), Gli invitti (1938) e Assalonne, Assalonne! (1936). Faulkner fu anche uno scrittore prolifico di romanzi brevi: la sua prima raccolta, Queste 13(1931), comprende alcune delle sue storie più conosciute, come Una rosa per Emily, Foglie rosse e Settembre secco. Durante gli anni '30, nel tentativo di guadagnare qualche soldo, Faulkner ebbe l'idea di Santuario, un romanzo sensazionalista, in uno stile che oggi verrebbe definito "pulp" (pubblicato per la prima volta nel 1931). Il modo in cui vengono affrontati i temi del male e della corruzione, con i suoi toni da 'gotico del profondo sud', suonano incredibilmente attuali. Del seguito del romanzo, Requiem per una monaca, venne tratta una versione teatrale, ad opera di Albert Camus. L'introduzione di questo romanzo consiste in un'unica frase, che si prolunga per almeno due pagine. Faulkner ricevette il Premio Pulitzer per Una favola, e vinse il National Book Award (postumo) per la sua The collected stories.

Faulkner è stato anche un apprezzato autore di romanzi polizieschi, riuniti nella raccolta 'Sei racconti polizieschi: Gambetto di cavallo ed altre storie, e il protagonista dei quali era Gavin Stevens (apparso anche il Luce d'agosto e in Scendi, Mosè), un detective ed avvocato, profondo conoscitore della vita e delle abitudini degli abitanti della contea di Yoknapatawpha. Molti dei suoi racconti e dei suoi romanzi hanno per teatro l'immaginaria contea di Yoknapatawpha, per descrivere la quale si è ispirato ad un' altra contea, quasi identica in termini geografici, la contea Lafayette nel Mississippi, nella quale si trova la sua città natale e capoluogo della contea, Oxford. Yoknapatawpha era il suo 'marchio di fabbrica' ed è considerata una delle creazioni di fantasia più monumentali nella storia della letteratura.

Nei suoi ultimi anni Faulkner si trasferì a Hollywood per lavorare come scenografo (suoi sono i copioni del Grande sonno di Raymond Chandler e di Avere e non avere di Ernest Hemingway, entrambi diretti da Howard Hawks).

L'ultima parte della sua vita fu purtroppo segnata da un grave problema di alcolismo. Questo non gli impedì tuttavia di presenziare all'assegnazione del Premio Nobel per la Letteratura e di pronunciare uno dei discorsi più significativi mai ascoltati in tale occasione. Faulkner decise di devolvere il proprio premio per la costituzione di un fondo che avesse come scopo quello di aiutare ed incoraggiare nuovi talenti letterari.

Morì a sessantaquattro anni, il 16 luglio 1962, ad Oxford, Mississippi.

Tratto da Wikipedia

William Faulkner I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

Hai un sito che parla di William Faulkner?
Inserisci il link su zam.it

 
Ultimi libri pubblicati di
William Faulkner
Santuario
Santuario
New Orleans sketches
New Orleans sketches

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Premio Sulmona di giornalismo
[28-09-2018]
Mangia come scrivi: e la cena diventa spettacolo
[17-09-2018]
settimana dal 17 al 21 settembre 2018 a Fahrenheit
[17-09-2018]
La settimana di Fahrenheit
[11-09-2018]
Portoday 2018 una giornata dedicata alla scrittura a Treviso
[11-09-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedi 3 settembre
[01-09-2018]
Riapre il Cinema Spazio Oberdan di Milano dal 16 agosto. Il Programma
[17-08-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedì 13 agosto
[10-08-2018]
Leggi le altre News


Autori e film 15/10/2019

Nessun Risultato

Tutti gli autori dei film della settimana