Recensioni libri

Jeffrey Moore

Jeffrey Moore biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20347

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

 

Recensione Jeffrey Moore

Jeffrey Moore

Gli artisti della memoria

Quanti di noi hanno finora sentito parlare di sinestesia? e di ipermnesia? E di sinestesia indotta da droghe o farmaci? Oppure di nostalgesia? Ebbene, questo divertente romanzo raccoglie uno spaccato di vita di 5 personaggi, ciascuno dei quali è portatore di una specifica anomalia della memoria e per questo motivo ammesso ai programmi sperimentali condotti da un famoso neurologo, il dott. Vorta.
Noel Burun, il protagonista, è un sinesteta, e un ipermnesiaco: quando ode una voce o legge una parola sagome multicolori si formano incontrollabilmente nella sua testa, e si dispongono come contrassegni o mappe sì da fargli tenere a mente, nei minimi particolari, un’emozione, uno stato d’animo, le parole stesse, di ogni grande o minuto evento della sua vita. Il suo amico Norval, scrittore, si presta di buon grado agli esperimenti dell’illustre neurologo in quanto questi gli fornisce le droghe psicotrope che gli consentono di spingersi, sui binari di una sinestesia artificialmente indotta, oltre i confini della sua immaginazione, nella ricerca ossessiva di tradurre la propria vita in un’opera d’arte. J.J. è un inventore e un mac-artista (come scherzosamente lo definisce Norval), dato che si occupa di Medicina Alternativa e Complementare, coltivando e vendendo su Internet tonici di propria creazione e produzione; egli fa parte del gruppo studiato dal dott. Vorta in quanto dotato di eccellente memoria in una personalità che cerca rifugio in una idealizzata, nostalgica giovinezza (sindrome che Vorta stesso definisce “Peterpandemonio”, riconoscendola come caratteristica di tutta una generazione).
Samira, che soffre di perdita di memoria a seguito di assunzione involontaria di droghe e viene arruolata dal neurologo per uno studio sull’amnesia, si occupa di arte-terapia, una disciplina che, basandosi sulla premessa che le parole possono costituire una barriera, favorisce l’espressione di sé attraverso il processo creativo-artistico.
Ben presto tanto Norval che J.J. e Samira scopriranno i segreto di Noel: la sua colta, bellissima e amatissima madre, appena cinquantaseienne, è affetta dal morbo di Alzheimer, ed è anch’essa in cura presso Vorta, per il quale tiene un diario dove narra giorno per giorno il suo confronto con la malattia.
Il romanzo si snoda attraverso i diari dei personaggi e il racconto di uno scrittore professionista incaricato da Vorta di narrare la loro storia, racconto arricchito dalle note di coda del neurologo stesso. I diari dei personaggi si intersecano, il neurologo puntualizza e interpreta i fatti stravolgendone spesso il significato e lo scrittore professionista dice la sua, smentendo a propria volta più di un particolare tanto delle narrazioni dei pazienti che, più ancora, di quelle di Vorta, in un continuo affascinante gioco come di piani mobili inclinati che paiono convergere in un punto per poi cambiare inaspettatamente orientamento e condurre così a soluzioni nuove e inattese.
Noel e i tre amici, ciascuno forte delle proprie competenze, fonderanno il sodalizio “Gli alchimisti dell’Alzheimer” con lo scopo di aiutare Stella Burun a superare i sintomi della sua malattia e… dato che le favole esistono davvero… Noel potrà concludere il suo diario con questa frase: “…ciò non sarebbe mai potuto accadere senza mia madre, il cui amore per me – e bisogno di me – mi ha elevato ad una sfera superiore di esistenza, trasformandomi in cavaliere, in mago, in matto – e rendendomi veggente, non più cieco ai miracoli”.

di Eliana Calza

Jeffrey Moore: “Gli artisti della memoria”
Traduzione dell’inglese di Pier Francesco Paolini
Ed. Marcos y Marcos, Milano
2005, pagg. 410, euro 16,00

Jeffrey Moore I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

 

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Premio Sulmona di giornalismo
[28-09-2018]
Mangia come scrivi: e la cena diventa spettacolo
[17-09-2018]
settimana dal 17 al 21 settembre 2018 a Fahrenheit
[17-09-2018]
La settimana di Fahrenheit
[11-09-2018]
Portoday 2018 una giornata dedicata alla scrittura a Treviso
[11-09-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedi 3 settembre
[01-09-2018]
Riapre il Cinema Spazio Oberdan di Milano dal 16 agosto. Il Programma
[17-08-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedì 13 agosto
[10-08-2018]
Leggi le altre News