Recensioni libri

Eugenio Cardi

Eugenio Cardi biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20347

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

 

Recensione Eugenio Cardi

Eugenio Cardi

La Roma di noi tutti

Recensione letteraria di ROMANTHOLOGY – Autori vari – Giulio Perrone Editore, 2006


Giovedì 27 Aprile mi sono recato alla presentazione di questa curiosa raccolta di racconti, tutti aventi per comun denominatore la nostra amata-odiata capitale.
A dispetto della data, giovedì 27 aprile pioveva, ma pioveva come piove a Dicembre o a Gennaio.
Pioveva e faceva freddo, e per di più ero anche in ritardo. Una serie di validi motivi insomma, per arrivare alla presentazione con animo non proprio consono ad ascoltare qualcosa o qualcuno.
La sala della libreria era già piena, ma ho trovato un posto nell’ultima fila.
Man mano, l’acqua che avevo indosso ha iniziato ad asciugarsi ed io a rilassarmi. Così, sdraiato sulla mia seggiola, ho iniziato ad interessarmi a ciò che stava succedendo: la saletta era densa di emozione. Era l’emozione provata dagli stessi autori della raccolta – quasi tutti esordienti - che lentamente andava contagiando ognuno di noi spettatori.
Ognuno di loro - con timidizza e sottovoce - ha iniziato a dar vita al proprio racconto, leggendone un passo.
Così Roma ha cominciato a uscir fuori da quelle pagine: la Roma che ognuno di noi conosce, fatta di bar, di strade, di quartieri, di asili e di parcheggi impossibili da trovarsi.
La Roma che si intravede dai finestrini dei treni in arrivo alla Stazione Termini, e che stringe il cuore di chi ci mette piede per la prima volta per motivi di lavoro o di famiglia: “Poi all’improvviso – avevo sedici anni – Roma diventò una casa al quartiere Portuense dal quale però, nonostante il nome, non si vedeva il mare, e un autobus a orario che non era più un autobus, ma l’auto e basta, oppure er 98, e fu Roma anche la prima lunga passeggiata da ponte Vittorio alla stazione Termini, con le gambe e gli occhi che non tenevano più” (Antonella, di Vittorio Alessandro).
Un libro coraggioso, ben scritto e ben fatto.
Coraggioso per la genuina, meravigliosa voglia di raccontarsi di questo gruppo di amici, ben 12, diversi tra di loro per età, cultura e posizione sociale che, diligentemente, con metodo e ordine, ha deciso di provare a descrivere la propria città, per nascita o per adozione, con un racconto-diario della propria vita quotidiana e di proporlo ad un editore – Giulio Perrone – che, ancor più coraggiosamente, ha sposato il progetto e ha deciso di dargli vita.
Cosa dire di più? Per essere degli esordienti, mica male…
Eugenio Cardi (www.eugeniocardi.it)

Eugenio Cardi I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

 

Ultimi libri pubblicati di
Eugenio Cardi
Venduta da mia madre. Segreti di una famiglia poco perbene
Venduta da mia madre. Segreti di una famiglia poco perbene

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Premio Sulmona di giornalismo
[28-09-2018]
Mangia come scrivi: e la cena diventa spettacolo
[17-09-2018]
settimana dal 17 al 21 settembre 2018 a Fahrenheit
[17-09-2018]
La settimana di Fahrenheit
[11-09-2018]
Portoday 2018 una giornata dedicata alla scrittura a Treviso
[11-09-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedi 3 settembre
[01-09-2018]
Riapre il Cinema Spazio Oberdan di Milano dal 16 agosto. Il Programma
[17-08-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedì 13 agosto
[10-08-2018]
Leggi le altre News