Recensioni libri

Enzo Barnabà

Enzo Barnabà biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20347

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

 

Recensione Enzo Barnabà

Enzo Barnabà

Dietro il Sahara - Recensione.

Gran bella collezione di racconti per un autore. Barnabà, che è probabilmente vicino alla mezza età ma che qui, dopo pubblicazioni nel campo della francesistica e della "storia delle classi subalterne", è all'esordio con la narrativa. Barnabà ha lavorato in Africa e dell'Africa ora racconta, battendo una strada percorsa da pochissimi altri italiani (dal solo Mauro Curradi?). Barnabà è narratore garbato, di buon gusto, sapiente e misurato, e con un debole — ma si tratta di debolezza tenuta sotto controllo — per il paesaggismo lirico. La location è l'Africa nera subsahariana, con storie ambientate in Costa D'Avorio e in Mali in particolare. I suoi racconti hanno in parte protagonisti tutti africani, e in parte hanno protagonisti mixté (bianchi e neri), che sembrano appartenere a un'epoca che non è esattamente quella dei giorni nostri, ma che è piuttosto situabile nel periodo 1970-1990. Quel che Barnabà cerca prima di tutto di fare, con successo, è di raccontare buone storie. Ma in più — e qui sta il vero punto forte del libro — queste buone storie smuovono. Non sono mai né paternalistiche né rancorose, non sono mai politicamente corrette e nemmeno pretendono di indicare buoni e cattivi. Sembrano (probabilmente sono) storie terribilmente vere, perfette nel mettere in moto i meccanismi dello svelamento della verità, con i suoi effetti non certo pacificanti su chi legge. Coś, riescono a irritare il lettore italiano con le intollerabili (perché cieche, demenziali, arroganti) “africanità” dei protagonisti neri, e allo stesso tempo a far provar disgusto a quel medesimo lettore di fronte alla superbia, alla supponenza, alla grandeur e alla stupidità mascherata da intellettualità dei suoi connazionali o degli altri europei sparsi per i racconti. Insomma un libro bello e sincero, di gradevole lettura e fastidioso. Un libro che. francamente, pụ far compiere un primo passo verso la conoscenza per tanti italiani (e per tanti africani in Italia) che la strada della vicendevole comprensione — per non parla rare di quella dell'integrazione — non solo non l'hanno ancora intrapresa, ma nemmeno sanno da dove parta.

Piersandro Pallavicini
Pulp libri, luglio-agosto 2004

Enzo Barnabà I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

 

Ultimi libri pubblicati di
Enzo Barnabà
Il passo della morte. Storie e immagini di passaggio lungo la frontiera tra Italia e Francia
Il passo della morte. Storie e immagini di passaggio lungo la frontiera tra Italia e Francia
Il viaggio di Cunégonde
Il viaggio di Cunégonde

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Premio Sulmona di giornalismo
[28-09-2018]
Mangia come scrivi: e la cena diventa spettacolo
[17-09-2018]
settimana dal 17 al 21 settembre 2018 a Fahrenheit
[17-09-2018]
La settimana di Fahrenheit
[11-09-2018]
Portoday 2018 una giornata dedicata alla scrittura a Treviso
[11-09-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedi 3 settembre
[01-09-2018]
Riapre il Cinema Spazio Oberdan di Milano dal 16 agosto. Il Programma
[17-08-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da luned́ 13 agosto
[10-08-2018]
Leggi le altre News