Recensioni libri

Giampaolo Cassitta

Giampaolo Cassitta biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20347

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

 

Recensione Giampaolo Cassitta

Giampaolo Cassitta

Recensione "Il giorno di Moro"

Perchè proprio a via Caetani?

Da Liberazione
Di Tonino Bucci


Il 19 maggio 1978 è una data che non si dimentica nella storia italian. Il ritrovamento del corpo di Aldo Moro a Roma, in via Caetani, ucciso dalle Brigate Rosse, sarà paragonato nientemeno che alla notte della Repubblica - per dirla con la formual di Segio Zavoli. Così intenso è stato l'effetto che quella data ha avuto non solo nella cronolgia storica, ma nella vita quotidiana di un'intera generazione, che avrebbe travalicato I confini della cronaca per entrare definitivamente nell'immaginario.
Tutti quelli che avevano età sufficientemente adulta ricordano quello che stavano facendo nel momento in cui appresero la notizia della morte di Moro, dice Caludio Marceddu, l'insolito protagonista del romanzo di Giampaolo Cassitta, Il giorno di Moro, un funzionario del Ministero della Giustizia, ormai al suo terzo romanzo dopo Asinara, il rumore del silenzio e Supercarcere Asinara (Frilli editori), oltre ad un saggio-racconto su suno strano sequestro di persona, La zona grigia, cronaca di un sequestro di persona (Condaghes).

Dalla sua penna emerge il profilo del personaggio principale, CLaudio MArceddu, appunto: alle spalle ha un passato di militanza in una radio di Alghero di estrema sinistra negli anni 70. E' toccato, come gli altri, dala crisi politica e umana della sua generazione. Non a caso l'omicidio Moro è vissuto come la sconfitta di una sfida per trasformare il mondo, soffocata ancor prima di cominciare. Per questo imbocca gli studi di giurisprudenza e intraprende la carriera del magistrato -forse un modo per rielaborare il desiderio di portare un pò di giustizia nel mondo.
Ma anche la speranza che il sistema giudiziario funzioni in maniera imparziale, è destinata ad infrangersi sui fatti.Lui stesso deve farne le spese. E' costretto per le pressioni gerarchiche superiori - soprattutto per uno dei "capi" del ministero a Roma, il soprannominato "ippopotamo" - a interrompere un'inchiesta du un giro di soldi e cocaina in Sardegna, nella quale sono coinvolti amministratori, politici e uomini d'affari. Lo spediscono a fare il magistrato di sorveglianza. Il nuovo compito è quello di esaminare le richieste, le domande di permesso, di uscita o di arresti domiciliari da parte dei detenuti in carcere. Tutte persone dietro le sbarre, tutte già processate e condannate dalla giustizia.
Eppure, dietro le sentenze si nascondono errori, equivoci, accuse pregiudiziali.
"Sono moderatamente nervoso. Angela continua a ripetermi che è il carcere. Io continuo a pensare sia questo stupido lavoro. Non sono nato per fare il Magistrato di Sorveglianza. Angela suggerisce di non pensarci e io le rispondo che è impossibile non pensare a quanto sia stronzo l'ippopotamo. Facevo il PM e lo sapevo fare. Lo volevo fare."
L'ex pubblico ministero, ora uno scontento, un deluso della vita, deve incontrare I detenuti in carcere e sarà proprio in una di quelle visite che incontrerà un vecchio amico di gioventù, Gianvittorio Loriga, compagno di militanza politica e di radio.
Da questo incontro nasce la vicenda principale del romanzo. A Marceddu sfugge perchè l'amico si trovi in carcere. Quale delitto ha commesso? E' stato un terrorista? E' un pentito? O è un assassino?
L'amico gli racconta una storia che ha a che fare proprio con Alfo Moro. Gli racconta che nello stesso giorno della morte dello statista democristiano, a Roma, è avvenuto un duplice omicidio. Nella zona della basilica di San Paolo fuori le mura una donna viene massacrata e uccisa assieme alla sua bambina. Dell'orrendo delitto viene accusato il marito,un sardo emigrato nella capitale per gestire un ristorante.
La loriga gli dice anche che l'uomo è innocente, che non ha ucciso la donna e la figlia, che sta scontando ingiustamente la pena dell'ergastolo. E gli chiede perciò di occuparsi del caso, di riaprire l'inchiesta.
Glielo chiede perchè è sicuro che il vecchio amico, ora magistrato, non resterà insensibile all'ingiustizia. E anche perchè la moglie dell'uomo uccisa si chiamava Violetta, lo stesso nome della ragazza che Marceddu e Loriga amavano in comune.
C'è una prova che non è mai stata analizzata: l'assassino aveva una spider rossa. Così, dentro un gioco di ricordi, Claudio Marceddu, nella veste di Magistrato di Sorveglianza si muove traSassari, Roma ed Alghero, alla ricerca di una verità che si intravede sotto strane coincidenze. Perchè quel giorno il cadavere di Moro è stato abbandonato in via Caetani? Soltanto perchè si trova tra le sedi del Pci e della Dc? Oppure perchè in quella via si trova il palazzo Mattei, lo stesso nome del presidente dell'Eni morto in circostanze misteriose? E perchè dietro gli eventi sbuca un'auto sportiva di lusso, rossa fiammante? Queste domande assillano Marceddu nella ricerca a rtroso sul filo che unisce la morte di Moro al duplice omicidio a causa del quale un uomo si trova in carcere a scontare l'ergastolo. Domande che rendono incredibili le sue ipotesi, ma anche più attraenti.
"E' solo un racconto" dice Giampaolo Cassitta in un'intervista pubblicata sul suo sito - "un lungo racconto di una parte di una generazione che negli anni 70 si è fortemente divisa. Ma non è la divisione che esiste oggi nel paese. Quella è stata una grande lacerazione con morti e feriti. Un pezzo terribile della nostra storia che ancora, nonostante siano passati quasi trent'anni, se ne parla quasi sottovoce. Il mio romanzo prova a chiedersi perchè il corpo di Moro viene abbandonato in via Caetani e da un gioco di simbologie nasce una storia, forse iverosimile, ma che farà riflettere.

Tonino Bucci.

Giampaolo Cassitta I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

 

Ultimi libri pubblicati di
Giampaolo Cassitta
Dolci, sante e marescialli
Dolci, sante e marescialli

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Premio Sulmona di giornalismo
[28-09-2018]
Mangia come scrivi: e la cena diventa spettacolo
[17-09-2018]
settimana dal 17 al 21 settembre 2018 a Fahrenheit
[17-09-2018]
La settimana di Fahrenheit
[11-09-2018]
Portoday 2018 una giornata dedicata alla scrittura a Treviso
[11-09-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedi 3 settembre
[01-09-2018]
Riapre il Cinema Spazio Oberdan di Milano dal 16 agosto. Il Programma
[17-08-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedì 13 agosto
[10-08-2018]
Leggi le altre News