Recensioni libri

Georges Simenon

Georges Simenon biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20347

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

 

Recensione Georges Simenon

Georges Simenon

Il piccolo libraio di Archangels

Proseguendo nella pubblicazione dell’opera omnia, Adelphi manda in libreria «Il piccolo libraio di Archangelsk»

LA STAGNANTE PROVINCIA DI SIMENON

Indagini su una bella donna che scompare


Georges Simenon, un grande che ci ha lasciati 18 anni fa, dotato di una penna di velocissima scrittura, capace di sfornare dodici libri in un solo anno e tutti di buona qualità, non ha mai dato segno di amare i grandi "casi", né le indagini clamorose, preferendo occuparsi dei drammi della vita comune, intento a sottolineare come la mediocrità - nel suo teatro della vita -, non sia solo materiale e sociale, ma anche psichica e sessuale.
Tutto questo incontriamo, ancora una volta ne "Il piccolo libraio di Archangelsk" (Titolo originale: Le petit homme d'Arkahangelsk, pp.172, euro 16) che Adelphi, occupato a pubblicare l'opera omnia del grande autore, ci propone nella bella traduzione di Massimo Romano.
Scritto nel corso di un solo mese a Cannes, nel 1956, col sogno irrealizzato da parte dell'autore di vederlo tradotto in film, interpretato da Charles Aznavour, indimenticabile Kachoudas ne I fantasmi del cappellaio di Chabrol, è ambientato nella provincia francese del Berry. E ben sappiamo come Simenon sia maestro nel tracciare ritratti dello stagnante clima provinciale con le sue atmosfere falsamente amiche, dove diffidenza e umane meschinità trovano l'humus più adatto per mettere radici. Protagonisti principali della trama sono: la bella Gina, dotata di un'avvenenza sensuale e prosperosa, un glamour succoso come quello di un frutto maturo, figlia di fruttivendoli di origine italiana, i Palestri e Jonas Milk, il libraio, ultimo rappresentante di una famiglia di ebrei russi, emigrati in Francia al tempo della Rivoluzione.
La madre di Gina, forse per metterla al riparo dalla sua troppa disinvoltura sessuale, pensa bene di collocarla in casa dal libraio polveroso e molto timido e schivo, come domestica. Dopo pochi mesi Jonas la sposa. Un'unione di convenienza, quasi un coperchio borghese sulle continue scappatelle di Gina che ogni tanto si allontana da casa per soddisfare la sua intemperante natura. Il piccolo libraio non dimostra gelosia e, appagato dalla compagnia disordinata di Gina che - oltretutto non è nemmeno una brava donna di casa - chiude un occhio, anzi tutti e due sulle "distrazioni" della consorte.
Un bel giorno, anzi un brutto giorno, Gina scompare più a lungo del solito. Il marito spera che si tratti del consueto copione e non dimostra apprensione coi curiosissimi vicini che lo tempestano di domande fra risolini di compatimento. Molto suggestivo il clima della place du Vieux-Marché che l'autore sa farci rivivere e respirare in maniera più che mai realistica.
I giorni scorrono inesorabilmente, Gina non torna. Oltretutto è fuggita rubando i preziosissimi francobolli della collezione del marito. La situazione si fa ossessiva. Chi ricorda L'orologiaio di Everton - solo per citare uno fra tanti capolavori simenoniani - qui ritroverà la meccanica bieca degli avvenimenti che sembrano strisciare come un sinuoso implacabile serpente.
Jonas continua, puntigliosamente, a fare la sua vita, ripetendo le azioni di sempre. I genitori di Gina e soprattutto il fratello, morbosamente attratto dalla sorella e poi il quartiere tutto, cominciano a sospettare di lui che all'inizio, tanto per rispondere qualcosa alle insidiose domande, aveva finito col lasciarsi scappare delle mezze bugie. Frasi buttate là.
Per il piccolo libraio la situazione si fa sempre più pesante e insostenibile. La polizia lo perseguita con estenuanti interrogatori. Ma l'epilogo del romanzo non saremo certo noi a rivelarvelo. Perché fare torto a uno scrittore tanto bravo e tanto simpatico?
Romanzi così ben scritti. Così veri. Vanno letti anche al di là della trama, per gustarne il clima, il profilo dei personaggi, il ritratto di un'umanità non vicinissima a noi nel tempo, eppure ancora attuale e capace di coinvolgerci profondamente.

Grazia Giordani

Di Grazia

Georges Simenon I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

 

Ultimi libri pubblicati di
Georges Simenon
Il sospettato
Il sospettato
La Marie del porto
La Marie del porto
Una testa in gioco. Letto Giuseppe Battiston letto da Giuseppe Battiston. Audiolibro. CD Audio formato MP3
Una testa in gioco. Letto Giuseppe Battiston letto da Giuseppe Battiston. Audiolibro. CD Audio formato MP3
Maigret a New York letto da Giuseppe Battiston. Audiolibro. CD Audio formato MP3
Maigret a New York letto da Giuseppe Battiston. Audiolibro. CD Audio formato MP3
La vedova Couderc
La vedova Couderc
Le persiane verdi
Le persiane verdi
Il morto piovuto dal cielo: e altri racconti (Le inchieste di Maigret: racconti)
Il morto piovuto dal cielo: e altri racconti (Le inchieste di Maigret: racconti)
Il morto piovuto dal cielo e altri racconti
Il morto piovuto dal cielo e altri racconti
Le persiane verdi
Le persiane verdi
La fioraia di Deauville e altri racconti
La fioraia di Deauville e altri racconti
Il fiuto del dottor Jean e altri racconti
Il fiuto del dottor Jean e altri racconti
Il fiuto del dottor Jean: e altri racconti (Le inchieste di Maigret: racconti)
Il fiuto del dottor Jean: e altri racconti (Le inchieste di Maigret: racconti)
Il fondo della bottiglia
Il fondo della bottiglia
Il fondo della bottiglia
Il fondo della bottiglia
La casa dei Krull
La casa dei Krull
Il Club delle Vecchie Signore e altri racconti
Il Club delle Vecchie Signore e altri racconti
La casa dei Krull
La casa dei Krull
Il sorcio
Il sorcio
In caso di disgrazia
In caso di disgrazia

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Premio Sulmona di giornalismo
[28-09-2018]
Mangia come scrivi: e la cena diventa spettacolo
[17-09-2018]
settimana dal 17 al 21 settembre 2018 a Fahrenheit
[17-09-2018]
La settimana di Fahrenheit
[11-09-2018]
Portoday 2018 una giornata dedicata alla scrittura a Treviso
[11-09-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedi 3 settembre
[01-09-2018]
Riapre il Cinema Spazio Oberdan di Milano dal 16 agosto. Il Programma
[17-08-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedì 13 agosto
[10-08-2018]
Leggi le altre News