Recensioni libri

Yasmina Khadra

Yasmina Khadra biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20347

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

 

Recensione Yasmina Khadra

Yasmina Khadra

Cugina K

Cugina K è senza dubbio un capolavoro. Khadra in questo brevissimo romanzo fa sfoggio di una prosa dura, aspra, tesissima.
La storia narrata può sembrare semplice, all’inizio addirittura scontata. Ma non è così.
Seguendo le vicende dell’anonimo protagonista, ci si ritrova in una solitudine implacabile, fatta di silenzi e dolorosi sguardi; con lui ci perdiamo in un’esistenza di abbandono, dove l’Altro non esiste in quanto altro, ma in quanto se stesso…

Cugina K potrebbe perfino non sembrare un noir: a prima vista, infatti, lo definiresti solo un romanzo psicologico, una tragedia ben congegnata dove un uomo racconta la sua solitudine. Ma pure stavolta non è così. Khadra è un maestro nello svolgere la matassa del tempo: con lui tutto avviene in maniera perfetta, teatrale, e, quando meno te lo aspetti, il grido di dolore del protagonista diventa anche il tuo grido di dolore, la sua percezione del mondo - via via più allucinata - diventa anche la tua percezione del mondo. A questo punto non hai più scampo: il tuo respiro si ritrova imprigionato nelle ombre che pervadono la sua mente e il suo cuore, e in breve la tua esistenza diventa un’esistenza priva di amore dove urlare la tua angoscia non serve a nulla, perché neppure il silenzio può fare da eco al tuo grido di dolore.

Ecco, quindi, che dobbiamo ricrederci: Cugina K non è soltanto un romanzo psicologico, no. Cugina K è molto di più: Cugina K è un romanzo psicologico, è una tragedia classica ed è un noir; un noir perfetto, dove violenza e solitudine esplodono improvvisamente con una ferocia che non ha eguali.
Mentre lo leggerete sentirete incombere su di voi gli spettri del tragico passato del protagonista, rivivrete le sue personali paure - che, per altro, sono anche le nostre paure: chi di noi non teme di rimanere da solo, di essere ignorato dal mondo, di non fare esperienza dell’amore?
Mentre leggerete Cugina K sentirete crescere nel vostro animo un disagio e un’inquietudine sempre più grandi e, spaventati, vi chiederete se anche voi - qualora foste stati nei panni del protagonista - avreste fatto lo stesso.
Il finale vi lascerà agghiacciati. “No, non è possibile!”, urlerete.

Buona Vita e buona lettura!

[nm]

Di nevio

Yasmina Khadra I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

 

Ultimi libri pubblicati di
Yasmina Khadra
Khalil
Khalil
Khalil
Khalil
L'ultima notte del Rais
L'ultima notte del Rais
Il pazzo col bisturi
Il pazzo col bisturi
Dio non abita all'Avana
Dio non abita all'Avana
L'Olimpo dei diseredati (Romanzi e racconti)
L'Olimpo dei diseredati (Romanzi e racconti)

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Premio Sulmona di giornalismo
[28-09-2018]
Mangia come scrivi: e la cena diventa spettacolo
[17-09-2018]
settimana dal 17 al 21 settembre 2018 a Fahrenheit
[17-09-2018]
La settimana di Fahrenheit
[11-09-2018]
Portoday 2018 una giornata dedicata alla scrittura a Treviso
[11-09-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedi 3 settembre
[01-09-2018]
Riapre il Cinema Spazio Oberdan di Milano dal 16 agosto. Il Programma
[17-08-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedì 13 agosto
[10-08-2018]
Leggi le altre News