Recensioni libri

Magda Szabò

Magda Szabò biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20347

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

 

Recensione Magda Szabò

Magda Szabò

la ballata di Iza

I buoni libri rimbalzano di mano in mano come frutti golosi: ne catturiamo uno al volo da una fervida lettrice ( le sarà mai capitato di vedersi dedicare una recensione?).
Da sfondo le baracche dell’ Alföld ungherese che stanno lasciando il posto ai grandi caseggiati condominiali, i laghi di ghiaccio dai fremiti nascosti, le combattute primavere.
E un gioco di specchi con al centro Iza, gli anziani genitori e i due uomini che hanno incrociato brevemente la sua strada. Lei, che da ragazza ha vissuto l’umiliazione della messa al bando di suo padre (giudice) ad opera del regime, si è costruita addosso
un’ armatura, pronta a difendere come un soldato se stessa e i suoi da ogni attacco della vita.
Ha imparato a far sì che gli eventi si succedano senza ferire, a non commuoversi per le canzoni tristi e le chitarre danubiane. Perfetta organizzatrice delle esistenze altrui, trascina a Budapest con sé la madre Etelka, fresca vedova tutta sentimenti e nostalgie, sradicandola dal villaggio cui è legata a doppio nodo. Basta ninnoli scalfiti, minestre di cavolo, fornelli a spirito: è con un atto di forza che la depreda del passato. La casa borghese in cui Etelka si aggira diventa una gabbia, le risucchia le forze, la ingiallisce come fiore di zucca. Iza, stimato medico in carriera, non ha tempo per raccogliere chiacchiere, malumori e fantasie. La interdice dalla cucina e dal bucato, la fa sentire inutile più di un soprammobile. L’unica sua libertà sta nel girovagare furtivamente sui tram senza una meta, con una triste sporta al braccio.
Iza è ora una madre severa, Etelka una bambina maldestra e inaffidabile. Iza, la creatura
devota che pensa ad Etelka ed anzi pensa al posto suo, ha finito per soffocare
quest’ ultima. Che un giorno cede al richiamo del vento molesto ma familiare delle basse terre e via sul treno verso l’antica dimora, verso le rose dell’amato marito che al crepuscolo sanno di denso miele. E là, dove niente è più come prima, durante una spericolata peregrinazione notturna nei luoghi della memoria, volteggiando come la colomba di una cantilena sulle assi di un cantiere, incappa in un mortale accidente. I destini sono compiuti, le due donne che avrebbero dovuto ritrovarsi adesso non si appartengono più davvero. Iza arriva a un passo dal dolore, dal lasciarsi andare ma si ricaccia nel suo vuoto ( nessuna pietà ma rabbia per una madre ingrata che ha voluto correre dietro alle sue ombre ), quel vuoto che spaventa chiunque si avvicini a lei (fuggono sia Antal che Domokos, cuori semplici e sinceri ). Non si è nutrita di affetti e non ha nutrito a sua volta: ora è sola e senza difese in mezzo alle crepe della sua perfezione.
La storia è ben congegnata, il filo narrativo ben retto, l’intensità delle pagine nulla toglie alla scorrevolezza, il sapore tragico è molto sfumato malgrado i due lutti che sono piuttosto occasioni per i personaggi (inclusi quelli marginali ) per interrogarsi, per spezzare e riaccostare frammenti di se stessi.
Sia la Szabó che il suo libro hanno parecchie stagioni sulle spalle: chi lo direbbe?

Di medialuz

Magda Szabò I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

 

Ultimi libri pubblicati di
Magda Szabò
La notte dell'uccisione del maiale
La notte dell'uccisione del maiale
L'altra Eszter
L'altra Eszter
Via Katalin
Via Katalin
Affresco
Affresco
Abigail
Abigail

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Premio Sulmona di giornalismo
[28-09-2018]
Mangia come scrivi: e la cena diventa spettacolo
[17-09-2018]
settimana dal 17 al 21 settembre 2018 a Fahrenheit
[17-09-2018]
La settimana di Fahrenheit
[11-09-2018]
Portoday 2018 una giornata dedicata alla scrittura a Treviso
[11-09-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedi 3 settembre
[01-09-2018]
Riapre il Cinema Spazio Oberdan di Milano dal 16 agosto. Il Programma
[17-08-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedì 13 agosto
[10-08-2018]
Leggi le altre News