Recensioni libri

Olivier Adam

Olivier Adam biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20347

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

 

Recensione Olivier Adam

Olivier Adam

SCOGLIERA

Ho comprato il libro di olivier perchè da qualche parte avevo letto che qualcuno lo aveva descritto come un carver francese o roba simili. Ora, io ho molto ben presente cosa scrivesse carver e posso dire di essere un suo estimatore. Quindi ho comprato il libro di olivier quasi ad occhi chiusi, lasciando perdere l'istinto cui molte altre volte mi sono affidato per la scelta di un libro.
Bene, ho letto il non lungo romanzo di olivier e sin dall'inizio ho sentito che qualcosa non andava, anche se il fatto che qualcuno lo avesse accumunato al grande raymond carver devo dire mi ha condizionato. Forse sono io, pensavo, forse sono io che non sono in vena. Ora arrivo in fondo al libro e ricomincio, mi dicevo. ma a metà libro ho concluso che olivier con carver non c'entra un bel niente.
Il libro è pieno di autocompiacimento. L'autocompiacimento arriva a livelli tali che spingono al disgusto, come quando mangi qualcosa eccessivamente condito, imburrato, zuccherato. Di esageratamente costruito.
Ammettiamo che quella sia proprio l'esatta seguenza degli accadimenti autobiografici di olivier: sarebbe difficile da credere perchè suonano così costruiti, così lamentosi. Olivier sembra uno che abbia deciso di far commuovere una decina di belle quindicenni e una decina di altrettanto belle quarantacinquenni, guardandole con i suoi occhioni e raccontando un mucchio di banalità.
perchè storie così e scritte meglio, se ne trovano a decine fra gli autori del 20 esimo e ventunesimo secolo. Olivier pare fare il verso a loro e a se stesso. pare fare più affidamento al sentimento protettivo e materno (istinto) delle signore e signorine che alle sue doti (?) di scrittore.
autocelebrativo, banale, costruito ( con arte da impiegato di concetto). Insomma quando sono arrivato alla fine mi sono detto: olivier è nato nei quartieri alti, da famiglia agiata, sua madre è viva e vegeta, suo padre lo porta ancora a vedere le partite allo stadio, suo fratello non esiste perchè lui è figlio unico. Non mi sembra un gran risultato per quello che voleva dire il libro.
Carver, lui, è proprio un'altra cosa. Lui anche se scrive in prima persona non pensi che parli di se stesso, ma di tutti quelli che hanno avuto accadimenti simili ai suoi. Non vi è compiacimento , non senti il finto lamento di chi magari ha sofferto ma in fondo ce l'ha fatta ( cose che invece induce la laettura di olivier) e ora può mettere a mestiere le sofferenze che per altri sono ancora pastoie e tagliole e depressione e annullamento.

Di generalegiardino

Olivier Adam I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

 

Ultimi libri pubblicati di
Olivier Adam
Festival della fotografia etica 2018. Ediz. italiana e inglese
Festival della fotografia etica 2018. Ediz. italiana e inglese
Al mare
Al mare
Le coeur régulier
Le coeur régulier

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Premio Sulmona di giornalismo
[28-09-2018]
Mangia come scrivi: e la cena diventa spettacolo
[17-09-2018]
settimana dal 17 al 21 settembre 2018 a Fahrenheit
[17-09-2018]
La settimana di Fahrenheit
[11-09-2018]
Portoday 2018 una giornata dedicata alla scrittura a Treviso
[11-09-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedi 3 settembre
[01-09-2018]
Riapre il Cinema Spazio Oberdan di Milano dal 16 agosto. Il Programma
[17-08-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedì 13 agosto
[10-08-2018]
Leggi le altre News