Recensioni libri

Milena Agus

Milena Agus biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20346

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

 

Recensione Milena Agus

Milena Agus

Mentre dorme il pescecane

Milena Agus Mentre dorme il pescecane
Milena Agus Mentre dorme il pescecane

Piace per l’immediatezza e la freschezza del linguaggio, i ritratti dei personaggi, soprattutto della madre, timida e ingenua, sempre inadeguata, che contrasta con il padre anarchico e distante, inafferrabile ancor prima di partire… Tra questi e gli altri personaggi fortemente caratterizzati, vi è la voce “bambina” della protagonista che, con "ingenuità" fa emergere, e un po’ spiazza, la sua distruttiva perversione, scambiata per amore o forse davvero l’unica forma di amore che sa riconoscere. L’autopunizione della protagonista (forse di tutto il genere femminile per la scrittrice?) è esasperata ma esce così “innocentemente” da quella voce (scrive talvolta tutto d’un fiato come fanno i bambini quando raccontano le loro incredibili imprese, senza quasi respirare..) da essere nel contempo sconvolgente e grottesca: vien da commuoversi ridendoci su (se fosse possibile….ma sì a volte è anche possibile)............Come in altri libri della scrittrice, incontriamo sempre una figura d’uomo salvifica, che non è il padre purtroppo, ma quell’amico che zia vorrebbe come fidanzato: emerge quando non ci si aspetta di trovarlo, nei momenti di sconforto totale, quando la disperazione è ad un bivio e occorre almeno sopravvivere… Ritornando alla figura del padre, appare abbastanza credibile, almeno in questo libro, e si è costretti, per volontà della protagonista, a perdonarlo, nonostante l'evidente indifferenza nei confronti della famiglia, camuffata da fatalismo (anche viceversa però) e il “suo dio” di cui non si comprende la logica. Dopo una serie di vicissitudini grottesche e disperate di ciascun personaggio, – quasi mai a buon fine perché il mal d’amore pare incurabile (ma solo per le donne...) - il racconto termina con un ritrovato equilibrio e disposizione al perdono anche nei confronti di un amore “malato”…un giusto finale per una ragazzina sofferente e chissà morente (!?). Personalmente, non so se perdonare alla scrittrice questa “buona disposizione d’animo”alla fine, nel dubbio non posso che commuovermi, come sicuramente si son commossi molti altri lettori. Per giorni, dopo aver terminato il libro, riecheggia nella mente la voce "bambina" regalandoci una sensazione davvero rara per un libro.

Di libra

Milena Agus I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

 

Ultimi libri pubblicati di
Milena Agus
Terre promesse (Narrativa)
Terre promesse (Narrativa)
Mal di pietre (Narrativa)
Mal di pietre (Narrativa)
Mal di pietre letto da Margherita Buy. Audiolibro. CD Audio formato MP3
Mal di pietre letto da Margherita Buy. Audiolibro. CD Audio formato MP3
Terre promesse
Terre promesse

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Premio Sulmona di giornalismo
[28-09-2018]
Mangia come scrivi: e la cena diventa spettacolo
[17-09-2018]
settimana dal 17 al 21 settembre 2018 a Fahrenheit
[17-09-2018]
La settimana di Fahrenheit
[11-09-2018]
Portoday 2018 una giornata dedicata alla scrittura a Treviso
[11-09-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedi 3 settembre
[01-09-2018]
Riapre il Cinema Spazio Oberdan di Milano dal 16 agosto. Il Programma
[17-08-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedì 13 agosto
[10-08-2018]
Leggi le altre News