Recensioni libri

Sergio Pent

Sergio Pent biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20347

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

 

Recensione Sergio Pent

Sergio Pent

La nebbia dentro

Sergio Pent La nebbia dentro
Sergio Pent La nebbia dentro

La morte separa, la morte riunisce.
Attilio e Pietro sono due fratelli che hanno seguito percorsi di vita differenti. L’uno - Attilio - ha intrapreso con un certo successo la carriera politica; l’altro - Pietro - ha deciso di rimanere nel proprio luogo d’origine, in Val di Susa, a fare il maestro elementare e dare seguito alla grande passione per i libri e la letteratura. Due caratteri diversi. Due persone diverse, accomunate - oltre che dal legame di sangue e dai ricordi infantili e adolescenziali - dall’amore provato per la stessa donna, Cristina, ex fidanzata di Pietro e, oggi, moglie di Attilio.
Attilio è risoluto, ambizioso, aperto ai compromessi. Pietro è riflessivo, introverso, disincantato.
Le vite dei due fratelli tornano a incrociarsi proprio in occasione della morte del padre contadino. Una riunione forzata che diviene occasione di confronto, di rievocazioni, di spiegazioni e persino di reciproche confessioni che danno la stura al racconto di episodi torbidi - siamo nel campo dell’adulterio e della pedofilia - tracimati nel pubblico scandalo.
È per l’appunto sulla contrapposizione di ruoli, personalità e scelte di vita che si basa “La nebbia dentro” (Rizzoli, pagg. 207, euro 17) il nuovo e ottimo romanzo di Sergio Pent, noto critico letterario e autore di libri di successo tra cui ricordiamo “Un cuore muto” (E/O) e “Il custode del museo dei giocattoli” (Mondadori): romanzi caratterizzati dalla presenza di salti temporali e da uno stile che riesce a essere lineare pur concedendosi, di tanto in tanto, piacevoli impennate liriche.
Romanzo bipolare, dunque. Ma vista con un’ottica più distante la diversità tra i due fratelli ha una valenza simbolica capace di evidenziare i fallimenti e le disillusioni della generazione degli anni Settanta e, al tempo stesso, stigmatizzare la dicotomia di una società schizofrenica che ondeggia tra il desiderio del cambiamento repentino a tutti i costi e la tentazione di ancorarsi alla genuina solidità delle proprie radici.

(recensione di Massimo Maugeri)
www.letteratitudine.blog.kataweb.it

Di Massimo Maugeri

Sergio Pent I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

 

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Premio Sulmona di giornalismo
[28-09-2018]
Mangia come scrivi: e la cena diventa spettacolo
[17-09-2018]
settimana dal 17 al 21 settembre 2018 a Fahrenheit
[17-09-2018]
La settimana di Fahrenheit
[11-09-2018]
Portoday 2018 una giornata dedicata alla scrittura a Treviso
[11-09-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedi 3 settembre
[01-09-2018]
Riapre il Cinema Spazio Oberdan di Milano dal 16 agosto. Il Programma
[17-08-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedì 13 agosto
[10-08-2018]
Leggi le altre News