Recensioni libri

Valentino Rocchi

Valentino Rocchi biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20347

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

 

Recensione Valentino Rocchi

Valentino Rocchi

La Magìa del Fuoco

Valentino Rocchi La Magìa del Fuoco
Valentino Rocchi La Magìa del Fuoco

E’ da diverso tempo che non leggevo un libro così, uno di quei testi che ti avvincono piano piano e che arrivati a un certo punto ti impongono di non sostare, ma di continuare per arrivare fino alla fine in un crescendo di tensione emotiva.


Non è né un noir, né un giallo, anche se c’è una certa vicenda di incendi che conferisce una leggera atmosfera di mistero; è invece un romanzo di sentimenti, di vita vissuta e di profonde riflessioni.


Ambientato fra le due guerre, è uno spaccato di vita contadina descritta con finezza e rara abilità, con una famiglia patriarcale, dove il primogenito è padre e padrone e in cui le leve del potere e del denaro sono predominanti.


In questo contesto spicca la figura di Benvenuto (per tutti Nuto), un bimbo nato zoppo e con uno straordinario talento naturale per la pittura e la scultura. La libertà innata dell’artista cambierà ataviche tradizioni e consuetudini e proietterà un mondo antico verso il nuovo.


Ma è anche una storia di sentimenti, di iniziazione alla vita sessuale raccontata con una mano leggera che è riuscita a nobilitare istinti e passioni con sfumature e dolcezza. La scabrosità, nonostante alcune situazioni, è del tutto inesistente e questa è una grande capacità dell’autore che non scivola mai, ma che anzi ci concede un erotismo raffinato, dove carnalità e amore si fondono in un unico pathos.


Seguire passo passo la vicenda di Nuto è come immergersi nella magia di un mondo quasi sconosciuto, ma reale, dove la capacità di osservare dello scrittore si traduce in pagine di notevole bellezza, alcune delle quali simili alla prosa poetica.


E questo accade grazie a uno stile sobrio, mai ridondante, dove l’autore, pur presente, riesce a celarsi perfettamente dietro i suoi personaggi, così che ne deriva una lettura agile, scorrevole e appunto assai gradevole.


Non c’è una parola di troppo, né una di meno, in un’armonia che rasenta la perfezione e che contribuisce non poco a infondere al lettore un senso di grande serenità.


Aggiungo che stupisce anche la capacità di descrivere l’arte pittorica e addirittura quella delle ceramiche, illustrata in modo mai greve, anzi direi avvincente.


Dulcis in fundo, il romanzo termina in modo logico, anche se non del tutto scontato, ma soprattutto come inconsciamente il lettore desidera che avvenga.


Definire questo libro un capolavoro mi sembrerebbe forse eccessivo, anche se vi si avvicina molto, ma comunque resta sempre un’opera di alta eccellenza, un autentico gioiello nel panorama letterario non solo italiano.


La lettura, quindi, non è solo consigliabile, ma veramente raccomandabile.


Di Renzo.Montagnoli

Valentino Rocchi I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

 

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Premio Sulmona di giornalismo
[28-09-2018]
Mangia come scrivi: e la cena diventa spettacolo
[17-09-2018]
settimana dal 17 al 21 settembre 2018 a Fahrenheit
[17-09-2018]
La settimana di Fahrenheit
[11-09-2018]
Portoday 2018 una giornata dedicata alla scrittura a Treviso
[11-09-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedi 3 settembre
[01-09-2018]
Riapre il Cinema Spazio Oberdan di Milano dal 16 agosto. Il Programma
[17-08-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedì 13 agosto
[10-08-2018]
Leggi le altre News