Recensioni libri

Roberto Morpurgo

Roberto Morpurgo biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20347

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

 

Recensione Roberto Morpurgo

Roberto Morpurgo

Pregiudizi della libertà

Roberto Morpurgo Pregiudizi della libertà
Roberto Morpurgo Pregiudizi della libertà

Già ho scritto una recensione di un libro di aforismi (Frecce e pugnali, di Nicola Vacca) e in un certo qual senso mi stupisce, senza sorprendermi però, che anche Roberto Morpurgo abbia avuto l’idea di mettere a disposizione dei lettori le tante riflessioni che caratterizzano la vita di un poeta che ama osservare il mondo, nelle sue linearità, ma anche nei sempre più emergenti controsensi.


Secondo me, per far questo occorre soprattutto una buona dose di ironia, perché temperare quelle che sono le nostre più marcate reazioni di fronte ai comportamenti umani ci consente di vivere sorridendo sulle nostre miserie.


Amo definire l’aforisma una perla di saggezza, perché in effetti è una riflessione che invita gli altri a fare altrettanto e se è facile leggere una raccolta, perché in fin dei conti ogni pensiero è di poche righe, più complesso è invece considerare l’enunciazione in tutte le sue sfaccettature, perché inevitabilmente potremmo ritrovare qualcosa di noi stessi. Potrebbe essere un dramma, potrebbe essere una sconvolgente verità, ma non lo sarà mai, perché grazie all’ironia ci accetteremo così come siamo, anzi sarà un motivo in più per compiacerci dei nostri difetti, nella presunzione, non infondata, che siano di tutti.


Ci sono aforismi che possono apparire neutri, in quanto semplici constatazioni di fatti evidenti, ma che normalmente non sappiamo cogliere ( Se c’è un esibizionista involontario, è lui il genio, oppure Gli altri ci consegnano a un destino che potremmo anche accettare, se solo parlasse con il nostro accento, o ancora Lo scultore elimina il marmo superfluo, lo scrittore un vuoto eccessivo: il primo crea per sottrazione, il secondo per sovrimpressione);


ma c’è anche il sarcasmo  nemmeno velato ( Morire è il solo atto di fede che ogni uomo compia con tutto il suo essere. Perciò è così penoso non potervi assistere: è come se ci convertissimo in contumacia, oppure Con quale coraggio uccidi un tuo simile!?”Con il suo”, o addirittura C’è chi parla come mangia e chi come cucina. Io preferisco il secondo genere di oratore, dato che quando posso mi faccio invitare a cena. )


Insomma, un libro di verità svelate, di ciò che sempre è, ma che non riusciamo normalmente a vedere.


Divertente, ma a volte anche punzecchiante, per certi versi è dissacratore del normale comportamento umano, tanto radicato da essere spontaneo.


Di facile lettura, è la candid camera della nostra esistenza e ci rivela quello che come inconsapevoli attori recitiamo ogni giorno.


Per quanto ovvio, è un libro che vi consiglio vivamente.

Di Renzo.Montagnoli

Roberto Morpurgo I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

 

Ultimi libri pubblicati di
Roberto Morpurgo
Diari intimi (Fogli volanti)
Diari intimi (Fogli volanti)
Lodola
Lodola

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Premio Sulmona di giornalismo
[28-09-2018]
Mangia come scrivi: e la cena diventa spettacolo
[17-09-2018]
settimana dal 17 al 21 settembre 2018 a Fahrenheit
[17-09-2018]
La settimana di Fahrenheit
[11-09-2018]
Portoday 2018 una giornata dedicata alla scrittura a Treviso
[11-09-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedi 3 settembre
[01-09-2018]
Riapre il Cinema Spazio Oberdan di Milano dal 16 agosto. Il Programma
[17-08-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedì 13 agosto
[10-08-2018]
Leggi le altre News