Recensioni libri

biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20347

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

 

Recensione

Nero tropicale

 Nero tropicale
Nero tropicale

Conoscitore della realtà cubana per motivi familiari, Gordiano Lupi riesce a ricreare in questi cinque racconti -  di cui uno assai lungo, tanto da potersi assimilare a un romanzo breve (Nella coda del caimano) – un’atmosfera caraibica densa di tensione e di mistero, dove la religiosità  e l’esoterismo si fondono in una sorta di modus vivendi proprio di queste popolazioni di origini africane, per le quali il culto dell’animismo non è mai cessato, pur essendo state convertite al cristianesimo.


Le varie vicende, pertanto, sono tutte caratterizzate dalla presenza del soprannaturale che è alla base delle stesse e nell’ambito del quale vengono trovate le soluzioni di morti violente apparentemente inspiegabili.


In un ambiente, ben descritto, di degrado morale e materiale causato dalla dittatura castrista, spesso il ricorso a entità di un altro mondo rappresenta l’unica via di fuga possibile dalla dura realtà quotidiana. Così, accanto a statue di santi a grandezza d’uomo, convivono spiriti maligni, e in contrapposizione ai sacerdoti cattolici troviamo i santéri, paleri e babalaos.


In questo senso il bel volume di Gordiano Lupi ha una funzione che va oltre quella del puro intrattenimento, pur godibilissimo, in quanto cerca di rappresentare un modo di vivere che rifugge dalla nostra logica, ma che, in quell’ambiente e in quelle condizioni, ha una funzione talmente importante da essere radicato nella gente, quasi una certezza acquisita.


Nella narrazione l’autore è riuscito a equilibrare lo spirito creativo con quello didattico, così che tutto procede in modo estremamente scorrevole e il lettore, nel seguire lo svolgersi della trama, riesce anche ad apprendere gli usi e i costumi di quel popolo in modo del tutto naturale.


Dei cinque racconti, almeno al mio gusto, i più riusciti mi sono sembrati La vecchia ceiba e Nella coda del caimano, anche se gli altri tre sono di piacevole lettura. Mi sono anche domandato il motivo di questo maggior gradimento e penso d’averlo trovato nel fatto che in entrambi la vera protagonista è la natura, nel primo un vecchio albero, nel secondo un fiume, cioè un qualche cosa di concreto che controbilancia idoneamente le perplessità di un europeo di fronte a certi miti e leggende. In particolare Nella coda del caimano ha uno sviluppo assai articolato, ricco di imprevisti, di colpi di scena che travolgono letteralmente il lettore, ansioso di  arrivare a comprendere come finirà.


 


 


 

Di Renzo.Montagnoli

I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

 

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Premio Sulmona di giornalismo
[28-09-2018]
Mangia come scrivi: e la cena diventa spettacolo
[17-09-2018]
settimana dal 17 al 21 settembre 2018 a Fahrenheit
[17-09-2018]
La settimana di Fahrenheit
[11-09-2018]
Portoday 2018 una giornata dedicata alla scrittura a Treviso
[11-09-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedi 3 settembre
[01-09-2018]
Riapre il Cinema Spazio Oberdan di Milano dal 16 agosto. Il Programma
[17-08-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedì 13 agosto
[10-08-2018]
Leggi le altre News