Recensioni libri

Paola Mastrocola

Paola Mastrocola biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20346

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

 

Recensione Paola Mastrocola

Paola Mastrocola

Una barca nel bosco

Paola Mastrocola Una barca nel bosco
Paola Mastrocola Una barca nel bosco

 


Una  barca  nel bosco è un libro scritto da Paola Mastrocola  nel 2004. La casa editrice di questo libro è Guanda. È composto da 257 pagine e costa 8.00 €. Paola Mastrocola è nata nel 1956 a Torino dove tuttora risiede. Dopo la laurea ha insegnato Letteratura italiana  all’università di Uppsala, in Svezia. Attualmente insegna lettere nel liceo scientifico di Chieti a Torino. Fino al 1992 ha scritto commedie per i ragazzi per la Compagnia del teatro dell’ angolo; ha inoltre pubblicato due raccolte di poesie, nonché due raccolte di saggi e poesie sulla letteratura italiana del Trecento e del Cinquecento. Il suo esordio narrativo è avvenuto con “ La gallina volante ” edito da Guanda con il quale ha vinto tre premi tra il 1999 e il 2001. Successivamente ha scritto “ Palline di Pane ” con il quale è stata finalista al premio Strega 2001. Con il suo terzo romanzo “ alberi maestri ” la Mastrocola torna a parlare di scuola ma questa volta vista non più dalla parte degli insegnanti ma, da quella degli studenti. Nel 2004 è vincitrice del Premio Campiello con il romanzo “ Una barca nel bosco ” mentre successivamente scrive un saggio che fa discutere, intitolato “ La scuola raccontata dal mio cane ”. Il romanzo “ Una barca nel bosco ” è incentrato sulla figura di Gaspare Torrente ragazzo dalle umili origini, figlio di un pescatore, ma con la grande passione per lo studio e in particolar modo per il latino.  Fortemente condizionato dalla sua professoressa di francese, lascia l’isola in cui vive e va a vivere a Torino, a casa di una zia, per poter frequentare il liceo.  Emozionato all’idea di iniziare il liceo ben presto si accorge però che non tutto è bello come puo sembrare. Con l’inizio del liceo iniziano anche i problemi: trova insegnanti con un diverso metodo di studio o addirittura disinteressati ad un insegnamento di qualità. I compagni sono completamente diversi da lui : lo isolano perché non segue la moda e perché i suoi 10 in latino sono molto diversi dai voti che loro riescono a conquistare. Sono tante le cose che non riesce a sopportare nel liceo: i compagni che copiano da lui, i bagni usati come luogo per fumare e non per quel che realmente servono, i professori con i loro continui ritardi… Decide cosi di parlarne con la preside. La preside gli consiglia di frequentare “ l’ ora di Ascolto ” . Qui Gaspare trova una psicologa disponibile che gli darà molti suggerimenti per poter integrarsi. Così Gaspare grazie alla psicologa e a un suo compagno prova a cambiare; cerca di uniformarsi con gli altri : poco studio, vestiti alla moda e playstation. Riesce a rendersi simpatico solo perché permette di copiare le frasi di latino. Il 10 che all’inizio prendeva in latino ben presto si trasforma in un 7 . Tutto cambia quando però incontra Furio un ragazzo che come lui negli intervalli non sa che fare e quindi sta vicino al termosifone. Per lui Furio è un vero amico , uno che ti ascolta e ti dice solo “ Va bene senza fare troppe domande ”.Iniziano gli scambi culturali e arriva Corinne ,sua amica di penna francese, che ad ogni lettera la immaginava più bella, sempre più impaziente per il suo arrivo: ma allo stesso tempo desiderava anche che non arrivasse mai poiché la casa della zia Elsa era in decadenza e si vedevano le tubature e le pareti rovinate. Cosi un giorno, tornato da scuola, porta con sé un piccolo albero per coprire i difetti della casa: da qui nasce il suo amore per gli alberi. Gli anni passano, il liceo finisce, e Gaspare deve iscriversi all’università. Vorrebbe iscriversi a lettere classiche, ma  per far piacere alla madre e al padre decide di iscriversi a legge. Dopo avere preso questa scelta decide però di fare la tesi di letteratura latina.  Il professore uno dei più severi, gli promette un appoggio dopo la laurea, potrebbe diventare associato di uno dei più prestigiosi studi legali. Ma la fortuna non gli è vicina: il posto va a uno più raccomandato di lui e che è un suo ex-compagno di classe. Dopo la morte della madre e della zia decide di aprire un bar sotto casa. Le sue piante sono cresciute così tanto che vanno ad occupare tutta la casa. Dopo molti anni riceve una visita da parte di Furio con il quale aveva perso i contatti. Lui lo aiuta a costruire una nuova casa vivibile per le piante. La casa viene chiamata “ Bosco Mondo ” ed è oggetto di visita e di stupore da parte dei vicini. A me questo libro è piaciuto molto perché racconta la vita di un adolescente che si trova ad affrontare le stesse situazioni che sto affrontando e che dovrò affrontare anche io. Però questo libro è triste ,amaro, fa riflettere sul degrado della scuola italiana in cui ci sono troppi insegnanti demotivati che non sanno aiutare gli studenti bravi, ma tendono a isolarli e a denigrarli per la loro bravura.  Spesso tutti noi vorremmo che le riflessioni della Mastracola non fossero vere. I cambiamenti che il protagonista dovrà affrontare per ambientarsi sconvolgono la sua vita tanto che nemmeno più la madre lo riconosce. A mio parere il personaggio più interessante è Furio: un ragazzo silenzioso  e misterioso che aiuterà molto Gaspare in diverse situazioni della sua vita. La sua presenza sarà essenziale quando Gaspare si sentirà solo dopo la perdita della madre, del padre, e della zia. Grazie a lui Gaspare scopre il mondo magico delle piante e grazie al suo progetto potrà costruire il “ Bosco Mondo ”.Secondo me questo libro è molto realistico: affronta problemi che esistono tutt’oggi . Il problema della scuola italiana proprio in questi periodi è risalito a galla. Spesso noi studenti siamo la vera e propria causa della demotivazione degli insegnanti: con la nostra voglia di non fare niente alcuni insegnanti fanno tesoro di questa situazione. Qui spiccano gli studenti come Gaspare che vengono messi da parte per la loro bravura. Gaspare diventa uno studente medio e cerca di sopravvivere e di andare avanti nel mondo dominato dall’idea che fa carriera chi è furbo e chi non merita. Come Gaspare a scuola ,spesso ognuno di noi si sente come una barca nel bosco…


                                     Ilenia Pecoraro


 


 

Di ilenia pecoraro

Paola Mastrocola I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

 

Ultimi libri pubblicati di
Paola Mastrocola
La gallina volante
La gallina volante
Facebook in the rain-La narice del coniglio
Facebook in the rain-La narice del coniglio
Palline di pane
Palline di pane
Più lontana della luna
Più lontana della luna
La passione ribelle
La passione ribelle
La felicità del galleggiante
La felicità del galleggiante
Leone
Leone
Elefanti in fuga. Fantasia zoologica su «Il Carnevale degli animali» di Camille Saint-Saëns. Con CD-Audio
Elefanti in fuga. Fantasia zoologica su «Il Carnevale degli animali» di Camille Saint-Saëns. Con CD-Audio
L'amore prima di noi
L'amore prima di noi
Togliamo il disturbo. Saggio sulla libertà di non studiare
Togliamo il disturbo. Saggio sulla libertà di non studiare
La cultura ci rende umani: Movimenti, diversità e scambi
La cultura ci rende umani: Movimenti, diversità e scambi

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Premio Sulmona di giornalismo
[28-09-2018]
Mangia come scrivi: e la cena diventa spettacolo
[17-09-2018]
settimana dal 17 al 21 settembre 2018 a Fahrenheit
[17-09-2018]
La settimana di Fahrenheit
[11-09-2018]
Portoday 2018 una giornata dedicata alla scrittura a Treviso
[11-09-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedi 3 settembre
[01-09-2018]
Riapre il Cinema Spazio Oberdan di Milano dal 16 agosto. Il Programma
[17-08-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedì 13 agosto
[10-08-2018]
Leggi le altre News