Recensioni libri

biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20346

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

 

Recensione

Ottocento nero italiano

La mia passione per la letteratura fantastica mi ha portato qualche giorno fa alla scoperta di un bel libro: “Ottocento nero italiano. Narrativa fantastica e crudele”, edito da Nino Aragno. Prima di tutto, quattro parole sull’editore per dire soltanto quanto egli susciti la mia invidia (del tutto bonaria, beninteso) per il fatto che del mercato se ne stropiccia bellamente e pubblica i testi che gli piacciono. Proprio come questo che, a 38 euro la copia, certo non attira frotte di compratori e che, per il suo argomento, si rivolge a specialisti o giù di lì. Tutto, o quasi, il catalogo Aragno è uno schiaffo (senza intenzione di schiaffeggiare, ovviamente) a chi deve quotidianamente fare i conti con venduto e reso. Uno schiaffo guantato di finissima pelle, però! Sì, perchè il livello delle pubblicazioni è – quasi sempre – alto, a volte altissimo. È evidente, in ogni modo, che il signor Aragno (dev’essere, però, qualcosa di più di signore: commendatore o quanto meno cavaliere, a dispetto del nome di battesimo piuttosto proletario) la pecunia non la trae dalla sua attività editoriale. Beato lui. Ritornando al libro, occorre dire che è un volumone di oltre 500 pagine - bella carta -, il che giustifica il prezzo. Reca una tanto striminzita quanto inutile introduzione di Luca Crovi (stranamente poco in forma) e raccoglie un congruo numero di racconti o stralci di romanzo tutti ascrivibili alla letteratura “nera”, sebbene di generi diversi. Vi si trovano scritti di autori noti – sebbene non al grande pubblico dei giorni nostri – quali, per esempio, Emilio De Marchi Matilde Serao, Salvatore Di Giacomo, Carolina Invernizio, accanto ad altri di scrittori ormai dimenticati: chi di noi, infatti, ricorda i nomi di Franco Mistrali o Giuseppe Zucca o Giuseppe Bevioni e via citando? La selezione, davvero interessante, è stata fatta da due studiosi che mi piacerebbe conoscere di persona: Claudio Gallo e Fabrizio Foni. Una cena in loro compagnia (e in compagnia di una buona bottiglia... magari due) sarebbe per me senz’altro gradevole; per loro non so, ma spererei di sì, almeno in nome della comune passione.

Di goffredo

I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

 

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Premio Sulmona di giornalismo
[28-09-2018]
Mangia come scrivi: e la cena diventa spettacolo
[17-09-2018]
settimana dal 17 al 21 settembre 2018 a Fahrenheit
[17-09-2018]
La settimana di Fahrenheit
[11-09-2018]
Portoday 2018 una giornata dedicata alla scrittura a Treviso
[11-09-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedi 3 settembre
[01-09-2018]
Riapre il Cinema Spazio Oberdan di Milano dal 16 agosto. Il Programma
[17-08-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedì 13 agosto
[10-08-2018]
Leggi le altre News