Recensioni libri

Mario Malgieri

Mario Malgieri biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20346

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

 

Recensione Mario Malgieri

Mario Malgieri

Quando la morte ascolta

Mario Malgieri Quando la morte ascolta
Mario Malgieri Quando la morte ascolta

L’altopiano insanguinato
----------------------------


“Una singola morte è una tragedia,
un milione di morti una statistica”
(Joseph Vissarionovich Stalin)



Prima guerra mondiale, altopiano di Asiago, un ospedale da campo nelle immediate retrovie, feriti, morti, tanto dolore e sofferenza, e su tutto la presenza, invisibile, ma certa di una signora in nero, pronta a cogliere, nelle miserie di uomini ridotti all’abbrutimento, quegli esili aliti di vita che ancora sopravvivono, in uno scenario mosso dalle stagioni, ma con una trama che non cambia mai, fra piccoli e grandi episodi che, sull’esile confine fra l’esistenza e il dopo, fanno emergere caratteri in altro modo non facilmente evidenziabili: è di questo che parla Mario Malgieri con Quando la morte ti ascolta.
Sono racconti, tutti uniti pero da un tessuto connettivo che li fa apparire dei capitoli di un romanzo, non certo lungo, anzi breve, ma che finisce con l’essere una cruda accusa a tutte le guerre.
E non è un caso se nell’ultimo brano l’omelia del cappellano militare, unico superstite del gruppo di quell’ospedale, consista in accorati inviti a meditare affinchè l’uomo non ricada in simili dolorose tragedie, ma le sue parole vengono coperte dal frastuono del discorso del Duce che annuncia l’inizio della seconda guerra mondiale.
Di libri sul primo conflitto ne sono stati scritti diversi, ma pochi sono degni di essere ricordati, come Un anno sull’altipiano, di Lussu, Trincee di Salsa e Addio alle armi, di Hemingway che curiosamente compare in uno dei racconti. Ebbene, Quando la morte ti ascolta non sfigura di certo in un raffronto con queste opere ben più note, perché vi è ben rappresentata l’insensatezza della guerra, la tremenda solitudine che grava su uomini che lentamente muoiono dentro, in un’angoscia quasi palpabile. Protagonista principale è il capitano medico Carbonari, un calabrese giunto fin lassù per portare un po’ di speranza a chi soffre, un uomo che sa cogliere nella morte il senso della vita, consapevole che la sua è una battaglia persa in partenza, perché salvare delle vite non vuol dire salvare l’umanità, bensì solo combattere una lotta impari contro un nemico oscuro, che a volte si materializza in una signora in nero, e che alla fine resta l’unico vincitore.
La scrittura di Malgieri è asciutta, senza essere scarna, non c’è mai il rischio di una caduta in una facile retorica antimilitarista, i personaggi sono ben tratteggiati e le vicende sono di quelle che ti invogliano a proseguire fino al termine senza pause.
Quando la morte ascolta è quindi un libro di eccellente qualità e di conseguenza ne raccomando vivamente la lettura.

Di Renzo.Montagnoli

Mario Malgieri I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

 

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Premio Sulmona di giornalismo
[28-09-2018]
Mangia come scrivi: e la cena diventa spettacolo
[17-09-2018]
settimana dal 17 al 21 settembre 2018 a Fahrenheit
[17-09-2018]
La settimana di Fahrenheit
[11-09-2018]
Portoday 2018 una giornata dedicata alla scrittura a Treviso
[11-09-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedi 3 settembre
[01-09-2018]
Riapre il Cinema Spazio Oberdan di Milano dal 16 agosto. Il Programma
[17-08-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedì 13 agosto
[10-08-2018]
Leggi le altre News