Recensioni libri

Ermanno Prandini

Ermanno Prandini biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20347

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

 

Recensione Ermanno Prandini

Ermanno Prandini

Fienagione

Ermanno Prandini Fienagione
Ermanno Prandini Fienagione

Relegare i versi di Prandini ad una pseudo poetica della nostalgia sarebbe una tentazione troppo facile e semplicistica. Sì, perché nei componimenti dell’“artista” asolano (e ci sentiamo di usare questo appellativo perché quello di poeta viene in esso a sussumere) si esperimenta una vera e propria confluenza espressiva: la pittura si fa poesia e la poesia immagine, l’immagine suono e il suono parola. Il punto di vista non è quasi mai un fagocitante io narrativo che risolve il molteplice nell’esperienza senziente individuale, quanto piuttosto un proiettarsi all’esterno e un partecipare alla comunione con una natura che Prandini sembra innalzare ad una eternante laica religiosità dello spirito. Tuttavia i dissidi e i turbamenti di un anima così inquieta non si devono affatto ritenere risolti nella celebrazione di un mondo agreste dai connotati apparentemente idilliaci. Oltre la descrittività di bozzetti campestri, che pure sono di pregevole fattura, prorompe un linguaggio metaforico che, nel più consueto stile simbolista, si avvale di analogie e corrispondenze che infrangono il ristretto ambito semantico delle parole, sino a espanderle ai limiti della possibilità e dell’intuizione: nell’innata predisposizione di Prandini a scorgere negli oggetti della quotidianità imprevedibili destinazioni d’uso, va individuata la sua capacità di scorgere al di là del visibile. Ancora una volta è il caso di sottolineare che nella poesia «bucolica» di Prandini ciò che più balza all’occhio è il costante riecheggiare di una atavica religiosità del mondo che attiene ad un gusto “classico” che molto bene Shiller ha denominato “spontaneo”.

Di Gilgamesh

Ermanno Prandini I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

 

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Premio Sulmona di giornalismo
[28-09-2018]
Mangia come scrivi: e la cena diventa spettacolo
[17-09-2018]
settimana dal 17 al 21 settembre 2018 a Fahrenheit
[17-09-2018]
La settimana di Fahrenheit
[11-09-2018]
Portoday 2018 una giornata dedicata alla scrittura a Treviso
[11-09-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedi 3 settembre
[01-09-2018]
Riapre il Cinema Spazio Oberdan di Milano dal 16 agosto. Il Programma
[17-08-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedì 13 agosto
[10-08-2018]
Leggi le altre News