Recensioni libri

Rusty Fischer

Rusty Fischer biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20347

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

 

Recensione Rusty Fischer

Rusty Fischer

Gli zobie non piangono

Io e gli zombie non siamo mai andati molto d’accordo. Sarà per il loro aspetto ..beh sì..cadaverico,la pelle lacerata e gli arti spesso mancanti o il fatto che si trascinano in quel modo strano, lento ma inesorabile verso di te o forse proprio perché, si da il caso, che il loro piatto preferito, sei proprio tu o meglio una parte di te, il tuo cervello.
No, non amo gli zombi. Sono una fifona,io. Niente film stile L’alba dei morti viventi per me. Mi ci vedete a trent’anni a guardare ancora sotto il letto?
Perciò quando in libreria ho visto Gli zombi non piangono sono passata oltre, ma ammetto che la copertina mi faceva impazzire, e così per un puro vezzo estetico sono tornata indietro, l’ho preso in mano e mi sono detta: eh dai, sei cresciuta,no?! E poi quale libro migliore per rendere l’atmosfera di questo periodo dell’anno(che nonostante tutto adoro)? Così ho dato una scorsa alla trama e ho pensato che tutto sommato questo tipo di zombie mi sarebbe pure potuto andare a genio.
E non mi sbagliavo.
Ho iniziato il libro subito una volta a casa e l’ho terminato in appena due giorni. Questo libro ti trascina inesorabilmente dentro la storia.
Madison è una ragazza come tante, vive con il padre,ha un’amica del cuore, Hazel, va a scuola e ha una cotta per il nuovo arrivato. Niente di speciale insomma. La sua vita ordinaria continua a esserlo almeno fino a quando una notte non le piomba un fulmine in testa..e non in senso figurato. Si risveglia poche ore dopo, con un buco in testa e con una voglia matta di cervello. Non sa bene come giudicare i suoi sintomi: battito cardiaco assente, respirazione azzerata e ipotermia accelerata. Così accende il computer, digita i suoi sintomi come parole chiave e “santo” google sputa il responso: Potresti essere uno Zombie. Già.
La sua vita viene sconvolta, mentre le persone di sempre le voltano le spalle e deve lottare per camuffarsi in mezzo ai Normali, si ritrova accanto ad aiutarla due mentori e amici molto improbabili: Dane e Cloe zombie anche loro. Ma non è finita, dovrà infatti vedersela con gli Zerker, zombie sì ma più cattivi e spietati, che le danno la caccia .
Non solo la trama è originale ma è anche il modo in cui è scritta la storia a rendere questo libro un Bel libro. La nostra protagonista non è priva di ironia, nonostante tutto quello che le succede prende la vita, o meglio la non-vita, con molto molto sarcasmo. Il libro fa davvero sorridere e divertire. Non si fa fatica ad affezionarsi a Maddy, anche se ammetto che qualche volta sarei voluta entrare nel libro e scuoterla fino farle battere i denti e gridarle: MAPERCHÈTIFAITRATTARECOSÌDAHAZEL? Ma a parte questo il suo umorismo mi ha davvero conquistata. Un libro leggero, da leggere accanto allo scoppiettio di un camino acceso. La scrittura è fluida e le pagine corrono veloci, si legge davvero tutto d’un fiato, senza annoiare mai.
Se posso dare un giudizio negativo,solo uno … anzi il mio è più un appello agli scrittori, basta triangoli amorosi. Per favore.

Per il resto..gli zombie magari non piangono ma, almeno in questo caso, fanno davvero ridere.. da leggere!!

Di valeottantadue

Rusty Fischer I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

 

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Premio Sulmona di giornalismo
[28-09-2018]
Mangia come scrivi: e la cena diventa spettacolo
[17-09-2018]
settimana dal 17 al 21 settembre 2018 a Fahrenheit
[17-09-2018]
La settimana di Fahrenheit
[11-09-2018]
Portoday 2018 una giornata dedicata alla scrittura a Treviso
[11-09-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedi 3 settembre
[01-09-2018]
Riapre il Cinema Spazio Oberdan di Milano dal 16 agosto. Il Programma
[17-08-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedì 13 agosto
[10-08-2018]
Leggi le altre News