Recensioni libri

Giovanni Pascoli

Giovanni Pascoli biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20347

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

 

Recensione Giovanni Pascoli

Giovanni Pascoli

Myricae

Myricae è probabilmente la raccolta poetica in cui meglio si esprime il genio creativo di Giovanni Pascoli, è un’opera di rilevante valore, anzi molto più esattamente è il capolavoro di questo genio romagnolo, e costituisce l’ultimo esempio di poesia lirica classica, essendo anche al contempo un omaggio a Publio Virgilio Marone. Infatti il titolo deriva da un verso della quarta Bucolica del grande poeta latino: Non omnes arbusta iuvant humilesque Myricae (Non a tutti piacciono gli arbusti e le umili tamerici). E non poteva esserci miglior titolo, vista l’impronta della silloge, in cui è costante un dialogo introspettivo fra l’io dell’autore e il mondo di piccole cose che lo circondano, elementi di una natura mitizzata, densa di significati simbolici, a volte struggentemente dolce e nelle composizioni finali permeata di mistero, ma non mancano spazi evocativi, in cui forte è il senso del dolore e l’immanenza della morte.
E’ indubbiamente una raccolta in cui è possibile cogliere l’evoluzione artistica dell’autore, considerando che è stata scritta in un arco di tempo piuttosto lungo (la prima edizione, di 22 poesie è del 1891, l’ultima, di 150 componimenti, è del 1900, anche se, negli anni successivi e fino al 1911, ci furono altre quattro edizioni, frutto però non di aggiunte, bensì di modeste revisioni stilistiche).
L’opera, al di là della sua valenza intrinseca, che la qualifica appunto come capolavoro, presenta una varietà di argomenti e un piacere di lettura ben difficilmente riscontrabile in analoghi lavori di autori pur di grande lignaggio.
Se i ricordi sono immancabilmente presenti, e al riguardo cito la celeberrima Rio Salto (Lo so: non era nella valle fonda / suon che s'udia di palafreni andanti: / era l'acqua che giù dalle stillanti / tegole a furia percotea la gronda. /…) in un susseguirsi di suoni e di immagini di rara efficacia, se pur assumono valenza di rilievo i pensieri, come in Il passato (Rivedo i luoghi dove un giorno ho / pianto: / un sorriso mi sembra ora quel pianto. / Rivedo i luoghi, dove ho già sorriso.../ Oh! come lacrimoso quel sorriso!), risplendono i versi di una mistica natura, un paesaggio bucolico, i lavori dei campi, la mansuetudine di un bove, che simboleggia la forza di una grande umiltà (Al rio sottile, di tra vaghe brume/ guarda il bove, coi grandi occhi: nel / piano / che fugge, a un mare sempre più / lontano / migrano l'acque d'un ceruleo fiume; /….).
Ricordi, natura, riflessioni sono i percorsi di una vita dell’uomo, purtroppo nato con una durata a tempo, ignota, ma pur sempre limitata, e non è quindi un caso che il senso della morte sia sempre presente, ben espresso da Il giorno dei morti (Io vedo (come è questo giorno, oscuro!), / vedo nel cuore, vedo un camposanto / con un fosco cipresso alto sul muro. /…./ O casa di mia gente, unica e mesta, / o casa di mio padre, unica e muta, / dove l'inonda e muove la tempesta; /.. ). E’ una poesia struggente, che stringe il cuore, assai lunga, ma con un ritmo costante, senza la benché minima caduta, così lontana dalle stridenti retoriche di Gabriele D’Annunzio, è una lirica tutta sostanza, nulla è lasciato al virtuosismo che pure traspare analizzando versi che si scolpiscono nel cuore.
È grande Pascoli e grandi sono le sue poesie, ancor oggi attuali, perché la loro contemporaneità sta nell’immenso mistero della vita e della morte, sta in una natura che a volte ci sembra dolce e amica, altre invece aspra e feroce, sta nel nostro essere infinitamente piccoli di fronte alla immensità del creato.
La lettura, quindi, è raccomandata senza il minimo dubbio.

Di Renzo.Montagnoli

Giovanni Pascoli I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

 

Ultimi libri pubblicati di
Giovanni Pascoli
Odi e Inni, 1896-1905 (Classic Reprint)
Odi e Inni, 1896-1905 (Classic Reprint)
La Mirabile Vision: Abbozzo d'una Storia della Divina Comedia (Classic Reprint)
La Mirabile Vision: Abbozzo d'una Storia della Divina Comedia (Classic Reprint)
La Ginestra; Pace!; L'Era Nuova; IL Focolare (Classic Reprint)
La Ginestra; Pace!; L'Era Nuova; IL Focolare (Classic Reprint)
Poesie Varie (Classic Reprint)
Poesie Varie (Classic Reprint)
Minerva Oscura: Prolegomeni; La Costruzione Morale del Poema di Dante (Classic Reprint)
Minerva Oscura: Prolegomeni; La Costruzione Morale del Poema di Dante (Classic Reprint)
Il fanciullino
Il fanciullino
Il fanciullino
Il fanciullino
Il fanciullino
Il fanciullino
Myricae
Myricae
Pensieri e Discorsi: 1895-1906 (Classic Reprint)
Pensieri e Discorsi: 1895-1906 (Classic Reprint)
Myricae (Classic Reprint)
Myricae (Classic Reprint)
Bellum Servile. Testo latino a fronte. Ediz. critica
Bellum Servile. Testo latino a fronte. Ediz. critica
Giovanni Pascoli: vita in sintesi e poesie
Giovanni Pascoli: vita in sintesi e poesie
Pensieri e Discorsi: 1895-1906 (Classic Reprint)
Pensieri e Discorsi: 1895-1906 (Classic Reprint)
Limpido Rivo, Prose e Poesie Presentate da Maria Ai Figli Giovinetti d'Italia (Classic Reprint)
Limpido Rivo, Prose e Poesie Presentate da Maria Ai Figli Giovinetti d'Italia (Classic Reprint)

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Premio Sulmona di giornalismo
[28-09-2018]
Mangia come scrivi: e la cena diventa spettacolo
[17-09-2018]
settimana dal 17 al 21 settembre 2018 a Fahrenheit
[17-09-2018]
La settimana di Fahrenheit
[11-09-2018]
Portoday 2018 una giornata dedicata alla scrittura a Treviso
[11-09-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedi 3 settembre
[01-09-2018]
Riapre il Cinema Spazio Oberdan di Milano dal 16 agosto. Il Programma
[17-08-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedì 13 agosto
[10-08-2018]
Leggi le altre News