Recensioni libri

Mario Caccavale

Mario Caccavale biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20347

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

 

Recensione Mario Caccavale

Mario Caccavale

Vite Doppie

Mario Caccavale Vite Doppie
Mario Caccavale Vite Doppie

Mario Caccavale cambia: si trasforma da Romanziere in Drammaturgo.
Grazie ad una fluida e veloce lettura della sua ultima opera Vite Doppie, il lettore è catapultato al centro di una piece teatrale dai sapori Pirandelliani di uno nessuno e centomila, o meglio al Teatro dell’Assurdo di Ionesco con gli attori che dimostrano di non volere combattere i propri mostri, i propri “rinoceronti”.
A questo punto si è già ampiamente appagati da questa miscela originale e l’attento lettore, alla fine del libro, ne porterà con sé una persistente sensazione.
Ma vi è di più.
E’ il secondo livello di lettura del dramma che ne fa un’opera molto più interessante quasi da assaporare come un Antico Toscano.
L’autore contrappone con un fine intreccio quattro personaggi della vita comune con i loro dilemmi e le loro colpe ed alcune capitali del Mediterraneo ognuna di loro metafora dei problemi sempre attuali e mai risolti come l’Autocrazia, la teoria dell’evoluzione della specie, l’occidente epicureo. La doppiezza delle figure narrate e delle capitali costiere descritte fa il pari con la storica visione duale del mondo.
Il Solfureo Leo costringe i crocieristi a denudarsi ed ad accettare che le apparenti piatte vite borghesi sono solo l’immagine riflessa e virtuale della loro esistenza. Ognuno di loro è custode di un segreto/mistero, a cui sono legati per una strana analogia. Un commissario favoreggiatore, un farmacista dispensatore di morte, una attrice che istiga al suicidio. Tutti temi molto attuali e che sono lo specchio dell’attuale società. Ecco che lo speculum, mezzo di duplicazione della realtà, raddoppia l’individuo. Resta da scoprire se il reale è il soggetto riflesso o il riflesso dello stesso. Se il tutto avviene fuori o dentro lo specchio, ovvero se la storia si svolge effettivamente o in un luogo/non luogo come lo yacht Money.
L’ultimo livello è quello personale, quello che ognuno di noi vuole o può interpretare nelle righe dell’opera riconoscendo fatti o mancanze della propria Vita solo dopo essersi fatto la domanda socratica: Conosci te stesso ?
E questo è un altro romanzo.

Di fabriziofla

Mario Caccavale I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

 

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Premio Sulmona di giornalismo
[28-09-2018]
Mangia come scrivi: e la cena diventa spettacolo
[17-09-2018]
settimana dal 17 al 21 settembre 2018 a Fahrenheit
[17-09-2018]
La settimana di Fahrenheit
[11-09-2018]
Portoday 2018 una giornata dedicata alla scrittura a Treviso
[11-09-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedi 3 settembre
[01-09-2018]
Riapre il Cinema Spazio Oberdan di Milano dal 16 agosto. Il Programma
[17-08-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedì 13 agosto
[10-08-2018]
Leggi le altre News