Recensioni libri

Edgar Selge

Edgar Selge biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20973

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

Biografia Edgar Selge
Edgar Selge
Modifica bioCronologia

Edgar Selge è un attore e scrittore tedesco nato il 27 marzo 1948 a Brilon, una cittadina nel Land della Renania Settentrionale-Vestfalia. Figlio di un direttore di prigione, Selge ha avuto una formazione culturale diversificata, studiando recitazione alla Otto-Falckenberg-Schule di Monaco di Baviera e filosofia presso l'Università di Monaco e l'Università di Vienna.

La carriera teatrale di Selge è iniziata nei primi anni '70, esibendosi in vari teatri tedeschi tra cui il prestigioso Münchner Kammerspiele. La sua abilità attoriale gli ha permesso di distinguersi rapidamente, interpretando ruoli complessi e intensi. Lavorando sotto la direzione di celebri registi teatrali, Selge ha consolidato la sua reputazione come uno dei più versatili attori del panorama teatrale tedesco.

Negli anni '80 e '90, Selge ha iniziato a fare incursioni nel cinema e nella televisione, pur continuando a lavorare a teatro. La sua versatilità lo ha portato a interpretare una vasta gamma di personaggi, dimostrando una notevole capacità di adattamento a diversi generi, dal dramma alla commedia.

Uno dei ruoli più noti di Selge è stato quello del commissario Jürgen Tauber nella serie televisiva "Polizeiruf 110", dove ha recitato dal 1998 al 2009. La sua interpretazione è stata acclamata dalla critica e ha conquistato il pubblico, contribuendo a rendere la serie un successo duraturo. Questo ruolo ha consolidato la sua fama a livello nazionale e lo ha reso un volto familiare per gli spettatori tedeschi.

Oltre alla televisione, Selge ha avuto una carriera cinematografica di successo, apparendo in film come "Requiem" (2006) di Hans-Christian Schmid e "Yella" (2007) di Christian Petzold, entrambi acclamati a livello internazionale. La sua interpretazione in "Requiem" gli è valsa il Bavarian Film Award come miglior attore non protagonista.

La carriera di Selge è stata arricchita anche da numerosi premi e riconoscimenti. Ha ricevuto il Grimme-Preis, uno dei premi televisivi più prestigiosi in Germania, per la sua interpretazione in "Polizeiruf 110". Nel 2006 ha vinto il Deutscher Fernsehpreis come miglior attore per il suo ruolo nel film televisivo "Wut" (Rabbia), in cui ha interpretato un professore di ginnasio che affronta le difficoltà della vita moderna.

Edgar Selge non è solo un attore, ma anche un appassionato di musica. È un abile pianista e spesso incorpora le sue abilità musicali nelle sue esibizioni teatrali. Questa passione per la musica ha arricchito la sua espressività artistica, rendendo le sue performance ancora più intense e coinvolgenti.

Nonostante la sua fama e i numerosi successi, Selge è noto per la sua modestia e dedizione al mestiere. È sposato con l'attrice Franziska Walser, figlia del famoso scrittore tedesco Martin Walser, e insieme formano una coppia artistica molto rispettata nel panorama culturale tedesco. La loro collaborazione professionale e personale ha dato vita a numerosi progetti teatrali di successo.

"Hast du uns endlich gefunden", pubblicato in Italia da Carbonio con il titolo "Finalmente ci hai trovati" è il primo libro di Edgar Selge, pubblicato nel 2021. Si tratta di un'opera autobiografica in cui l'attore e autore tedesco riflette sulla sua infanzia e giovinezza, offrendo un ritratto intimista e profondo della sua vita personale e familiare.

Il libro è scritto in forma di romanzo e racconta la storia di un giovane ragazzo che cresce in una casa accanto a una prigione, con un padre direttore di carcere e una madre appassionata di musica. Questa ambientazione unica fornisce uno sfondo affascinante e complesso per esplorare temi di libertà e prigionia, autorità e ribellione, amore e conflitto.

Selge utilizza la narrazione per immergersi nei ricordi della sua giovinezza, evocando immagini vivide e dettagliate della sua famiglia e delle dinamiche domestiche. La figura del padre, un uomo autoritario e rigido, contrasta con quella della madre, una donna sensibile e artistica. Questo dualismo all'interno della famiglia influenza profondamente il giovane Edgar e il suo sviluppo personale e artistico.

Una parte significativa del libro si concentra sulla passione di Edgar per la musica e il pianoforte, ereditata dalla madre. La musica diventa una forma di evasione e un mezzo per esprimere le emozioni represse, contribuendo alla sua formazione come artista. La narrazione esplora anche i conflitti interiori e le aspirazioni del giovane, offrendo uno sguardo sincero e introspezione sulla sua crescita emotiva e intellettuale.

"Hast du uns endlich gefunden" è anche un viaggio nella memoria collettiva della Germania del dopoguerra. Selge descrive l'epoca con una sensibilità acuta, catturando le tensioni sociali e politiche del tempo e il modo in cui queste influenzano la vita quotidiana della sua famiglia e della comunità.

Il libro è stato accolto positivamente dalla critica per la sua scrittura evocativa e la capacità di Selge di intrecciare ricordi personali con riflessioni più ampie sulla società e la condizione umana. La sua esperienza come attore si riflette nella narrazione vivace e nei dialoghi realistici, che danno vita ai personaggi e alle situazioni descritte.

Edgar Selge I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

Hai un sito che parla di Edgar Selge?
Inserisci il link su zam.it

 

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Elegia americana di J.D. Vance: una voce dall'America dimenticata, un ritratto crudo della classe operaia bianca americana
[16-07-2024]
Rio de Janeiro, palcoscenico dell’anima in L'amore è un fiume di Carla Madeira
[30-06-2024]
Il lato oscuro dell’adolescenza. Le dieci lezioni sul male di Mauro Grimoldi
[13-06-2024]
Danza di ombre: Il commiato di Alice Munro
[15-05-2024]
Dietro le Facce del Male. Victoria Kielland ci porta in un Viaggio nell'emotività di Belle Gunness
[13-05-2024]
"Il Custode" di Ron Rash: un'epica tragedia ambientata negli Appalachi
[28-04-2024]
Le lotte interiori e l'orso di Marian Engel
[24-04-2024]
La primavera silenziosa di Rachel Carson, il primo libro ambientalista che ha cambiato il mondo
[18-04-2024]
Leggi le altre News


Autori e film 19/07/2024

Nessun Risultato

Tutti gli autori dei film della settimana