Autore Topic: Basta con le ipocrisie: gli immigrati ormai sono un lusso  (Letto 1632 volte)

Orizzonti Esagonali

  • Visitatore
Basta con le ipocrisie: gli immigrati ormai sono un lusso
« il: Agosto 11, 2014, 12:50:48 »
Pochi mesi fa qualcuno scriveva così:

"Io non ci sto! Fermo restando l'umana pietà per i morti chiunque essi siano, io non ci sto a pagare miliardi di euro per contrastare, accogliere, accudire, incarcerare e rimpatriare i clandestini! Non ci sto ad aderire al lutto nazionale per la tragica fine di centinaia di clandestini vittime e complici della criminalità organizzata! Non ci sto a considerare da morti cittadini italiani coloro che da vivi hanno violato le leggi italiane! Sapete quanto ci costano i clandestini? Vi elenco alcuni costi che ricavo dai dati del Ministero dell'Interno e dell'Unione Europea." http://www.ilgiornale.it/news/interni/basta-ipocrisie-immigrati-ormai-sono-lusso-956273.html


Ma siamo troppo assoggettati alla politica estera, e quindi ...

Orizzonti Esagonali

  • Visitatore
Parla Suor Ada, protagonista della vicenda dei clandestini con la scabbia - DA LAMPEDUSA
La voce del popolo, la voce di chi è davvero a contatto con gli immigrati:

CON LA SCABBIA: SUORE RESPINGONO I CLANDESTINI - e dice basta all’immigrazione.

«La situazione diventa preoccupante», afferma suor Ada, «perché il processo di immigrazione non è finito qui, noi siamo una piccola cosa, una briciola, così come a Brecciarola in altre parti d’Italia la situazione è la medesima, ma non siamo noi che possiamo risolvere questo problema che deve essere affrontato a mio parere a livello di rapporti internazionali. Mi hanno domandato se siamo favorevoli al fatto che l’Italia riceva immigrati, ho risposto no, no perché non siamo più nella capacità di ospitarli ».

http://voxnews.info/2014/04/26/suor-ada-contro-alfano-basta-italia-non-puo-accogliere-altri-immigrati/

Orizzonti Esagonali

  • Visitatore
Dalai Lama in Italia: “I vostri immigrati sono troppi
« Risposta #2 il: Agosto 11, 2014, 12:58:26 »
Dalai Lama in Italia: “I vostri immigrati sono troppi, bisogna avere il coraggio di dire basta”

Pisa, 12 giu – La massima autorità spirituale tibetana, oggi a Pomaia in provincia di Pisa, non si accoda al buonismo imperante e sostiene che sull’immigrazione “bisogna avere il coraggio di dire basta”.

‘Se si chiamano rifugiati vuol dire che fuggono da qualcosa ma il buon cuore per accoglierli non basta e bisogna avere il coraggio di dire quando sono troppi e di intervenire nei loro Paesi per costruire lì una società migliore – ha detto il Dalai Lama rispondendo a una specifica domanda sull’emergenza immigrati nel mediterraneo.

Non è possibile pensare – ha aggiunto - che sia sufficiente l’accoglienza a risolvere il problema. Gli italiani, e i siciliani soprattutto, stanno dimostrando un gran cuore ma per risolvere il problema dei profughi è necessario intervenire in quei Paesi, impegnarsi per superare le guerre, spesso a sfondo religioso, che provocano gli esodi e superare anche il grande divario tra ricchi e poveri per costruire una società migliore. Serve quindi un pensiero a lunga scadenza per ottenere un risultato davvero efficace”.

piccolofi

  • Pucca yo yo
  • *
  • Post: 2329
  • Karma: +49/-7
  • Buon vento !
    • Mostra profilo
Re:Basta con le ipocrisie: gli immigrati ormai sono un lusso
« Risposta #3 il: Agosto 10, 2021, 21:26:00 »
 Il Dalai Lama di solito è molto considerato e quanto dice può attrarre l'attenzione di persone delle più svariate estrazioni e posizioni.
 Però.. a quanto pare c'è stato un notevole gap di attenzione, considerazione, riflessione, se quanto diceva molto saggiamente
 nell'ormai lontano 2014 è rimasto lettera morta e chi nelle " alte " sfere avrebbe magari dovuto pensare e provvedere si è invece semplicemente attestato sull'opportunismo politico : a discapito della vita e del futuro del proprio paese.
E' evidente infatti che, anche volendo millantare bontà e accoglienza infinite, non altrettanto infinita è la capacità di assorbimento e mantenimento da parte di un paese pieno di problemi come l'Italia e tuttora lasciato bellamente solo nell'impresa titanica da parte del mostro sacro che si appella Comunità Europea.
L'Europa pontifica sulla scorta di trattati folli e detta legge, ma poi, diciamolo in malo modo, se ne frega.
Il punto è che, finché non si paga in proprio, e non intendo in denaro ma sulla propria pelle, viene molto bene fare gli accoglienti e i buonisti con la pelle degli altri.
Finché i problemi si riesce ad affibbiarli e confinarli ad un paese solo, i meravigliosi tromboni furbi dell'Europa fanno spallucce e pensano ai casi propri.
Nessuno pare voler riflettere, e tantomeno trarre lezione da quanto è accaduto e tuttora accade in Francia.
Pensano solo a chiudere le proprie porte o, giusto per far mostra di partecipare, ad accogliere, ossia accettare, solo gli immigrati di provenienza selezionata, migliore, che possano essere proficuamente inseriti in qualche contesto lavorativo.
Questa è l'irrisione impudente del buonismo, mentre alle sagge e logiche parole del Dalai Lama nessuno ha trovato conveniente ( conveniente per sé = propria parte o proprio paese ) prestare ascolto.
Vox clamans in deserto, e infatti sono passati anni di sordità assoluta.
Ma un giorno dovranno svegliarsi tutti, quando non potranno più salvare la loro realtà.
Peccato che sarà tardi e il danno sarà ormai irreversibile.
In fondo già lo è.