Autore Topic: Cos'è la ragione ?  (Letto 2231 volte)

Doxa

  • Pucca yo yo
  • *
  • Post: 2112
  • Karma: +36/-15
    • Mostra profilo
Cos'è la ragione ?
« il: Maggio 01, 2017, 00:11:12 »

Francisco Goya: “Il sonno della ragione genera mostri”, 1797; Madrid, Biblioteca Nazionale.

“El sueño de la razón produce monstruos” c’è scritto sul frontale del tavolo sul quale l'uomo dorme. Alle sue spalle ci sono degli animali, ma non sono mostri: c’è un felino accucciato, sembra una lince, ci sono un gufo, un pipistrello ed altri volatili. È lo stesso Goya ad indicarci il significato della sua opera in un questo scritto: “La fantasia priva della ragione genera impossibili mostri: unita alla ragione è madre delle arti e origine di meraviglie”.

Ma cos’è la ragione ? Per i filosofi è la facoltà dell’intelletto che permette il pensiero razionale e si contrappone all’irrazionalità; per gli psicologi cognitivi è la capacità della mente di elaborare ragionamenti più o meno corretti.

Fin dai tempi di Aristotele i filosofi hanno sempre pensato che la ragione sia la capacità mentale che separa gli uomini dagli animali, guidandoli nella ricerca di conoscenza e orientandoli verso le decisioni più sagge.

Gli psicologi hanno mostrato che la ragione non ha il potere che i filosofi vorrebbero attribuirle.

Lo psicologo Daniel Kahneman, Premio Nobel per l’economia, sostiene che la ragione ci aiuta di andare al di là delle intuizioni sbagliate, invece la gente usa la ragione per cercare argomenti che confermano le proprie intuizioni errate.
Il nome dato a questa tendenza psicologica è “bias di conferma” o “bias di polarizzazione” (myside bias, in inglese), ossia la tendenza a cercare ragioni che confermino ciò che crediamo, invece di esaminare oggettivamente le nostre credenze e fare attenzione ai fattori che potrebbero mostrarne la falsità.

Il ragionamento non ci mostra le nostre false intuizioni, aiutandoci a correggerle e portandoci ad una maggiore conoscenza e saggezza, ma fa il contrario. Ci fornisce ragioni che confermano ciò che crediamo ci rende più sicuri di avere ragione anche quando abbiamo torto.

Ma perché la ragione agisce in tal modo ? Qual è il suo scopo ? Come funziona e perché è evoluta solo tra gli esseri umani ?
La ragione non è evoluta per migliorare la capacità di pensare e di decidere in modo corretto. La sua funzione è sociale, è uno “strumento” per l’interazione sociale,per influenzare gli altri ed essere influenzati, o a volte resistere all’influenza degli altri.

Gli studiosi Hugo Mercier e Dan Sperber nel loro saggio titolato “The enigma of reason” ( edito da Harward University Press) espongono la loro teoria. Affermano che la ragione è evoluta per produrre giustificazioni e argomenti per influenzare gli altri e valutare, prima di accettare o rifiutare, le giustificazioni e gli argomenti che ci vengono offerti per influenzarci.

Sarebbero difficili le interazioni se non potessimo scambiare argomenti e giustificazioni. Correremmo continuamente il rischio di fraintendere gli altri ed essere fraintesi, di essere portati a credere cose sbagliate e di far credere agli altri cose non vere.

Abbiamo bisogno di ragionare per raggiungere i grandi obiettivi nella scienza e nella tecnica ma anche nelle nostre interazioni quotidiane: per giustificare per esempio un ritardo ad un appuntamento, per accettare o rifiutare le giustificazioni degli altri quando sono in ritardo.
La ragione è e deve essere tendenziosa quando produce argomenti e giustificazioni. Quando invece essa valuta gli argomenti e le giustificazioni degli altri, allora deve essere più oggettiva e rigorosa, in modo da avere solide basi razionali per rifiutare gli argomenti degli altri, ma anche per riconoscere i nostri errori e cambiare opinione.

La psicologia contemporanea ha prodotto numerosi risultati che mostrano che siamo più oggettivi quando valutiamo le ragioni degli altri di quanto lo siamo quando dobbiamo giustificare le nostre idee.

Chi ha prodotto argomenti distorti per giustificare il risultato scorretto si rende conto che gli argomenti degli altri sono migliori e cambia idea. Quando ragioniamo da soli, tendiamo invece a confermare ciò che pensiamo e, al massimo, rinforzare le idee che abbiamo già, che siano giuste o sbagliate. In una discussione sincera, persone che partono da punti di vista differenti possono convergere verso una maggiore conoscenza e trovare soluzioni più sagge.

Il dibattito con gli altri è il modo migliore per verificare e migliorare le proprie opinioni. Invece il soliloquio riflessivo è un’attività per la quale la ragione non è adatta.
Perciò facciamo bene a partecipare ai forum, specie se serve per scambiare opinioni.

Vault

  • Ippo Noob
  • *
  • Post: 44
  • Karma: +2/-0
    • Mostra profilo
Re:Cos'è la ragione ?
« Risposta #1 il: Maggio 19, 2018, 17:44:05 »
Ciao Peter,

io tendo alla semplificazione, a condensare in poche frasi studi, argomenti ecc. per loro natura molto vasti, a causa del contributo della conoscenza che man mano si va accumulando in merito e che viene, tanto o poco, impiegata da chi vuol approfondire qualsivoglia questione.

Naturalmente il mio è un approccio né migliore né peggiore d’altri che in determinati contesti può rivelarsi maggiormente efficace nel produrre un’intuizione a chi ne segua il percorso.

Così, sintetizzando, per me la ragione altro non è che la capacità di “processare” informazioni.

Ho impiegato un termine informatico per evidenziare l’analogia del processo umano a quello cibernetico, dove quest’ultimo se correttamente istruito (a mezzo d’algoritmi) acquisisce, discrimina e conclude, incrementando - talora esponenzialmente - le sue performance (vedi l’incredibile sviluppo delle A.I.).

L’ambito social-filosofico della questione (sulla ragione) differisce di tempo in tempo e di luogo in luogo e andrebbe valutato nel suo contesto relativamente a specifici argomenti (ad es. ciò che è saggio per noi non è detto lo sia per altri).

Riguardo il dibattere con gli altri mi trovi d’accordo.



Vault

victor

  • Mucca Cin Cin
  • *
  • Post: 394
  • Karma: +8/-4
    • Mostra profilo
Re:Cos'è la ragione ?
« Risposta #2 il: Novembre 14, 2020, 22:05:57 »

Io ho piacere di aggiungere un mio ragionamento personale che non contrasta con le affermazioni di Doxa e di Vault, ma ritengo che le integri.

Il mio ragionamento parte dalla Scala dei Bisogni di Maslow (è il mio pallino). Ogni essere umano quando arriva al quarto gradino di questa scala sente il bisogno di affermare la propria personalità e questo bisogno lo si soddisfa ottenendo riconoscimento da parte degli altri.

Per ottenere riconoscimento da parte degli altri è necessario comunicare (esternare). I concetti che ciascuno esterna dipendono da tanti fattori, ma a mio avviso il fattore principale è la cultura che ciascuno possiede la quale è estremamente variabile. Per questo motivo alcuni esternano in maniera molto colta, e altri, purtroppo, in maniera pedestre, proprio in base alla cultura che ciascuno possiede e all’allenamento che ha fatto nel corso della sua vita.

Elementare Watson.

Victor
Il duro impegno per l'acquisizione delle competenze, la passione e le doti personali creano eccellenza ... e distinguono il professionista dal lavoratore ... Victor

Doxa

  • Pucca yo yo
  • *
  • Post: 2112
  • Karma: +36/-15
    • Mostra profilo
Re:Cos'è la ragione ?
« Risposta #3 il: Novembre 15, 2020, 08:40:40 »
Grazie Victor per aver rintracciato questo topic. Mi ero dimenticato di averlo scritto.

La teoria della gerarchizzazione dei bisogni  ideata dallo psicologo Abraham Harold Maslow (1908 – 1970) la conosco per averla studiata in giovane età. Era attinente a una delle discipline del corso di laurea.
 
Maslow pubblicò questa sua teoria nel 1954. Fu soggetta a critiche e integrata da altri studiosi.

Questa è la rappresentazione grafica della cosiddetta “piramide di Maslow”.



E’ una teoria motivazionale basata su un modello a cinque stadi o livelli gerarchici della piramide.

Io e te siamo al vertice della piramide. Abbiamo avuto la soddisfazione nei quattro livelli precedenti ed ora pensiamo anche alla creatività.

Scrivere un post è un atto creativo. Sembra che venga ignorato nel forum, ma solo apparentemente. Quello che conta è il numero dei contatti.

Noi offriamo i nostri scritti “a fondo perduto”, elargiamo, perciò a volte qualche lettore si confonde, ci scambia per divinità, e dice “Doxa è amore”, “Victor è amore”.  :)  ;)

Per quanto riguarda la “ragione”, nel post iniziale scrissi che  per i filosofi la ragione è la facoltà dell’intelletto che permette il pensiero razionale e si contrappone all’irrazionalità; per gli psicologi cognitivi è la capacità della mente di elaborare ragionamenti più o meno corretti.

Per il nick Vault il ragionamento si ottiene  anche tramite sequenze logiche, dalla  “capacità di ‘processare’ informazioni”, come in un computer.

Voglio aggiungere al riguardo che nell’ambito filosofico viene usato il termine polisemico “lògos”, parola di origine greca, significa parola, discorso, ragione (in latino “ratio).

Nel pensiero greco dell'antichità il sostantivo lògos indica la “parola”, intesa come manifestazione del pensiero, ma anche il “pensiero” che si esprime attraverso la parola.

In filosofia, logos è l'intelletto, considerato non solo come strumento umano di conoscenza, ma come entità creatrice e ordinatrice, come espressione del pensiero attraverso il linguaggio, ordinatore dell'esperienza.

L’affermazione del lògos come “ragione” si ha in Eraclito come principio di razionalità. 

Platone lo usa con il significato  di “discorso”. Nel “Fedone” platonico c’è il  saggio sul “logos” di Socrate come icona del Bene e della conoscenza di sé.

Nella teologia cristiana il logos giovanneo è la seconda persona della Trinità (Padre, Figlio, Spirito Santo).

Nella letteratura sapienziale greco-ebraica la sapienza divina è il lògos.

Nel pensiero moderno la più coerente teorizzazione del lògos come ragione è in Hegel.

Quanto ho detto è "pesante", necessita di un "digestivo". Per non pensarci vado al bar a bermi un caffé.  ;D
« Ultima modifica: Novembre 15, 2020, 08:42:42 da Doxa »

Regina D'Autunno

  • Mucca Walk
  • *
  • Post: 132
  • Karma: +1/-0
  • La bellezza della vita sta nel cogliere l'attimo!
    • Mostra profilo
Re:Cos'è la ragione ?
« Risposta #4 il: Aprile 06, 2021, 10:10:44 »
La ragione è anche quel pensiero che distingue gli uomini dagli animali, infatti l'uomo è dotato di pensiero nel ragionamento e se questo è usato bene ne possono usufruire anche gli altri, perchè la ragione è anche intelligenza.
 :angdiv:
Corteggiata da l'aure e dagli amori,
siede sul trono de la siepe ombrosa,
bella regina dè fioriti odori,
in colorita maestà la rosa
CLAUDIO ACHILLINI :-[