Recensioni libri

News della settimana
08 Aprile
07 Aprile
11 Marzo
25 Febbraio
14 Gennaio
26 Novembre
05 Ottobre

Archivio News
Aprile 2021
Marzo 2021
Febbraio 2021
Gennaio 2021
Novembre 2020
Ottobre 2020
Settembre 2020
Giugno 2020
Maggio 2020
Aprile 2020
Marzo 2020
Febbraio 2020
Settembre 2018
Agosto 2018
Luglio 2018
Giugno 2018
Maggio 2018
Aprile 2018
Marzo 2018
Febbraio 2018
Gennaio 2018
Luglio 2016
Luglio 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Luglio 2013
Maggio 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Novembre 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007
Settembre 2007
Agosto 2007
Luglio 2007
Giugno 2007
Maggio 2007
Aprile 2007
Marzo 2007
Febbraio 2007
Gennaio 2007
Dicembre 2006
Novembre 2006
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005

Giugno 2021
L M M G V S D
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
             

Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

Zam news

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

Eugene O誰eill, un Tragico ispirato da una vita drammatica [13-10-2008]


Eugene O誰eill nasceva a New York nel 1888, il 16 Ottobre di centoventi anni addietro. Drammaturgo tragico, per molti anni incarn il solo teatro americano in grado di confrontarsi col pi maturo teatro europeo; con i suoi temi rilanci Broadway - che negli anni 20 rappresentava soltanto musical, farse o melodrammi - e apr il varco al teatro d誕vanguardia e ad Arthur Miller. Figlio di un famoso attore irlandese di tipo romantico, visse una vita inquieta ed errabonda (nato in un hotel di Broadway, pass l段nfanzia in alberghi e teatri). Fu interno in una rigida scuola cattolica del Connecticut e frequent l旦niversit di Princeton per un anno, prima di esserne espulso. Un feroce rapporto amore-odio lo leg alla famiglia: il padre era un uomo frustrato, la madre morfinomane e piena di risentimento aveva tentato il suicidio, il fratello maggiore alcolizzato mor prematuramente. Attore nella compagnia del padre, redattore, cercatore d弛ro e marinaio imbarcato in navi mercantili, nel 1912 fu costretto dalla tubercolosi a un ritiro in sanatorio per sei mesi che cambi la sua vita (era depresso e aveva tentato il suicidio, abusava di alcol e faceva baldoria con le prostitute); inizi invece a leggere e a dedicarsi alla scrittura teatrale (aveva d誕ltronde il teatro nel sangue). Parl egli stesso di ォrinascitaサ. La dottrina calvinista della predestinazione svilupp in lui una visione pessimistica della vita con un senso incombente di fatalismo (scrisse ォ... noi siamo pi o meno schiavi delle convenzioni, o della disciplina, o di qualche altro tipo di rigido sistemaサ). Si occup del difficile rapporto uomo e Dio, in bilico tra idealismo e materialismo, influenzato da due drammaturghi scandinavi - il norvegese Ibsen e lo svedese Strindberg (ォsoprattutto Strindbergサ, come scrisse) - ma fu segnato anche dalla psicanalisi (i suoi testi vanno letti da un punto di vista psicologico). A chi gli parlava di Realismo, Eugene rispondeva che i suoi drammi erano ォrealmente realiサ non tanto per la somiglianza meticolosa alla vita quanto piuttosto perch erano ォspiritualmente veriサ. Queste suggestioni contribuirono a creare drammi originali e di gran potenza espressiva, che lo imposero per il talento geniale e per lo sperimentalismo scenico.
I primi atti unici giovanili, denominati 泥rammi marini (amava il mare di un amore struggente), erano ambientati sul nudo ponte di una nave con i protagonisti obbligati nell段nevitabile ruolo di 砺inti. I testi pi importanti, scritti tra il 1920 e il 1931, sono: 鄭l di l dell弛rizzonte che gli merit il primo Pulitzer, 鄭nna Christie (storia di ォuna prostituta dal cuore d弛roサ) che gli fece vincere il secondo Pulitzer, 典utti i figli di Dio hanno le ali, 泥esiderio sotto gli olmi, 鉄trano interludio (in modo autobiografico imperniato sulle frustrazioni di una famiglia) col quale vinse il terzo Pulitzer, e 的l lutto si addice ad Elettra, una tragedia greca in cui all誕ntico fato si sovrapponeva la complessit psicologica dell置omo moderno. Che gran forza poetica hanno gi soltanto i titoli di questi testi drammatici! In questi anni, O誰eill divenne l誕utore anglosassone pi tradotto e rappresentato dopo Shakespeare e Bernard Shaw.
Gli ultimi drammi (seguiti a un lungo silenzio), pi costruiti e senza l弛riginaria forza giovanile, ebbero il merito di adattare al teatro l誕rdita tecnica del monologo interiore e del 吐lusso della coscienza creato dall段rlandese Joyce; ricordiamo: 鄭rriva l置omo del ghiaccio (1946) e, pubblicati postumi, la 鏑unga giornata verso la notte - i cui personaggi riconducono all段nfernale vissuto familiare e alle angosce dell誕utore (merit post-mortem il quarto Pulitzer nel 1957) - , 填na luna per i bastardi e 撤i grandiose dimore (molte altre carte inedite furono distrutte dalla moglie per suo desiderio). Nel 1936 ebbe conferito il Nobel per la letteratura (primo autore teatrale americano), che non ritir per problemi di salute.
Spinto da un弛ssessiva urgenza per lo scrivere, teso e dubbioso (riscriveva i suoi testi una mezza dozzina di volte, riempiendoli di note, sottolineature e suggerimenti scenici), era un uomo privo di punti di riferimento e travolto dai lutti, che portava ancora sanguinanti le cicatrici del difficile rapporto familiare e che non aveva saputo creare neppure relazioni stabili con mogli e figli: si spos tre volte ed ebbe due divorzi insieme al dolore per la malattia mentale della figlia pi piccola e per il suicidio nel 1950 del figlio pi grande alcolizzato (un altro figlio eroinomane morir suicida nel 1977); ruppe ogni rapporto con l誕ltra figlia Oona, che a 18 anni lasci la famiglia per sposare Charlie Chaplin che aveva l弾t di Eugene (fu per un matrimonio felice). Una precoce paralizzante malattia neurodegenerativa gli imped di continuare a scrivere; estraniato dalla comunit letteraria e dalla famiglia, mor il 27 novembre del 1953 aspettando la fine da solo in un hotel di Boston, assistito da un medico e da un段nfermiera (in un hotel era nato e in un hotel moriva!). La solitudine era il suo destino (aveva scritto: ォLa vita per ogni uomo una cella solitaria dove le pareti sono specchiサ) e, dopo tanta autodistruzione e tanti foschi presagi di morte dei quali erano imbevuti il suo vissuto e i suoi testi tragici, la conclusione della sua esistenza ebbe la stessa atrocit di quella dei suoi derelitti personaggi.

Di Silvia Iannello

Torna alla pagina delle news
 


Top 20

1. Manzini
Vecchie conoscenze
2. Ulstein
Memorie di un rettile
3. Auci
L' inverno dei Leoni. La saga ...
4. Guccini
Storie liete, fiabe nere e tem...
5. Tuti
Figlia della cenere
6. Galiano
Felici contro il mondo
7.
Io posso. Due donne sole contr...
8. Miller
La canzone di Achille
9. Travaglio
I segreti del Conticidio. Il ォ...
10.
Cose spiegate bene. A proposit...
11. Meloni
Io sono Giorgia. Le mie radici...
12. Cataldo
Il suo freddo pianto. Un caso ...
13. Miller
Circe
14. Vitali
Un bello scherzo. I casi del m...
15. Puggioni
ネ tempo di vacanze. Verso la s...
16. Dorn
L' ossessione
17. Cerletti
NormaL English. Il mio metodo ...
18. Cassar Scalia
L' uomo del porto
19. Clinton
La figlia del presidente
20. Cooper
Il tempo del diavolo

L'ultima recensione

Rocco Civitarese
Giaguari invisibili

Pietro, Giustino e Davide sono iscritti all'ultimo anno di liceo. Si trovano in quell'attimo unico in cui si deve scegliere il proprio futuro, ma a dettare legge sono i primi amori, lo scoprimento del sesso, il semplice fatto di essere diciottenni. La loro l'et agitata e straordinaria, senza comp
 Continua ...