Recensioni libri

News della settimana
08 Aprile
07 Aprile
11 Marzo
25 Febbraio
14 Gennaio
26 Novembre
05 Ottobre

Archivio News
Aprile 2021
Marzo 2021
Febbraio 2021
Gennaio 2021
Novembre 2020
Ottobre 2020
Settembre 2020
Giugno 2020
Maggio 2020
Aprile 2020
Marzo 2020
Febbraio 2020
Settembre 2018
Agosto 2018
Luglio 2018
Giugno 2018
Maggio 2018
Aprile 2018
Marzo 2018
Febbraio 2018
Gennaio 2018
Luglio 2016
Luglio 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Luglio 2013
Maggio 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Novembre 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007
Settembre 2007
Agosto 2007
Luglio 2007
Giugno 2007
Maggio 2007
Aprile 2007
Marzo 2007
Febbraio 2007
Gennaio 2007
Dicembre 2006
Novembre 2006
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005

Agosto 2021
L M M G V S D
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          

Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

Zam news

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

Sherlock Holmes l'immortale detective di Arthur Conan Doyle [31-05-2009]


Il 22 maggio del 1859 nasceva a Edimburgo Arthur Conan Doyle, ideatore del giallo-fantastico e padre di Sherlock Holmes, il magro intelligente compassato ma stravagante investigatore dilettante - imparentato con Auguste Dupin di Edgar Allan Poe - che, con il suo immancabile cappellino da cacciatore scozzese e la sua pipa ricurva, pone la logica al di sopra di tutto. Grande osservatore di dettagli, Holmes è l’abile detective in grado di trovare una soluzione a casi apparentemente irrisolvibili, ma è anche un delicato violinista, uno scattante pugilatore e schermitore, oltre che l’autore d’interessanti trattati di tipo pratico. Comparso in quattro romanzi e cinquantasei racconti, questo consulente deduttivo è divenuto l’icona immortale della letteratura gialla e il personaggio letterario protagonista del maggior numero di spettacoli teatrali e di film: sino agli anni ’30 l’attore americano William Gillette lo ha portato sul palco per più di 1300 volte mentre tra il 1939 e il 1946 Basil Rathbone ha interpretato il detective in ben 14 pellicole cinematografiche. Così lo descrive il suo autore: «...il suo sguardo era acuto e penetrante; e il sottile naso aquilino conferiva alla sua espressione un’aria attenta e decisa. Il mento, sporgente e quadrato, era tipico dell’uomo d’azione. Le mani, sempre sporche d’inchiostro e scoloriture provocate dagli acidi, avevano un tocco straordinariamente delicato...».
Autore di una vastissima produzione (scrisse di sé: «il vecchio cavallo ha trascinato una pesante soma per questa pesante strada, ma è ancora in grado di lavorare»), Doyle ha raccontato l’avventura, la fantascienza e il terrificante ma anche la storia; “La Grande Guerra boera” del 1900 - scritto da corrispondente di guerra durante il conflitto anglo-boero in Sudafrica - gli valse nel 1902 il titolo di baronetto, e i critici sostenevano che i suoi documentati romanzi storici fossero i migliori dopo “Ivanhoe” di Walter Scott. Convinto che gli spiriti dei morti continuassero a esistere e potessero essere contattati dai viventi, negli ultimi anni di vita fu interessato dai fenomeni paranormali, dallo spiritismo e dal soprannaturale. Malgrado i molteplici interessi, Conan Doyle deve notorietà e ricchezza al suo specialissimo detective che ben presto iniziò a odiare perché si sentiva soverchiato e quasi annullato da lui; in “L’ultima avventura” tentò di farlo morire ma - per le pressioni dell’editore e del pubblico che prese il lutto sommergendolo di suppliche - dovette farlo ritornare in vita; sconfortato, nel 1924, nella sua biografia scriveva: «Ucciderò Sherlock Holmes» (l’esperta di Doyle Alessandra Calanchi ha così concluso una sua intervista: «Conan Doyle è morto ma Sherlock Holmes no»).
Aristocratico da parte di madre (discendeva da un’antica famiglia cattolica irlandese, originaria dai Plantageneti) ma con scarsi mezzi economici, dopo gli studi presso i Gesuiti, nel 1885 si laureò in Medicina all’Università di Edimburgo e iniziò a lavorare presso l’ospedale locale, ove conobbe il brillante e gelido chirurgo-medico legale dottor Joseph Bell che esercitava il metodo scientifico deduttivo - un Doctor Gregory House dell’Ottocento che aveva aiutato la polizia nelle indagini su Jack lo squartatore, cui s’ispirò per la costruzione del suo indimenticabile personaggio. Hercule Poirot, Ellery Queen, Nero Wolfe e tanti altri ancora sono da considerarsi “discendenti diretti” del famoso Sherlock Holmes.
Dopo un avventuroso periodo trascorso come medico di bordo su una baleniera, aprì uno studio medico in un sobborgo di Portsmouth, dedicandosi poi alla letteratura e pubblicando con successo il primo romanzo del ciclo di Sherlock Holmes “Uno studio in rosso” (1887), in cui già compariva il saggio Dr Watson (amico e biografo del detective che agisce da spalla, vivendo con lui in Baker Street al numero 221B), vero e proprio alter ego di Conan Doyle (celebre la frase: «Elementary, my dear Watson!»). Altri personaggi di rilievo nella serie sono l’imbelle Ispettore Lestrade di Scotland Yard (di cui Sherlock Holmes si prende continuamente gioco) e l’acerrimo nemico Professor Moriarty. L’ultimo libro dedicato all’intramontabile personaggio fu “Il taccuino di Sherlock Holmes” (1927), una raccolta di 12 racconti.
Conan Doyle si sposò due volte: con Louisa Hawkins nel 1885 (ebbe due figli) e - dopo la morte di Louise avvenuta nel 1906 - con Jean Leckie (ebbe altri tre figli). Morì improvvisamente a 71 anni il 7 luglio del 1930 per un attacco cardiaco nella sua casa di campagna a Windlesham (Crowborough).

Di Silvia Iannello


Torna alla pagina delle news
 

Gli autori più visitati oggi

David Carr
Stephen King
Paolo Crepet
Anna D'Elia
Lee Smith



Top 20

1. Della Riva Massimo
Eresia
2. Carofiglio
Le tre del mattino
3. Perrin
Tre
4. Auci
L' inverno dei Leoni. La saga ...
5. Perrin
Cambiare l'acqua ai fiori
6. Cassar Scalia
Sabbia nera
7. Trevi
Due vite
8. Golding
Il Signore delle Mosche
9. Calasso
Bobi
10. Calasso
Memè Scianca
11. Manzini
Vecchie conoscenze
12. Follett
Un luogo chiamato libertà
13. Christie
Dieci piccoli indiani. E non ...
14. Orwell
1984
15. Miller
La canzone di Achille
16. Murakami
L' arte di correre
17. Giovanni
Una Sirena a Settembre
18. Pavese
La luna e i falò
19. Orwell
La fattoria degli animali
20. Vitali
Il metodo del dottor Fonseca

L'ultima recensione

Rocco Civitarese
Giaguari invisibili

Pietro, Giustino e Davide sono iscritti all'ultimo anno di liceo. Si trovano in quell'attimo unico in cui si deve scegliere il proprio futuro, ma a dettare legge sono i primi amori, lo scoprimento del sesso, il semplice fatto di essere diciottenni. La loro è l'età agitata e straordinaria, senza comp
 Continua ...