Recensioni libri

La scelta coraggiosa di Sigfrido Ranucci

Pubblicato il 29-02-2024



Sigfrido Ranucci, noto giornalista italiano, è una figura centrale nel giornalismo d'inchiesta, particolarmente attraverso il programma televisivo "Report". Con il suo team, si dedica ogni giorno a esplorare informazioni, connettere eventi e narrare notizie che molti vorrebbero rimanessero nascoste. La forza di "Report" risiede nella scelta di offrire ai cittadini un resoconto crudo dei fatti attraverso un rigoroso lavoro di ricerca, anche quando ciò comporta rischi personali per i giornalisti. Nel suo libro, Ranucci rivela il percorso che lo ha portato a diventare quello che è oggi, condividendo i dietro le quinte di alcune delle sue inchieste più cruciali. Emergono anche influenze importanti, come suo padre e il suo mentore Roberto Morrione, che hanno contribuito a plasmare la sua dedizione nel portare avanti le sue scelte nel giornalismo. Nonostante la durezza della realtà, l'autoritratto di Ranucci è di un uomo coraggioso che, senza cedere al cinismo, si pone costantemente la domanda "Qual è la scelta giusta?" e trova ogni volta la risposta, mantenendo la promessa di onestà e giustizia sociale verso il suo pubblico.

Sigfrido Ranucci è un giornalista italiano nato a Roma nel 1961 e laureato in lettere alla Sapienza. Ha iniziato la sua carriera a Paese Sera e nel 1989 è entrato a far parte del TG3, dove si è occupato di cronaca, attualità e sport. Nel 1994 ha collaborato al programma "Anni azzurri" di Claudio Ferretti e dal 1997 ha lavorato con Rai International, Rai News 24 e Tg3 Primo Piano.

Tra le sue numerose esperienze, nel 1999 è stato inviato Rai nei Balcani, nel 2001 ha coperto gli attentati dell'11 settembre a New York. Si è distinto per inchieste su traffico illecito di rifiuti, mafia, e l'uso di armi non convenzionali come l'uranio impoverito. Ha denunciato l'uso di fosforo bianco da parte dell'esercito statunitense a Falluja, in Iraq.

Nel 2001, durante un'inchiesta sulle stragi di mafia, ha trasmesso l'ultima intervista del giudice Paolo Borsellino, generando polemiche. Nel 2005 è stato inviato a Sumatra per il terremoto e maremoto dell'oceano Indiano. Dal 2006 è coautore di "Report" con Milena Gabanelli, e nel 2009 hanno pubblicato il libro "Ecofollie" sul problema dello smaltimento delle scorie nucleari.

Ha scritto anche "Il patto" nel 2009, che affronta la trattativa Stato-mafia, e nel 2010 ha contribuito all'inchiesta sul recupero della pinacoteca di Calisto Tanzi, patron della Parmalat. Dal 2011 collabora con il Corriere della Sera. Nel 2012 ha ideato "Off the Report" per Rai3. Dal 2017 è il conduttore di "Report" e nel 2021 ha ricevuto il premio Flaiano di televisione.


La scelta

Torna alla pagina delle news