Recensioni libri

Aliyeh Ataei ci porta tra le strade di Teheran

Pubblicato il 02-04-2024



Aliyeh Ataei, un'autrice e sceneggiatrice iraniano-afgana nata nel 1981 a Darmian, una regione di confine tra la provincia iraniana del Khorasan meridionale e la provincia afghana di Farah.
Aliyeh ha pubblicato il suo primo romanzo in Italia, intitolato "Ventre Sepolto". Il libro Ŕ stato tradotto da Giacomo Longhi e Harir Sherkat.

Mani Rafat Ŕ un giovane ingegnere a Teheran alla ricerca disperata della sorella gemella scomparsa. Afflitto da disturbi psichici e dipendente da stupefacenti, Mani Ŕ tormentato da sentimenti contrastanti mentre cerca la sorella e lotta con il suo dolore interiore.

Abbandonato dalla moglie a causa dell'incapacitÓ di avere figli, Mani si rende conto gradualmente che la sua inquietudine Ŕ alimentata da un profondo senso di perdita e dal rifiuto di ascoltare la sua identitÓ femminile interiore. La sua ricerca della gemella si intreccia con un'esplorazione dell'animo femminile che scopre in sÚ, portando a un finale imprevedibile e commovente che rivela la sovrapposizione tra la sua identitÓ e quella della sorella perduta. Tra ossessioni e discriminazioni, Mani affronta la sua ricerca personale con una rivelazione significativa sul proprio essere.


Ventre sepolto

Torna alla pagina delle news