Recensioni libri

Giovanni Giudici

Giovanni Giudici biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20347

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

Biografia Giovanni Giudici
Giovanni Giudici
Modifica bioCronologia

Giovanni Giudici è nato a Le-Grazie [La-Spezia] nel 1924. Vicino alla poesia montaleiana, tende al recupero della tradizione crepuscolare, piegando la scrittura poetica a una paradossale voontà autobiografica: l'io cantato diviene io sociale, mosso da rivendicazioni e moralità. Il verso di Giudici è un elaboratissimo 'narrato', talvolta al limite del manierismo: La vita in versi (1965), Autobiologia (1969), O Beatrice (1972), Il male dei creditori (1977), Il ristorante dei morti (1981), Fortezza (1990), Quanto spera di campare Giovanni (1993). Domina il senso di una pacatezza caratteriale, una 'minorità' di chi conosce la morte e la relatività delle cose ma non perde il senso e il sapore degli affetti umani. Scrive proprio in "Quanto spera di campare Giovanni":

«Non stiate a interrogarvi che cosa | rumina mai - seduto | nel vano qui della finestra tuttavia | volte le spalle alla vista | basti per lui lasciare | strizzato goccia a goccia | un non tempo allargare la mente strenuata | pensando il non pensare».

Un ritmo della poesia cadenzato, schietto, che diventa discorso e canto. Leggiamo ancora in "Quanto spera di campare Giovanni": «Ma il Paradiso sta | nella sua aspettazione - | ché un pozzo senza fondo è il possesso | anche se non negabile sia la gioia dei corpi [...]». L'esistenza vissuta con pena e sgomento è detta da una lingua limpida e ferma, mentre tutt'attorno si fa il silenzio: «Farsi dentro la testa | silenzio essere semplici | bello e gentile è l'ordine | a chi dentro vi è ordinato». La trasparenza metrica, sintattica, lessicale della sua poesia si arricchisce in questa raccolta grazie alla fita luminosa presenza di ottonari e settenari giambici o trocaici, di ascendenza metastasiana (nel colore) e manzoniana (nella verità e precisione della pronuncia). E' un flusso di memorie, eventi brucianti, tragedie pubbliche e affanni privati, scandito nelle quattro sezioni della raccolta. E «se il vero che ci sovrasta | è una lingua più che muta», è anche vero che «ecco che indecifrabile si fa | il disegno del mondo in matto mutare»: con il gioco fonico e di significato possibile in italiano tra muto/mutare, rendendo verbo il muto=zittirsi. Ne "Il ritratto" presente all'interno della raccolta è l'ironica autodescrizione con le «desolate mani nelle mani | e l'inerme nerezza senza quiete | ingenuo a orrori lontani». Maestro desolato e ingenuo, vivo di fronte alla nerezza senza quiete del presente e del futuro incombente. Il suo è un sapere inerme, che pone le proprie briciole di saggezza in punta di piedi, con dolcissimo strazio, nella coscienza che «tutta baci riparte la vita senza di noi». Una raccolta di saggi è La donna non cercata (1985).

Da www.girodivite.it/antenati/

Giovanni Giudici I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

Hai un sito che parla di Giovanni Giudici?
Inserisci il link su zam.it

 
Ultimi libri pubblicati di
Giovanni Giudici
Doppi destini
Doppi destini
Doppi destini
Doppi destini
Salutz (1984-1986)
Salutz (1984-1986)
Andare in Cina a piedi. Racconto sulla poesia
Andare in Cina a piedi. Racconto sulla poesia
Con Maria discepoli di Gesù
Con Maria discepoli di Gesù

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Premio Sulmona di giornalismo
[28-09-2018]
Mangia come scrivi: e la cena diventa spettacolo
[17-09-2018]
settimana dal 17 al 21 settembre 2018 a Fahrenheit
[17-09-2018]
La settimana di Fahrenheit
[11-09-2018]
Portoday 2018 una giornata dedicata alla scrittura a Treviso
[11-09-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedi 3 settembre
[01-09-2018]
Riapre il Cinema Spazio Oberdan di Milano dal 16 agosto. Il Programma
[17-08-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedì 13 agosto
[10-08-2018]
Leggi le altre News


Autori e film 15/12/2018

Nessun Risultato

Tutti gli autori dei film della settimana