Recensioni libri

Margaret Laurence

Margaret Laurence biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20347

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

 

Recensione Margaret Laurence

Margaret Laurence

L'angelo di pietra

E' una celebrazione della vita questo romanzo, che parla anche di morte: la vita, di cui impariamo ad accettare grigiore, incompiutezze e opacità attraverso le vicende della protagonista Hagar che, oramai novantenne, ci conduce lungo quella che è stata la sua, dipanando il filo dei ricordi. Ci narra della sua infanzia - orfana di una madre morta nel darla alla luce - con un padre benestante cui troppo somiglia e i fratelli che troppo somigliano alla debole madre (e nei quali per un attimo crederà di percepire un muto rimprovero); la vediamo nella sua gioventù ribelle, che tuttavia riesce ad opporsi alle convenzioni e alla volontà paterna solo quando vorrà unirsi ad un uomo che il padre non approva, e che per questo la diserederà; la ritroviamo poi nel matrimonio e nella maternità, avari entrambi di parole e di scambi emotivi; nella miseria e nel disonore, e infine nel riscatto, operato con le sole sue forze e del quale non riuscirà a far beneficiare il figlio prediletto.

Una vita grigia, senza prospettive e senza condivisioni, caratterizzata da una mancanza di amore che non è lacerante soltanto perché la protagonista non ne conosce alternative: solo molto più tardi scoprirà, e verrà svelata al lettore, la segreta ragione di tanta aridità, di tanta incapacità di vera comunicazione e inconsapevole inettitudine al dialogo interiore.

Su questo deserto, soprattutto ma non solo emozionale, stende le sue ali l'angelo di pietra, monumento funebre e metafora della speranza, che, pur non diventando mai esplicita, percorre in filigrana l'intera narrazione. Percettibile tra le righe come un profumo sottile, è la speranza, agìta a mezzo della ribellione, a conferire significato all'esistenza di Hagar e respiro alla narrazione e, "adesso che il tempo si è ripiegato come un ventaglio di carta" diventa nuda ma ancor sempre non indifesa accettazione di sè e del proprio mistero.

Di Eliana Calza

Margaret Laurence I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

 

Ultimi libri pubblicati di
Margaret Laurence
L'angelo di pietra
L'angelo di pietra
I rabdomanti
I rabdomanti

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Premio Sulmona di giornalismo
[28-09-2018]
Mangia come scrivi: e la cena diventa spettacolo
[17-09-2018]
settimana dal 17 al 21 settembre 2018 a Fahrenheit
[17-09-2018]
La settimana di Fahrenheit
[11-09-2018]
Portoday 2018 una giornata dedicata alla scrittura a Treviso
[11-09-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedi 3 settembre
[01-09-2018]
Riapre il Cinema Spazio Oberdan di Milano dal 16 agosto. Il Programma
[17-08-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedì 13 agosto
[10-08-2018]
Leggi le altre News