Recensioni libri

Agostina D'Alessandro Zecchin

Agostina D'Alessandro Zecchin biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20347

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

 

Recensione Agostina D'Alessandro Zecchin

Agostina D'Alessandro Zecchin

Cinque monete d'oro e altri racconti

Carissima Mamma d’Alessandra, il vocativo con il quale ti sei firmata a pagina 10 del Tuo volume “Cinque monete d’oro” mi è piaciuto talmente che l’ho scelto per rivolgermi a Te in questo breve commento. Ormai ci conosciamo bene, seppur virtualmente, dato che ho letto sia “Il Segnalibro” d’Alessandra sia l’altro Tuo volume “Cara esperta ti scrivo”. In quest’ultimo, e mi ha fatto tanto piacere, ho ritrovato perfino un mio quesito. Ecco perché, e mi auguro che non Ti dispiaccia, continuo rivolgermi a Te in modo confidenziale. Del Tuo ultimo volume, sono tante le impressioni che ne ho riportato. Sono d’accordo con Te, ad esempio, nel ritenere una grande infelicità non avere la memoria del proprio passato. Sarebbe troppo lungo illustrarne le motivazioni. Leggendo le Tue pagine, appare chiaro che se per pessimismo s’intende un “atteggiamento costante o sistematico di sfiducia nei confronti della realtà e della vita”, questo non appare nel Tuo libro, nonostante che il Dolore abbia segnato in modo indelebile la Tua esistenza. In un paio di punti hai espresso un altro concetto che corrisponde al vero, anche se non siamo soliti pensarci su. Tutti affermiamo che vorremmo conoscere il nostro futuro, ma nella realtà non è così. Al contrario, conoscerlo sarebbe una vera tragedia, come giustamente fai capire. È chiaro che i Tuoi racconti si fondano sulla realtà e sulla fantasia, ma sono scritti talmente bene che, molte volte, faccio fatica a distinguere l’una dall’altra. Ho sorriso leggendo del gatto che non ricordava più perché correva dietro le gattine e del congresso al quale ha partecipato. Sembra un articolo su un fatto veramente accaduto. È noto che la nostra lingua non è facile e che molti, seppur in possesso di una laurea incorrono in errori, basta assistere a qualche trasmissione televisiva, ma Tu hai la fortuna di possedere al massimo la padronanza del nostro idioma. Il Tuo libro mi è piaciuto tanto che ne ho ordinato una seconda copia che regalerò alla Biblioteca comunale del mio Paese segnalandolo come un’opera esordiente che deve essere portata all’attenzione dei lettori. Non l’avevo mai fatto prima. Auspico che il Tuo talento naturale possa esplicarsi ancora in altre opere. Antonio

Antonio di Francavilla

Di AntoniodiFrancavilla

Agostina D'Alessandro Zecchin I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

 

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Premio Sulmona di giornalismo
[28-09-2018]
Mangia come scrivi: e la cena diventa spettacolo
[17-09-2018]
settimana dal 17 al 21 settembre 2018 a Fahrenheit
[17-09-2018]
La settimana di Fahrenheit
[11-09-2018]
Portoday 2018 una giornata dedicata alla scrittura a Treviso
[11-09-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedi 3 settembre
[01-09-2018]
Riapre il Cinema Spazio Oberdan di Milano dal 16 agosto. Il Programma
[17-08-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedì 13 agosto
[10-08-2018]
Leggi le altre News