Recensioni libri

Paulo Coelho

Paulo Coelho biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20346

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

 

Recensione Paulo Coelho

Paulo Coelho

Veronika decide di morire

Paulo Coelho Veronika decide di morire
Paulo Coelho Veronika decide di morire

 Paulo Coelho inizia il suo romanzo dall’ 11 novembre1997, giorno in cui Veronika ,una ragazza di  24 anni slovena, quindi giovane , con un buon lavoro in una biblioteca , senza problemi, decide di morire ingerendo una forte dose di sonniferi. Salvata in extremis, si risveglia nella clinica di Villette, temuta clinica di ricovero per i malati di mente perché era divenuto un luogo famoso per l’adozione di pratiche poco raccomandabili ed il simbolo bieco del capitalismo sloveno durante gli anni del comunismo; bastava pagare per entrare ( e tante persone considerate "scomode" venivano rinchiuse in questo luogo dai loro famigliari, dove venivano esercitate pratiche ai pazienti poco raccomandabili ,come l'elettroshock).Per Coelho è un libro particolare perchè tratta un tema a lui molto personale perchè per scrivere questo libro si è ispirato ad un episodio molto toccante della sua vita , vissuto quando ancora adolescente. Infatti da come lui stesso racconta ,è stato rinchiuso dal padre in un “asilo” per ben tre volte( nel 1965, 1966, 1967: in uno di questi ha subito l'elettroshok) ,nella Casa de Saudè a Rio de Janeiro, perché considerato “diverso” in quanto aveva espresso la volontà di fare l’”artista”. Quindi chi meglio di lui può conoscere Veronika, la protagonista del suo romanzo ? Ci parla di sè stesso attraverso di lei. E mostra al lettore, attraverso l’esperienza di Veronika l’esistenza di un mondo tutto particolare, quello della vita a Villette e della gente che Veronika incontra( alcuni personaggi dall’autore conosciuti realmente Mary che soffriva di attacchi di panico , Zedka ( una donna depressa) ed Edva. Lui stesso dice” :ho scritto “Veronika decide di morire” in terza persona, usando la mia parte femminile perché sapevo non era la mia esperienza di internamento ad interessare i miei lettori ma il rischio di essere diverso e l’orrore di essere uguale agli altri”.  .E tutto il romanzo insiste sul concetto della “diversità” , su ciò che è “ normale" e ciò che non lo è. E la scoperta più importante è che non c’è in assoluto qualcuno "diverso" dagli altri .Sono delle costruzioni che gli altri ci impongono. E che noi non siamo ciò che gli altri ci dicono di essere ma quello che noi ci sentiamo veramente. E'  una affermazione dell’importanza della libertà dell’individuo.Coelho ha deciso di vivere libero e ha scelto di essere tale ,ribellandosi con insofferenza alle regole e alle costrizioni. Il romanzo è pieno di colpi di scena ed il finale imprevedibile lascia un po’ sorpresi. Veronika appena si sveglia viene a conoscenza dal Dottor Igor che il suo cuore è stato danneggiato dai barbiturici e che vivrà una settimana al massimo. Sapendo che ha i giorni contati inizia a vivere come mai aveva fatto , con la prospettiva che ogni giorno è prezioso e di aspettare la morte. Veronika si innamora di Eduard, uno schizofrenico e alla fine riesce a fuggire con lui dalla clinica. Igor era riuscito nel suo intento, aveva ridato a Veronika la voglia di vivere perché sapere di essere malata di cuore, somministrandole delle iniezioni di vetriolo che la facevano stare male le aveva fatto capire quanto importante e bella fosse la vita. L'autore in definitiva partendo dal titolo del romanzo vuole comunicare la nostra impossibilità a decidere o meno di morire, poichè Veronika non riuscirà a farla finita e la grandiosità che si nasconde nella vita di ciascuno di noi che proprio quando sembra essere finita ci riserva degli inaspettati colpi di scena . La vita, pare ci vuole sottintendere, è un tesoro inestimabile che vale sempre lo sforzo di essere vissuta ,anche quando diviene troppo difficile perché il solo fatto di esistere è positivo .Il finale è un colpo di scena. Coelho ci vuole trasmettere un'invocazione alla vita che è sempre bella pure se vissuta in un luogo triste per tutti ,come un manicomio, quello dove si trova Veronika, perchè anche da qui si può trovare la forza per ricominciare. Come la protagonista del romanzo ha trovato la voglia vivere che può essere conquistata in ogni luogo ,se si trova amore si può cambiare.

Di MariaTeresa

Paulo Coelho I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

 

Ultimi libri pubblicati di
Paulo Coelho
Indizi indiani
Indizi indiani
Il Cammino dell’ Arco
Il Cammino dell’ Arco
Il Cammino dell’ Arco
Il Cammino dell’ Arco

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Premio Sulmona di giornalismo
[28-09-2018]
Mangia come scrivi: e la cena diventa spettacolo
[17-09-2018]
settimana dal 17 al 21 settembre 2018 a Fahrenheit
[17-09-2018]
La settimana di Fahrenheit
[11-09-2018]
Portoday 2018 una giornata dedicata alla scrittura a Treviso
[11-09-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedi 3 settembre
[01-09-2018]
Riapre il Cinema Spazio Oberdan di Milano dal 16 agosto. Il Programma
[17-08-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedì 13 agosto
[10-08-2018]
Leggi le altre News