Recensioni libri

Adolf Hitler

Adolf Hitler biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20342

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

Biografia Adolf Hitler
Adolf Hitler
Modifica bioCronologia

Adolf Hitler nacque a Braunau, nell'Alta Austria, il 20 aprile 1889 da una modesta famiglia piccolo-borghese (il padre era impiegato di dogana). Conseguì la prima istruzione a Linz e si trasferì a Vienna nel 1907, l'anno stesso della morte della madre (il padre era già morto nel 1903). A Vienna dal 1908 al 1912 visse di saltuari lavori di disegno e di acquerello, dopo l'insuccesso del tentativo di entrare nell'Accademia delle arti figurative. Nella Vienna già percorsa dalla crisi dello stato plurinazionale apprese l'odio antisocialista e antisemita, che, come egli stesso avrebbe affermato nella parte autobiografica di Mein Kampf, lasciarono un segno indelebile nella sua formazione politica. Nel 1912 si trasferì a Monaco di Baviera, dove lo colse l'avvenimento decisivo che lo spinse all'impegno politico, la prima guerra mondiale. Volontario nell'esercito bavarese, rimase ripetutamente ferito. Il clima di violenza, di sacrificio e di esaltazione della guerra e insieme la rigida disciplina della vita militare sembrarono rispondere alle sue esigenze di ordine e al primitivo vitalismo assorbito dalla propaganda razzista. A Monaco, nel marzo 1919, alla vigilia della proclamazione della repubblica dei consigli, fu attivo nella repressione antirivoluzionaria, entrando in contatto nel settembre successivo con la Deutsche Arbeiter-Partei di Anton Drexler. Improvvisatosi agitatore politico, dalla primavera del 1920 si dedicò unicamente alla propaganda in favore del partito, che nel febbraio era stato ribattezzato "Partito nazionalsocialista tedesco dei lavoratori" (NSDAP), del quale nell'estate del 1921 divenne l'incontrastato capo, grazie alla violenta demagogia nazionalista contro Versailles e la Repubblica di Weimar che gli consentì di raccogliere i consensi dei delusi della destra tradizionale. Dopo il fallimento del Putsch dell'8-9 novembre 1923, che doveva dare il segnale per la marcia su Berlino, scontò parzialmente la condanna a 5 anni di prigione emessa contro di lui il primo aprile 1924. Quando, alla fine dello stesso 1924, lasciò la fortezza di Landsberg, portava con sé la prima parte dell'opera nella quale aveva abbozzato il suo credo politico, il Mein Kampf, che vide la luce tra il 1925 e il 1926. Nel febbraio del 1925 la ricostituzione della NSDAP lo ritrovò indiscusso capo, una posizione che negli anni successivi rafforzò, eliminando i rivali personali e le tendenze che si opponevano alla sua guida, fra le quali, nel 1930, la "sinistra" di Otto e Gregor Strasser. La sua ascesa, legata alla crisi della Repubblica di Weimar sotto i colpi della grande depressione, fu agevolata anche dall'acquisizione della cittadinanza tedesca, nel febbraio del 1932, grazie alla nomina a funzionario del governo del Braunschweig. Da quando, il 30 gennaio 1933, il feldmaresciallo Hindenburg lo incaricò di reggere la cancelleria del Reich, la sua biografia si confuse con la storia stessa della Germania nazista. Unitamente al consolidamento della dittatura, Hitler lavorò anche per rafforzare il proprio potere personale. Capo dello Stato alla morte di Hindenburg, il 2 agosto 1934, dopo essersi sbarazzato anche del suo antico amico e ora pericoloso rivale, il capo delle SA Ernst Röhm, alla vigilia della guerra mondiale da lui scatenata, nel febbraio del 1938, assunse anche il comando diretto della Wehrmacht. La guerra, con l'ulteriore esaltazione dell'unità della nazione intorno al Führer e al regime, accrebbe la concentrazione dei poteri nelle sue mani, specie dopo che i rovesci sul fronte orientale alimentarono le sue diffidenze verso i comandanti militari. E dai circoli militari, nonché da alcuni settori dell'amministrazione e della diplomazia, scaturì l'attentato del 20 luglio 1944, al quale Hitler sopravvisse scatenando una sanguinosa repressione, ordinando la resistenza ad oltranza e la "terra bruciata" dinanzi al nemico, che ormai invadeva la Germania da est e da ovest. Un'ultima professione di fede antibolscevica e antisemita pronunciò all'atto di cedere i poteri all'ammiraglio Karl Dönitz, prima di suicidarsi nel bunker della Cancelleria di Berlino assediata dai soldati dell'Armata rossa, il 30 aprile 1945. Con lui scompariva Eva Braun, che aveva sposato il giorno prima. I dubbi sollevati intorno alla morte di Hitler sembrano essere stati definitivamente fugati dalla documentazione medica fornita da parte sovietica alla fine del 1968.

Adolf Hitler I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

Hai un sito che parla di Adolf Hitler?
Inserisci il link su zam.it

 
Ultimi libri pubblicati di
Adolf Hitler
Scritti e discorsi 1925
Scritti e discorsi 1925
Mein Kampf Komentar: Eine Kommentierte Auswah
Mein Kampf Komentar: Eine Kommentierte Auswah
Discorsi. Ediz. integrale: 3
Discorsi. Ediz. integrale: 3
Mein Kampf: 1
Mein Kampf: 1
Mein Kampf (La mia battaglia): nella mente di un mostro
Mein Kampf (La mia battaglia): nella mente di un mostro
Mein Kampf. Ediz. critica
Mein Kampf. Ediz. critica
Mein Kampf. La mia battaglia
Mein Kampf. La mia battaglia
Mein Kampf. Ed. Italiana
Mein Kampf. Ed. Italiana
Reinhard Heydrich
Reinhard Heydrich
Il mio testamento politico
Il mio testamento politico
Pensieri
Pensieri
Il regime dell'arte. Discorsi sull'arte nazionalsocialista (Il tempo e l'epoca dei fascismi)
Il regime dell'arte. Discorsi sull'arte nazionalsocialista (Il tempo e l'epoca dei fascismi)
Discorsi di lotta e vittoria. Parole del Führer nel periodo della guerra (La spada e il martello)
Discorsi di lotta e vittoria. Parole del Führer nel periodo della guerra (La spada e il martello)

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Eugenio Barba e Julia Varley a incontri possibili
[08-04-2021]
Più libri più liberi torna a Roma dal 4 all’8 dicembre
[07-04-2021]

[11-03-2021]
Incontri possibili con Paola Barbato
[25-02-2021]
Primitivo la nuova personale di Simone Cametti
[14-01-2021]
Festival Bach Montreal 2020
[26-11-2020]
Grande successo del Festival Insieme
[05-10-2020]
L’AMO, LA LETTURA
[30-09-2020]
Leggi le altre News


Autori e film 04/08/2021

Nessun Risultato

Tutti gli autori dei film della settimana