Recensioni libri

Albert Camus

Albert Camus biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20633

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

Biografia Albert Camus
Albert Camus
Modifica bioCronologia

Albert Camus nacque a Mondovi (Algeria) il 7 novembre 1913 da una famiglia poverissima.
Il padre Lucien Camus, di origine alsaziana, era operaio e la madre Catherine Sintès, di origine spagnola, svolgeva servizi domestici. Il padre, richiamato alle armi nella prima guerra mondiale, morì in seguito ad una ferita alla testa durante la prima battaglia della Marna, quando Albert Camus, figlio secondogenito, aveva appena pochi mesi di vita. La vedova e i due piccoli figlioli si trasferirono ad Algeri nel quartiere di Belcourt vicino ad uno zio bottaio, vivendo della modesta pensione di guerra e del lavoro della madre, appena sufficienti ai bisogni della famiglia. Nel quartiere in cui andarono a risiedere, abitato dai francesi meno fortunati d'Algeria e dal sottoproletariato arabo, Albert Camus visse la sua infanzia a stretto contatto con una realtà umana e sociale che lascerà in lui un segno indelebile.
Nel 1918 Albert Camus iniziò a frequentare la scuola comunale, dove il maestro, colpito dalla sua vivissima intelligenza, lo seguì con premurosa attenzione consentendogli di ricevere anche una borsa di studio per poter proseguire gli studi al liceo "Bugeaud" di Algeri. Nel 1930, conseguita la maturità liceale, Albert Camus si iscrisse presso l'Università di Algeri al corso di "Premières Lettres Supérieures" frequentando le classi di filosofia. Egli fu molto influenzato dalle prime letture filosofiche e religiose: Plotino, S. Agostino, Pascal, Kirkegaard. Fu in questo periodo che Albert venne prematuramente colpito dalla tubercolosi; malattia che lo accompagnerà per il resto della sua vita, costringendolo a farsi ricoverare a causa di attacchi periodici.
Nel 1932 iniziò a collaborare con la rivista "Sud" pubblicando parecchi suoi articoli. Nel 1933 invece si sposò con Simone Hié, ma fu un matrimonio di breve durata e tre anni dopo avvenne la separazione.
Per procurarsi le risorse economiche necessarie per vivere Camus praticò diversi mestieri: impiegato presso l'amministrazione statale, operaio in un'azienda di spedizioni, dipendente all'Istituto Meteorologico delle Pressioni.
Nel 1933 si iscrisse al Partito Comunista, da cui ricevette l'incarico di dirigere la Casa della Cultura di Algeri, ma qualche anno dopo abbandonò il Partito, quando, a seguito di un incontro col Primo Ministro francese Pierre Laval, Stalin attenuò la politica di opposizione al colonialismo.
Nel frattempo Camus aveva esordito nel mondo letterario con la raccolta di prose liriche e di saggi dal titolo "Il rovescio e il diritto" (1937); in questo periodo scoprì anche la sua passione per il teatro e fondò la compagnia il "Théâtre du Travail", d'ispirazione marxista, divenuto poi il "Théâtre de l'Equipe", del quale continuò ad essere direttore e animatore. A questo fine aveva scritto insieme a tre amici il dramma "Rivolta nelle Asturie" (1935), la cui rappresentazione però venne vietata. Ma la malattia, che continuava ad affliggerlo, lo costrinse ad andare a curarsi in Savoia, da dove rientrò in Algeria passando per l'Italia, visitando Firenze, Pisa, Genova.
Nel 1937, dopo aver rifiutato un posto da insegnante presso il Collegio Sidi-bel-Abbès, Camus decise di dedicarsi solamente alla letteratura, al teatro e al giornalismo. Iniziò a leggere le opere di G. Sorel, Friedrich W. Nietzsche, O. Spengler , Fëdor Dostoevskij, Honoré de Balzac; pubblicò una raccolta di saggi dal titolo "Nozze" (1939); scrisse la sua prima opera teatrale sull'imperatore romano "Caligola" (1938); collaborò col quotidiano di sinistra "Alger républicain". Camus considerava la professione di giornalista il mezzo attraverso il quale condurre la sua lotta in favore dell'uomo. Seguì processi politici, assunse posizioni di favore nei confronti degli arabi spesso accusati ingiustamente, non risparmiò osservazioni ai governanti francesi d'Algeria, combattè lo sfruttamento degli arabi, denunciando nei suoi articoli la condizione dei nord-africani che lavoravano in Francia e criticò lo stato miserabile in cui venivano costretti a vivere nella loro terra dalla politica colonialista francese, ma la censura intervenne costringendo la chiusura del giornale. Nel 1939 fondò la rivista "Rivages", con cui cercò di portare avanti l'idea di una nuova cultura mediterranea.
Allo scoppio della seconda guerra mondiale tentò di arruolarsi ma venne respinto a causa delle sue precarie condizioni di salute.
In considerazione delle difficili condizioni di vita ad Algeri, Camus si trasferì a Parigi dove, presso giornale "France Soir", volle svolgere solo mansioni amministrative; quando i tedeschi occuparono la Francia Camus seguì la redazione del giornale a Clermont Ferrand, ma dopo qualche mese si licenziò trasferendosi a Lione, dove sposò Francine Faure, una professoressa di matematica.
Nel 1941 tornò in Algeria per assumere l'incarico di insegnante in una scuola privata di Orano. Intanto aveva portato a termine il saggio "Il mito di Sisifo" (1942), espressione del suo pensiero filosofico, dedicandosi nel contempo a numerose e intense letture: Tolstoj, Sade, P. Lavirey, Marco Aurelio, Defoe, Cervantes e Melville.
Nel 1942 Camus tornò in Francia dove aveva avuto inizio la Resistenza al nazismo. Camus vi partecipò unendosi ai partigiani e occupandosi del giornale del movimento "Combat" che usciva clandestinamente.
Nello stesso anno venne pubblicato "Lo straniero" (1942), il suo romanzo più conosciuto e tradotto in quasi tutte le lingue. E' la storia di un condannato a morte per omicidio il quale, la notte prima dell'esecuzione, trova la propria libertà spirituale.
Incontrò Francis Ponge e fra i due scrittori nacque una solida amicizia; conobbe anche Jean-Paul Sartre, e l'incontro mise in tutta evidenza la diversità delle rispettive posizioni.
Nel 1944 portò in scena al teatro dei Mathurins il dramma "Il malinteso", ma l'opera non ebbe grande successo.
Il 24 agosto 1944 Parigi fu liberata e finalmente il giornale "Combat" potè essere diffuso apertamente: Camus ne assunse la direzione insieme all'amico Pascal Pia. Nel frattempo anche la moglie Francine lo aveva raggiunto e il 5 settembre 1945 diede alla luce i figli Jean e Catherine.
Nel 1946 Camus si recò negli Stati Uniti, accolto con sospetto dai servizi segreti, con molto entusiasmo invece dagli studenti di diverse Università dove svolse un ciclo di conferenze sul teatro e su importanti argomenti di attualità. Al suo rientro a Parigi lasciò il giornale "Combat" e portò a compimento "La peste" (1947), che ottenne grande successo di pubblico e il premio della critica. In questo lavoro Camus fece la cronaca dei dolorosi avvenimenti accaduti ad Orano.
Il 1948 fu per Camus un anno di intense lotte civili; prese posizioni molto dure contro le dittature sovietica e franchista, si battè per i comunisti greci condannati a morte riuscendo ad ottenerne la grazia. Partì anche per un viaggio in Sudamerica, ma ebbe un grave peggioramento del suo stato di salute che, al suo rientro in Francia, lo costrinse ad un lungo periodo di riposo.
Nello stesso anno scrisse "Stato di assedio" (1948) e il famoso saggio filosofico "L'uomo in rivolta", che verrà pubblicato nel 1951. Fu un'opera che sollevò molte polemiche, e che segnò la frattura ideologica fra Camus e Sartre: i contrasti di vedute fra i due si accesero vivacemente attraverso interventi sulla stampa di sinistra, sviluppandosi principalmente intorno agli avvenimenti drammatici della guerra in Algeria. Camus, francese d'Algeria, visse con profondo dolore le vicende della sua terra d'origine.
In quegli anni Camus pubblicò "I giusti" (1950), "L'Estate" (1954), "La caduta" (1956), "L'Esilio e il regno" (1957).
Nel 1957 gli venne assegnato il Premio Nobel per la letteratura. A Stoccolma pronunciò due importanti discorsi che vennero pubblicati l'anno seguente col titolo "Discorsi di Svezia".
Durante un viaggio in Grecia la sua salute gli creò nuovamente fastidiosi problemi, ma al suo rientro, pur conducendo una vita appartata continuò ad occuparsi di attività teatrali. Il Ministro della Cultura francese gli offrì la direzione della "Comédie Française", incarico che le sue sofferenti condizioni di salute gli impedirono di assumere. Chiese invece di poter dirigere un teatro sperimentale e su questa proposta si sarebbero dovuti accordare di lì a pochi giorni nel corso di un incontro che purtroppo non avvenne.
Albert Camus morì il 4 gennaio 1960 a Villeblevin (Yonne), in un gravissimo incidente automobilistico. Aveva quarantasei anni.
Vennero pubblicati postumi i due volumi "I taccuini" (1962-1964), il romanzo incompiuto "La morte felice" (1971) che lo scrittore aveva iniziato nel 1937 e il romanzo autobiografico "Il primo uomo" (1994), sul quale stava lavorando prima della morte.

Albert Camus I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

Hai un sito che parla di Albert Camus?
Inserisci il link su zam.it

 
Ultimi libri pubblicati di
Albert Camus
Réussir son Bac de français 2023 : Analyse du Mythe de Sisyphe de Albert Camus
Réussir son Bac de français 2023 : Analyse du Mythe de Sisyphe de Albert Camus
Réussir son Bac de français 2023 : Analyse de La Peste de Albert Camus
Réussir son Bac de français 2023 : Analyse de La Peste de Albert Camus
«Cher Monsieur Germain,...»: Lettres et extraits
«Cher Monsieur Germain,...»: Lettres et extraits
The Fall
The Fall
Maximes et pensées: Caractères et anecdotes
Maximes et pensées: Caractères et anecdotes
Travels in the Americas: Notes and Impressions of a New World
Travels in the Americas: Notes and Impressions of a New World
Actuelles (Tome 4): Face au tragique de l'histoire
Actuelles (Tome 4): Face au tragique de l'histoire
Obcy
Obcy
La compravenda a Catalunya. Canvis legislatius i jurisprudencials en adaptació del Dret Europeu (Papel + e-book)
La compravenda a Catalunya. Canvis legislatius i jurisprudencials en adaptació del Dret Europeu (Papel + e-book)
La peste
La peste
Jonas ou l'artiste au travail/Pierre qui pousse
Jonas ou l'artiste au travail/Pierre qui pousse
Actuelles: 2 Écrits politiques
Actuelles: 2 Écrits politiques
Fiche de lecture Le Mythe de Sisyphe de Albert Camus (Étude intégrale)
Fiche de lecture Le Mythe de Sisyphe de Albert Camus (Étude intégrale)
A Peste: 9
A Peste: 9
El revés y el derecho
El revés y el derecho
L'estrany
L'estrany
Dżuma
Dżuma
Upadek
Upadek
De Friemen
De Friemen
Caligula: Fiche de lecture
Caligula: Fiche de lecture
La Peste: Fiche de lecture
La Peste: Fiche de lecture
La Chute de Albert Camus (fiche de lecture et analyse complète de l'oeuvre)
La Chute de Albert Camus (fiche de lecture et analyse complète de l'oeuvre)
El revers i l'anvers
El revers i l'anvers
Pla!
Pla!
L'Été de Albert Camus (fiche de lecture et analyse complète de l'oeuvre)
L'Été de Albert Camus (fiche de lecture et analyse complète de l'oeuvre)
Conférences et discours cd
Conférences et discours cd
La Peste - tome 4 - Tome 4: 4
La Peste - tome 4 - Tome 4: 4
The Outsider: Albert Camus
The Outsider: Albert Camus
Le mythe de Sisyphe
Le mythe de Sisyphe
L'Étranger
L'Étranger
Fiche de lecture L'Étranger (Étude intégrale)
Fiche de lecture L'Étranger (Étude intégrale)
La peste: Tome 1
La peste: Tome 1
La peste: Tome 2
La peste: Tome 2
Speaking Out: Lectures and Speeches 1937-58
Speaking Out: Lectures and Speeches 1937-58
La peste - tome 3: 3
La peste - tome 3: 3
«Cher Monsieur Germain, ...»: Lettres et extraits
«Cher Monsieur Germain, ...»: Lettres et extraits
L'Exil et le Royaume: Fiche de lecture et analyse complète de l'oeuvre
L'Exil et le Royaume: Fiche de lecture et analyse complète de l'oeuvre
Rebelión en Asturias: 9
Rebelión en Asturias: 9
La caiguda: 44
La caiguda: 44
Speaking Out: Lectures and Speeches, 1937-1958
Speaking Out: Lectures and Speeches, 1937-1958
El hombre rebelde/ The Rebel: An Essay Onman in Revolt
El hombre rebelde/ The Rebel: An Essay Onman in Revolt
Los demonios y otras adaptaciones teatrales
Los demonios y otras adaptaciones teatrales
El exilio y el reino/ Exile and the Kingdom
El exilio y el reino/ Exile and the Kingdom
In lotta contro il destino. Lettere (1945-1959)
In lotta contro il destino. Lettere (1945-1959)
L'home revoltat: 23
L'home revoltat: 23
El extranjero
El extranjero
El mito de Sísifo
El mito de Sísifo
Der glückliche Tod: Cahiers Albert Camus. Ungekürzte Lesung mit Heiner Schmidt
Der glückliche Tod: Cahiers Albert Camus. Ungekürzte Lesung mit Heiner Schmidt
La peste
La peste
Saremo leggeri. Corrispondenza (1944-1959)
Saremo leggeri. Corrispondenza (1944-1959)
Vivir la lucidez: Todos los Carnets (1935-1959)
Vivir la lucidez: Todos los Carnets (1935-1959)
Crónicas argelinas
Crónicas argelinas
Il primo uomo
Il primo uomo
L'estate e altri saggi solari
L'estate e altri saggi solari
La peste
La peste

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Marigold Hotel di Ol Parker
[15-01-2023]
Il buio di Ragnar Jónasson
[13-01-2023]
Alveare di Catozzella
[04-01-2023]
La semplicità di Cleto Munari
[03-01-2023]
La banalità del male
[01-01-2023]
Il mito di Sisifo
[30-12-2022]
La strage delle donne
[04-05-2022]
Le malattie dei potenti
[03-05-2022]
Leggi le altre News


Autori e film 01/02/2023

Nessun Risultato

Tutti gli autori dei film della settimana