Recensioni libri

Karl Kraus

Karl Kraus biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20377

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

Biografia Karl Kraus
Karl Kraus
Modifica bioCronologia

Kraus naque in una ricca famiglia ebraica, da Jakob Kraus, un fabbricante di carta e da sua moglie Ernestine Kantor, a Jičín, in Boemia, oggi nella Repubblica Ceca. La famiglia si trasferì a Vienna, in Austria nel 1877. L’infanzia di Kraus rappresenta il terreno fertile su cui crebbe lo scrittore polemico e satirico che tutti conoscono; tre fattori essenziali ne determinarono presto l'identità: l’essere austriaco, l’essere ebreo e la appartenenza ad una famiglia borghese benestante. È per la fatale convivenza di questi tre elementi che Kraus divenne presto protagonista di una grande lotta contro il mondo, ma anche tacitamente contro se stesso. I suoi rapporti con la cultura ed il pensiero borghese furono, per esempio, molto contraddittori, e manifestati più o meno esplicitamente attraverso un odio nutrito, verso una classe sociale che tuttavia non riuscì mai ad abbandonare. Karl Kraus era un bambino molto delicato, incline alla malattia, ed afflitto già durante la sua prima infanzia da evidenti sintomi di una deviazione della colonna vertebrale, nonché da miopia. Il suo più grande biografo, Paul Schick, ricorda come la madre si preoccupò sempre molto teneramente della sua salute e come Kraus soffrì tremendamente dopo la sua prematura scomparsa. Ciò che più di ogni altra cosa riuscì a risvegliare lo spirito critico e curioso di Kraus durante i suoi primi anni scolastici fu l’incontro con ciò che la sua famiglia non poteva e non avrebbe mai potuto offrirgli: l’arte, la poesia, la musica, il teatro. Come riconobbe anche Walter Benjamin, che scrisse copiosamente sulla vita e le opere di Kraus, furono proprio le poesie che Kraus trovò sui banchi di scuola a fornirgli un primo vero modello di scrittura creativa. Autori definiti talvolta "naiv", ma anche essenzialmente sinceri, che Kraus ricorderà e dai quali apprese il ritmo, il suono della parola. Un secondo ma altresì importante ruolo, nell'accrescere l'interesse del giovane Kraus alla letteratura e alla critica in generale, è rintracciabile nelle figure di alcuni suoi professori, uomini spesso da lui considerati come forme di vita onniscienti, modelli, cause di nuovi spunti critici. Paul Schick descrive come Kraus avesse una particolare attitudine nel sapere imitare il tono di voce dei suoi docenti e di come egli stesso più volte ricordi, quanto fosse divertente annotare i loro errori, durante le lezioni. Il professore che udì le prime riflessioni linguistiche di Kraus, timoroso di non sapere "addomesticare" la lingua tedesca, fu Heinrich Sedlmayer, che nell'anno 1887 fu il suo insegnante di tedesco. Sempre durante i primi anni di scuola Kraus prese coscienza della questione ebraica. Come tutti i suoi contemporanei, assistette al rigido sistema educativo asburgico, che predicava il principio di libertà religiosa separando ebrei e cristiani durante le ore di religione. Kraus visse tali separazioni e l'obbligo di frequenza con grande imbarazzo. Ebbe contrasti con alcuni professori ebrei particolarmente dogmatici e furono probabilmente questi ultimi a scatenare in Kraus una forte inclinazione negativa verso la religione e criticherà nelle sue satire future l'innata capacità di alcuni docenti asburgici, nel " togliere quell'ultimo briciolo di auto-coscienza rimasta agli ebrei dell'epoca". In pochi anni Kraus si trovò ad essere uno studente modello, circondato da grandi sommosse; iniziò a riflettere come scuola e famiglia patriarcale fossero doveri e schemi prestabiliti, in un mondo che lo ripugnava. Iniziò a vedere la corruzione e la falsità della politica nella lingua e nelle arti in genere. Nel 1892 Kraus si iscrisse alla facoltà di Giurisprudenza di Vienna ed iniziò la sua lunga collaborazione giornalistica. Nello stesso aprile, infatti, venne pubblicata sulla Wiener Literaturzeitung una sua recensione dell'opera teatrale di Gerhart Hauptmann, dal titolo „Die Weber”: fu la sua prima pubblicazione. Kraus tentò proprio in questi mesi persino una carriera teatrale, senza ottenere alcun successo. Soffriva la rigidità delle materie giuridiche e decise presto di cambiare materie di studio, passando ad aree più umanistiche e a lui congeniali, come germanistica e filosofia. Non portò mai a termine i suoi studi, ma iniziò proprio in quegli anni ad instaurare nuove amicizie con i più noti letterati viennesi dell'epoca, a frequentare il noto Café Griensteidl, a scrivere numerosi articoli sulle più prestigiose riviste della città. Le sue amicizie si trasformarono però molto presto in terribili bersagli di critica e satira, come dimostra la sconcertante pubblicazione dei uno dei testi più provocatori e coraggiosi della Vienna fin de siècle: Die demolierte Literatur ( La letteratura demolita), che scrisse nel 1896 in occasione dell'imminente demolizione del Café Griensteidl, ritrovo dei suoi ex compagni letterati. Fu con la pubblicazione di questo articolo, poi ristampato anche come singolo Pamphlet, che iniziò il grande successo giornalistico di Kraus. Dello sbeffeggiato gruppo "Jung Wien", facevano parte tra gli altri Peter Altenberg, Leopold Andrian, Hermann Bahr, Richard Beer-Hofmann, Felix Dörmann, Hugo von Hofmannsthal e Felix Salten. Dopo che nel 1897 Kraus ruppe con questo gruppo in seguito al suo articolo di satira, venne nominato corrispondente per il quotidiano Breslauer Zeitung. L'anno successivo, come sostenitore non compromesso nella causa dell'assimilazione ebraica, attaccò il sionista Theodor Herzl, con il suo polemico Eine Krone für Zion ("Una corona per Sion") (1898). Kraus non si sposò mai, ma dal 1913 fino a quando morì ebbe una stretta relazione con la Baronessa Sidonie Nádherný von Borutin (1885-1950). Nel 1911 venne battezzato come cattolico, ma nel 1923 lasciò la Chiesa cattolica. Tratto da Wikipedia

Karl Kraus I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

Hai un sito che parla di Karl Kraus?
Inserisci il link su zam.it

 
Ultimi libri pubblicati di
Karl Kraus
The Third Walpurgis Night: The Complete Text
The Third Walpurgis Night: The Complete Text
Ausgewählte Gedichte
Ausgewählte Gedichte
Sonette: Nachdichtung von Karl Kraus
Sonette: Nachdichtung von Karl Kraus
Ausgewählte Gedichte (Großdruck)
Ausgewählte Gedichte (Großdruck)
Fackellichter. Schriften: Lesung mit Peter Matic (1 mp3-CD)
Fackellichter. Schriften: Lesung mit Peter Matic (1 mp3-CD)
Die Fackel, Vol. 2: Juli 1900 (Classic Reprint)
Die Fackel, Vol. 2: Juli 1900 (Classic Reprint)
Die Fackel, 1904, Vol. 5 (Classic Reprint)
Die Fackel, 1904, Vol. 5 (Classic Reprint)
Weltgericht, Vol. 1 (Classic Reprint)
Weltgericht, Vol. 1 (Classic Reprint)
Maximilian Harden: Ein Nachruf (Classic Reprint)
Maximilian Harden: Ein Nachruf (Classic Reprint)
Die Fackel, 1905, Vol. 6 (Classic Reprint)
Die Fackel, 1905, Vol. 6 (Classic Reprint)
Il mito della crescita verde. Perché non è possibile disaccoppiare la crescita economica dalla crescita dell’impatto ambientale: prove e argomentazioni
Il mito della crescita verde. Perché non è possibile disaccoppiare la crescita economica dalla crescita dell’impatto ambientale: prove e argomentazioni
Small Animal Fracture Repair: A Case-Based Approach
Small Animal Fracture Repair: A Case-Based Approach
In questa grande epoca
In questa grande epoca
Non c'è niente da ridere. A proposito di giornalisti, esteti, politici, psicologi, stupidi e studiosi
Non c'è niente da ridere. A proposito di giornalisti, esteti, politici, psicologi, stupidi e studiosi
Detti e contraddetti (Gli Adelphi)
Detti e contraddetti (Gli Adelphi)

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Quando le montagne cantano
[26-08-2021]
C'era una volta il re fiamma
[24-08-2021]
La ragazza del treno
[17-08-2021]
Gianluca Gotto, nomade digitale
[14-08-2021]
L'ora più fredda
[13-08-2021]
Nomadland
[12-08-2021]
Mio fratello rincorre i dinosauri
[11-08-2021]
Old
[11-08-2021]
Leggi le altre News


Autori e film 17/09/2021

Nessun Risultato

Tutti gli autori dei film della settimana