Recensioni libri

Kisho Kurokawa

Kisho Kurokawa biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20906

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

Biografia Kisho Kurokawa
Kisho Kurokawa
Modifica bioCronologia

L'architetto giapponese Kurokawa Kisho è stato uno dei maggiori esponenti del gruppo giapponese "Metabolism", soprattutto per il suo apporto teorico. Nato a Nogoya nel 1934, si forma presso le università di Kyoto e di Tokyo. Dopo aver lavorato per Kenzo Tange, di cui diviene allievo negli anni universitari, apre un proprio studio nel 1961. La sua filosofia progettuale è fondata sul concetto di simbiosi, ovvero di scambio continuo tra diversi settori culturali. Dalla sua adesione nel 1960 al gruppo Metabolism, nasce l'ideazione di una serie di città utopiche. I progetti di quegli anni riflettono l'interesse per i problemi della prefabbricazione e per le potenzialità offerte dalla più avanzata tecnologia. Tra questi progetti, gli stabilimenti per la Nitto-Sukushin Company a Sagae del 1964 ed il padiglione per l'Expò di Osaka del 1970. La struttura abitativa proposta con l'Expo di Osaka è costituita da un insieme di cellule omologhe, potenzialmente estendibile con l'aggiunta di altre unità. L'idea della microcellula attrezzata si ritrova alla base di molti progetti degli anni Settanta, da cui l'architetto giapponese trarrà la notorietà internazionale. Si tratta di opere che rispecchiano l'attenzione per un'architettura basata su principi organico-biologici. Emblematiche della sua ricerca rimangono le torri di Tokyo (1972) e di Osaka (1976), mentre le realizzazioni precedenti di Yokohama (1964-65) e di Yamagata (1966-67) rivelano un legame con la tradizione architettonica giapponese. Negli anni Ottanta lo studio di Kurokawa Kisho diviene uno dei più attivi al mondo. Fra i progetti più noti figura il complesso polifunzionale Victoria Central di Melbourne (1986-1991), nel quale un ampio edificio è sormontato da un'elevatissima torre a pianta romboidale affiancata da un cono. Le opere degli anni Ottanta e Novanta, di impronta eclettica con propensione al tecnicismo, sono quelle che esprimono meglio la "filosofia della simbiosi", secondo cui l'architettura nasce dalla sintesi di elementi spazio-temporali di origine diversa. Tra queste, anche l'aeroporto internazionale di Kuala Lumpur (1992), la Pacific Tower nel quartiere parigino de La Défense (1992) detta anche Torre giapponese, il centro commerciale di Lane Crawford Place a Singapore (1994) e il Museo d'Arte Moderna e il Museo della Prefettura di Wakayama (1994). Molte delle opere di Kurokawa hanno ottenuto prestigiosi riconoscimenti, sia in Giappone sia all'estero. Kurokawa è stato anche il primo esponente giapponese a divenire membro onorario dell'American Institute of Architects e del Royal Institute of British Architects. Una raccolta di disegni da lui eseguiti negli anni Sessanta è inoltre entrata a far parte della collezione permanente del Museo d'Arte Moderna di New York. L'architetto giapponese è altresì autore di numerosi saggi, il più importante dei quali è Philosophy of Symbiosis (1987; Filosofia della simbiosi), internazionalmente riconosciuto come uno dei più importanti contributi alla speculazione filosofica sulla natura dell'architettura contemporanea e sulla sua interazione con gli assetti sociali ed economici nei quali essa si inserisce. Muore di insufficienza cardiaca il 12 ottobre 2007.

Kisho Kurokawa I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

Hai un sito che parla di Kisho Kurokawa?
Inserisci il link su zam.it

 

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Hard Rain Falling: Un Viaggio Dostoevskiano nel Buio dell'America degli anni '40
[15-04-2024]
New York negli Anni '60: Lo Scenario Urbano di Jim entra nel campo di basket di Jim Carroll
[10-04-2024]
La calda estate di Mazi Morris, il romanzo d'esordio hard boiled della scrittrice israeliana Daria Shualy
[09-04-2024]
Le cavie umane nell'Unità di Ninni Holmqvist
[07-04-2024]
Il mondo di Charlie, la saggezza di un ultra centenario
[04-04-2024]
Il ritratto di Adelaida Gigli dipinto da Adrian Bravi
[03-04-2024]
Aliyeh Ataei ci porta tra le strade di Teheran
[02-04-2024]
Ti ricordi Mattie Lantry? Un mistero doloroso ai tempi della pandemia
[01-04-2024]
Leggi le altre News


Autori e film 17/04/2024

Nessun Risultato

Tutti gli autori dei film della settimana