Recensioni libri

Paola Masino

Paola Masino biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20375

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

Biografia Paola Masino
Paola Masino
Modifica bioCronologia

Paola Masino, una delle scrittrici più apprezzate tra gli anni ‘30 e ‘40 (oggi, purtroppo dimenticata dal punto di vista letterario e ricordata come compagna di Massimo Bontempelli), nacque a Pisa il 20 maggio del 1908. Toscana di nascita ma romana d’adozione, fu una bambina prodigio sotto la guida del padre, scrittore e drammaturgo, mentre la madre alimentò il suo carattere fantasioso. Nel 1924, giovanissima, sottopose a Luigi Pirandello nel foyer del Teatro Argentina il dramma “Le tre Marie”, rimasto inedito. Nel 1927 incontrò Bontempelli, allora all’apice del successo, sposato e separato, di trent’anni più grande di lei, al quale si unì di un forte legame esistenziale e letterario (lo scrittore guidò i suoi primi passi nel mondo della letteratura). Dal 1928 collaborò alle esperienze della rivista “900”, fondata nel 1926 da Bontempelli e Curzio Malaparte (inizialmente pubblicata in francese), strumento culturale aperto a contributi internazionali con cui lo scrittore intendeva promuovere il Novecentismo da lui definito «realismo magico».
Nel 1929, poiché Paola non era ancora maggiorenne e la sua relazione aveva destato grande scandalo, per desiderio della famiglia andò a Firenze (collaborò col gruppo “Solaria”) e quindi si trasferì a Parigi (fu la segretaria di redazione di “L’Europe Nouvelle”), frequentando gli ambienti culturali parigini e soprattutto Luigi Pirandello, cui si legò di grande amicizia. Nel 1931 rientrò in Italia e si unì definitivamente a Bontempelli che nel frattempo era stato eletto Accademico d’Italia; con Massimo condivise l’esilio a Venezia, la condanna a morte per Bontempelli e l’esilio per lei, la clandestinità e la povertà sino alla fine della guerra, in un amoroso sodalizio che durò sino alla morte dello scrittore.
Al primo periodo, appartengono opere d’impronta fantastica e di gusto surreale: la raccolta di racconti “Decadenza di una morte” (1931) e i romanzi “Monte Ignoso” (1931) e “Periferia” (1933), vagamente autobiografici e ispirati al quartiere romano “Caprera” ove aveva vissuto durante l’infanzia. In seguito i suoi romanzi divennero più realisti e caratterizzati da una scrittura sobria e prosaica che narrava le tristi tragedie quotidiane: la raccolta di storie brevi “Racconto grosso e altri” (1941), e i romanzi scritti nel 1945 “Memoria d’Irene” (1945) e “Nascita e morte della massaia”, ambizioso e riuscito, forse il suo scritto più importante, nel quale raccontava in forma visionaria e con intenti polemici l’infelice adeguarsi di una ragazza ribelle e solitaria al destino di perfetta e operosa massaia, riserbatole dalle convenzioni borghesi. Pubblicò anche versi in “Poesie” (1947) e libretti d’opera per Franco Mannino: “Vivì” (1957), “Luisella” tratto da un racconto di Thomas Mann (1969), “La madrina” (1973) e “Il ritratto di Dorian Gray” (1974). Collaborò anche con riviste e giornali (“Epoca” “Noi donne” e “Vie nuove”) e partecipò a programmi radiofonici di cultura, scrivendo qualche sceneggiato. Postumi sono usciti i racconti pubblicati sui giornali, raccolti e pubblicati nel 1994 da Maria Vittoria Vittori nel volume “Colloquio di notte”.
Nel 1947, insieme con altri intellettuali (“gli amici della domenica” che si riunivano nel salotto di Casa Bellonci) contribuì alla nascita del Premio Strega. Dopo la morte, avvenuta nel 1960, di Bontempelli (assistito per i circa dieci anni di declino psico-fisico), Paola Masino ha cessato di scrivere dedicandosi al riordino dell’archivio del marito e alla cura della pubblicazione dei suoi scritti postumi (“Racconti e Romanzi”). In questo periodo, si dedicò alla traduzione dal francese di numerose opere letterarie. Grazie al recupero da parte delle femministe, nel 1982 si ebbe la riedizione di “Nascita e morte della massaia”.  
Morì a Roma, dopo una lunga malattia, il 27 luglio del 1989.

Di Silvia Iannello

Paola Masino I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

Hai un sito che parla di Paola Masino?
Inserisci il link su zam.it

 
Ultimi libri pubblicati di
Paola Masino
Nascimento e Morte da Dona de Casa (Em Portugues do Brasil)
Nascimento e Morte da Dona de Casa (Em Portugues do Brasil)
La Massaia: Naissance et mort de la fée du foyer
La Massaia: Naissance et mort de la fée du foyer
Religione 2.0 Disc. Testo per l'insegnamento della religione cattolica. Materiali per la LIM. Per la Scuola media. Con CD-ROM: 1
Religione 2.0 Disc. Testo per l'insegnamento della religione cattolica. Materiali per la LIM. Per la Scuola media. Con CD-ROM: 1
Le tabelle del Tribunale di Milano per la liquidazione del danno non patrimoniale
Le tabelle del Tribunale di Milano per la liquidazione del danno non patrimoniale
Nascita e morte della massaia
Nascita e morte della massaia
Periferia
Periferia
Album di vestiti
Album di vestiti

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Quando le montagne cantano
[26-08-2021]
C'era una volta il re fiamma
[24-08-2021]
La ragazza del treno
[17-08-2021]
Gianluca Gotto, nomade digitale
[14-08-2021]
L'ora più fredda
[13-08-2021]
Nomadland
[12-08-2021]
Mio fratello rincorre i dinosauri
[11-08-2021]
Old
[11-08-2021]
Leggi le altre News


Autori e film 16/09/2021

Nessun Risultato

Tutti gli autori dei film della settimana