Recensioni libri

Ferenc Molnār

Ferenc Molnār biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20379

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

Biografia Ferenc Molnār
Ferenc Molnār
Modifica bioCronologia

Ferenc Molnār nacque il 12 gennaio 1878 a Budapest, da una famiglia ebreo-ungherese della media borghesia; il suo vero nome era Ferenc Neumann ma egli volle cambiarlo per averne uno di chiare origini ungheresi. Il padre, un medico molto affermato, lo mandō in Svizzera a studiare Legge ma egli, giovanissimo, preferė lavorare come giornalista presso il Budapest Naplō (Diario di Budapest). Fu l’autore di molte commedie umoristiche di successo, rappresentate in Ungheria, Austria, Germania e Stati Uniti, che gli diedero una notorietā planetaria. Uomo attraente e ricco di fascino, ebbe una vita sentimentale caotica e poco felice: si sposō tre volte con donne bellissime dalle quali divorziō, abbandonandosi forse anche a episodi di violenza domestica. A causa delle leggi razziali, agli inizi della seconda Guerra Mondiale decise di trasferirsi negli USA, ove si pubblicavano e si rappresentavano molte delle sue commedie, insieme alla sua segretaria Wanda Bartha che poi si tolse la vita in un albergo di New York (Molnār abitava e lavorava in una suite del New York Plaza Hotel). Dopo essersi convertito al Cristianesimo, morė a New York il 1° Aprile del 1952. Il suo primo romanzo fu “La cittā affamata” (1900), il cui protagonista Pal Orsovai fu definito dalla critica Ģil Julian Sorel unghereseģ; seguė l’interessante “Storia di una barca senza padrone” (1901) che narrava l’amore inquietante di un’adolescente per l’amante della madre, ma divenne conosciutissimo con “I ragazzi della via Pal” (1907), romanzo che rappresenta un vero classico dell’infanzia e che racconta la vicenda quasi eroica di due clan di giovanissimi in lotta per conquistare un magico recinto adatto ai loro giochi; i ragazzi sono rappresentati con fine psicologia e stile poetico in tutte le loro infantili crudeltā, i loro rigidi codici d’onore e i loro atti di ingenuo coraggio. Sotto le apparenze di un cinico sarcasmo, traspare tutta la tenerezza compassionevole dell’autore e la sua partecipazione alla vita dei piccoli personaggi, oppressi da prepotenze e ingiustizie sociali. Seguė nel 1918 il romanzo “Andor” mentre nell’ultimo romanzo autobiografico “Addio, amore mio” (1947) raccontō molte delle sue tristi vicende esistenziali. In “Musica” (1908), Molnār raccolse diverse novelle, che costituiscono dei veri e propri piccoli capolavori. Nel 1916 pubblicō una raccolta di servizi giornalistici scritti durante la prima Guerra Mondiale, dal titolo “Ricordi di un corrispondente di guerra”. In etā giovanile aveva composto anche il valzer “Printemps (Primavera)”. Tra le numerose opere teatrali, ricche di elementi realistici mescolati ad altri di gusto simbolico-favolistico, sono da ricordare la commedia “Il diavolo” (1907), in cui domina un fitto intreccio di realtā e fantasia; il poema scenico “Liliom (Il giglio)” (1909), che racconta in tono romantico le avventure terrene e soprannaturali dell’imbonitore di un parco di divertimenti, dall’animo di eterno fanciullo (nel 1944, da questo testo fu ricavato “Carousel”, stupendo musical di Rogers e Hammerstein rappresentato per anni a Broadway); “Il lupo” (1912); “La guardia” (1910); “La pianella di vetro” (1925); “Il cigno” (1925), da cui fu tratto il film di Charles Vidor del 1956 con Grace Kelly; “Lo spettacolo al castello” (1925), una Ģmetarappresentazioneģ della vita di teatro sul palcoscenico, ispirata alle tematiche pirandelliane; “La buona fata” (1930) che ispirō il film di William Wyler del 1935; e “Grande amore” (1935). Molti di questi testi teatrali furono adattati per la radio e per il cinema, essendo perfetti per la bellezza dei dialoghi e il romantico sentimentalismo delle storie. A cura di Silvia Iannello

Ferenc Molnār I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

Hai un sito che parla di Ferenc Molnār?
Inserisci il link su zam.it

 
Ultimi libri pubblicati di
Ferenc Molnār
Piccola pasticceria
Piccola pasticceria
I ragazzi della via Paal
I ragazzi della via Paal

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Quando le montagne cantano
[26-08-2021]
C'era una volta il re fiamma
[24-08-2021]
La ragazza del treno
[17-08-2021]
Gianluca Gotto, nomade digitale
[14-08-2021]
L'ora pių fredda
[13-08-2021]
Nomadland
[12-08-2021]
Mio fratello rincorre i dinosauri
[11-08-2021]
Old
[11-08-2021]
Leggi le altre News


Autori e film 19/10/2021

Nessun Risultato

Tutti gli autori dei film della settimana