Recensioni libri

Nerio Nesi

Nerio Nesi biografia

Recensione

Foto

Libri


Autori
A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Scrittori presenti: 20346

Menu

Recensioni libri
News
Autori del giorno
Top20
Le vostre Recensioni
Newsletters
Percorsi Narrativi
I nostri feed RSS
I premi Nobel per la letteratura
Albo d'oro Premio Strega
Albo d'oro Premio Campiello

Biografia Nerio Nesi
Nerio Nesi
Modifica bioCronologia

Nerio Nesi nasce a Bologna da una famiglia operaia di lunga tradizione socialista e cattolica.Compie a Bologna tutti i suoi studi di base: ginnasio e liceo classico, fino alla laurea in diritto romano, allievo e poi assistente di Edoardo Volterra, Rettore dell'Alma Mater.Durante gli studi universitari entra nel movimento giovanile della sinistra (Il Fronte della Gioventu'), in rappresentanza della corrente cattolica e compie numerosi viaggi all' estero (Francia, Germania, Cecoslovacchia, Unione Sovietica) insieme ad Enrico Berlinguer, con il quale conservera' una amicizia basata sulla reciproca stima. * * * Negli anni cinquanta lascia Bologna e si trasferisce a Torino, per entrare nella direzione amministrativa della Radio Italiana, con il compito iniziale di studiare la nuova convenzione con lo Stato per il nascente servizio televisivo.Ed e' in questo ruolo che collabora con Salvino Sernesi, Marcello Bernardi, Gino Castelnuovo, e soprattutto con Bruno Vasari, al quale deve la sua preparazione aziendale.Alla fine degli anni cinquanta, conosce Adriano Olivetti, che lo nomina direttore dei servizi finanziari della sua impresa: inizia cosi' un periodo, per lui, fondamentale sul piano professionale ed umano.Alla morte di Adriano, la famiglia Olivetti gli affida la esecuzione della ripartizione dell'eredita' di quello che egli considera il piu' grande industriale italiano di tutti i tempi. Dell "utopia olivettiana" diventera' in seguito un appassionato cultore.Coerente con questa posizione, si oppone strenuamente alla vendita alla General Electric della Divisione Elettronica dell'Olivetti, perche' la considera uno strumento strategico per la politica industriale italiana Sconfitto, non esita a rendere pubblica la sua posizione, partecipando alle dimostrazioni sindacali contro la politica dei nuovi proprietari dell'azienda.Deve lasciare quindi la direzione finanziaria del gruppo Olivetti, pur rimanendone consulente. * * * Agli inizi degli anni sessanta, su consiglio di Edoardo Volterra, conosce Riccardo Lombardi, e inizia con lui un rapporto di stima e di affetto che finira' soltanto con la morte del grande leader socialista. Il 1? Maggio 1960 entra nel Partito Socialista Italiano, partito al quale rimarraa' iscritto per 32 anni, fino al 1992, dopo le famose parole di Riccardo Lombardi: "la mutazione genetica del PSI e' avvenuta"All'inizio degli anni settanta, Pietro Nenni e Riccardo Lombardi, su suggerimento di Norberto Bobbio, gli affidano il delicato incarico di tenere i rapporti con i socialisti spagnoli, che operano all'interno del Paese, in clandestinita'.Nasce cosi' una forte amicizia con Tierno Galvan (che diventera' successivamente Sindaco di Madrid) e soprattutto con Felipe Gonzalez ed Alfonso Guerra, destinati a guidare insieme la Spagna per un lungo periodo.Alcuni anni dopo, Re Juan Carlos gli conferisce la piu' alta onorificenza spagnola. * * * Nel 1965 entra nel sistema del credito, diventando Vice Presidente della Cassa di Risparmio di Torino.Successivamente, approfondisce la conoscenza dell'intero sistema, attraverso la Banca Subalpina, la Banca Popolare di Milano, l'Istituto di Credito per la Imprese di pubblica utilita', fino a raggiungere, nel 1978, quello che era allora il gradino piu' alto del sistema: la presidenza della Banca Nazionale del Lavoro.Sono anni di grandi esperienze e di scelte difficili, ma lungimiranti: il salvataggio del Banco Ambrosiano la creazione del sistema parabancario italiano, (leasing, factoring, trading, fondi di investimento), l'espansione nel mondo, la presenza in Cina (1981) e in India (1983), sulla base di un'idea generale: che l'Italia abbia bisogno, anche nel settore finanziario, di alcuni grandi "campioni nazionali" per poter competere ad armi pari con i colossi che stanno nascendo in Europa.La sua opera viene riconosciuta dal governo del tempo, che gli concede la onorificenza piu' ambita: il Cavalierato del Lavoro, e dalla stampa economica, che, per tre anni di seguito, lo indica come "il banchiere dell'anno". * * * Ma la piu' importante delle sue intuizioni deriva dalla convinzione che sarebbe venuto un momento nel quale la previdenza dello Stato non sarebbe piu' stata sufficiente e che occorreva quindi creare uno strumento nuovo. Nasce cosi' un'alleanza tra la Banca nazionale del Lavoro, L'Istituto Nazionale delle Assicurazioni e l'Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, per la creazione di un grande gruppo polifunzionale pubblico che comprendesse attivita' bancarie, assicurative e previdenziali.Un'idea nata dall'amicizia e dalla collaborazione di tre servitori dello Stato, Nerio Nesi, Antonio Longo e Giacinto Militello, benedetta dal Ministro del Tesoro Giuliano Amato e dal Governatore della Banca d'Italia Carlo Azeglio Ciampi, ma palesemente e dichiaratamente boicottata da potenti interessi privati, che hanno nel Ministro del Tesoro Guido Carli il loro autorevole rappresentante.Nerio Nesi diviene in quel momento il nemico da battere: e contro di lui si scatena la piu' grande offensiva mediatica di quegli anni, che culmina nell'utilizzazione del cosiddetto "scandalo Atlanta" al quale egli e' assolutamente estraneo.Dando un esempio seguito in Italia rarissime volte, Nesi lascia la presidenza della Banca Nazionale del Lavoro, nonostante che nulla a lui venga imputato, che nessuno glielo chieda, e che i suoi consiglieri (ed in particolare Vittorio Chiusano e Giovanni Maria Flick) lo invitino a non farlo.Siamo nel 1989. Seguono anni di solitudine, di studi e di piccole attivita'. * * * Nel 1995, Fausto Bertinotti invita alcuni suoi vecchi amici torinesi ad aiutarlo nella creazione di una nuova struttura del Partito del quale sta per diventare Segretario, Rifondazione Comunista.Nesi accetta e nel 1996 viene eletto Deputato nel Collegio di Sarzana (una splendida cittadina tra Liguria e Toscana).Alla Camera assume la presidenza di una delle piu' importanti Commissioni di Lavoro: quella delle Attivita' Produttive: ed in quel ruolo difende ad oltranza il mantenimento sotto il controllo pubblico dell'ENEL, dell'ENI, e della TELECOM.Nell'ottobre del 1998, Fausto Bertinotti fa cadere il governo Prodi. Nel tentativo di salvare il governo di Centro Sinistra, Nesi e con lui altri venti deputati di Rifondazione si dissociano: e' un tentativo generoso, ma inutile, di impedire una operazione che avrebbe - come era facile prevedere - aperto piu' tardi alla Destra le porte del governo.Nel successivo Governo Amato, Nesi assume per un anno l'incarico di Ministro dei Lavori Pubblici.E' l'anno della grande alluvione nell'Italia del Nord, che Nesi affronta in prima persona, stabilendo rapporti di collaborazione con tutte le Amministrazioni Locali, indipendentemente dalla loro colorazione politica.Il successo della sua opera viene solennemente riconosciuto dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, con una visita ufficiale e straordinaria al Ministero.Ma e' anche l'anno dei dibattiti sulle grandi opere infrastrutturali: la variante di valico sull'Appennino Tosco ? Emiliano, la salvaguardia di Venezia, il Ponte sullo Stretto di Messina, e l'Alta Velocita' Ferroviaria.Nelle elezione del 2001 viene rieletto Deputato nel Collegio di Sarzana ed assume la Vice Presidenza della Commissione Lavori Pubblici, Ambiente e Territorio della Camera.Nel Maggio del 2005 rientra nel Partito Socialista. * * * Oltre al lavoro, Nesi ha poche altre passioni: la musica (Verdi e Beethoven in particolare); i libri di economia e sul Risorgimento Italiano: (e' sua una delle piu' importanti collezioni private di testi ottocenteschi sul Conte di Cavour, gia' destinata alla citta' di Sarzana, che lo ha eletto due volte); ed infine la Juventus.

Nerio Nesi I Libri Biografia Recensione Le foto

Ti piace la scrittura creativa, la poesia e parlare di letteratura? Perche' non vieni sul forum di zam per incontrare nuovi amici con la tua passione!

Hai un sito che parla di Nerio Nesi?
Inserisci il link su zam.it

 
Ultimi libri pubblicati di
Nerio Nesi
Le passioni degli Olivetti
Le passioni degli Olivetti

 Ora puoi inserire le news di zam.it sul tuo sito.
Pubblica le news

ULTIME NEWS
Premio Sulmona di giornalismo
[28-09-2018]
Mangia come scrivi: e la cena diventa spettacolo
[17-09-2018]
settimana dal 17 al 21 settembre 2018 a Fahrenheit
[17-09-2018]
La settimana di Fahrenheit
[11-09-2018]
Portoday 2018 una giornata dedicata alla scrittura a Treviso
[11-09-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da lunedi 3 settembre
[01-09-2018]
Riapre il Cinema Spazio Oberdan di Milano dal 16 agosto. Il Programma
[17-08-2018]
La prossima settimana a Fahrenheit da luned́ 13 agosto
[10-08-2018]
Leggi le altre News


Autori e film 15/10/2019

Nessun Risultato

Tutti gli autori dei film della settimana